The Walking Dead 10x14: il codice morale e la vera identità di Beta

Un passato che mai avremmo potuto immaginare per Beta. Un futuro nuovo per Negan. Un momento catartico per Carol, e tanto altro: ecco l'episodio 10x14 di The Walking Dead, che ci prepara a nuove avventure.

Tecnicamente sarebbe il terzultimo episodio della stagione 10, ma sappiamo che il finale di stagione di The Walking Dead è stato posticipato. Quindi, questo resta il penultimo episodio in onda, almeno per il momento.

La sequenza iniziale l'avevamo già commentata insieme, per la sua importanza: Negan (Jeffrey Dean Morgan) non è in cerca di perdono. L’unica cosa che vuole è restare vivo… E stringere un patto con Carol (Melissa McBride) è l’unico modo per farlo, e per far dimenticare a tutti ciò che ha fatto in passato. Per inaugurare un nuovo capitolo del libro di Negan, per dirlo con parole sue.

Carol voleva la testa di Alpha (Samantha Morton) e Negan gliel’ha portata. Ora è quella di Alpha, la testa su una picca. Ma Carol non tiene fede alla sua parte del patto: non vuole tornare a Hilltop e dire a tutti ciò che ha fatto Negan. 

Vuole stare da sola, così Negan deve prendere una decisione. In un episodio concepito per ricordarci le regole del mondo di The Walking Dead.

Riequilibrare l’orizzonte morale

Eugene (Josh McDermitt), invece, la sua decisione l’ha già presa: racconta a tutti del suo contatto con Stephanie e dell’incontro imminente. Soprattutto, della sua difficoltà di ricominciare a vivere, a sperare, dopo tutto ciò che aveva vissuto.

Succedono molte cose in questo episodio. Cose che determineranno il futuro di tutti.

Jerry (Kevin Carroll) ed Ezekiel (Khary Payton) devono dirsi addio.

Beta (Ryan Hurst) trova la testa di Alpha, e la sua follia emerge in tutta la sua chiarezza.

Negan corre a liberare Lydia (Cassidy McClincy) ma trova Daryl (Norman Reedus) e gli mostra la maschera di Alpha. Questo non convince Daryl… Finché Negan non menziona Carol.

Carol è ossessionata da Alpha al punto di essere tormentata dal suo fantasma, ma tutto - poi - acquista un senso specifico: riequilibrare l’orizzonte morale di The Walking Dead.

Ristabilire i confini

Ogni singolo evento di questo episodio ha uno scopo: rimettere ciascuno dei personaggi dalla corretta parte dello schieramento.

In un mondo in cui i buoni uccidono, mentono e tradiscono, esattamente come i cattivi. In cui giustizia significa vendetta, e non ci si può fidare di nessuno, come ha dimostrato la storia di Dante.

Ma qualcosa è rimasto: le scelte compiute da ciascuno sono una tessera del puzzle che gli altri compongono per capirli.

Per molti anni era stato Rick Grimes (Andrew Lincoln) a mettere insieme quei pezzi. Ora, devono farlo tutti gli altri.

Negan mostra per la prima volta da quando lo conosciamo un sincero pentimento, quando Daryl lo accusa di aver quasi fatto ammazzare i bambini bloccandoli a Hilltop.

Carol è tormentata dalle parole di Alpha, che la distraggono al punto di lasciarla intrappolata sotto il tetto crollato della baracca. Ma quando Alpha le dice di guardare i fiori, qualcosa dentro di lei si risveglia. Conscia che nessuno può salvarla, si salva da sola. In fondo, è ciò che ha sempre fatto.

Il nuovo Alpha

Quando Negan, sorpreso dai Sussurratori insieme a Daryl al cospetto di una picca senza nessuna testa, viene nominato nuovo Alpha, sa già cosa deve fare. Quando costringe Daryl a inginocchiarsi, per poi salvarlo e liberarlo, non mente: il solito, vecchio Negan è lì, pronto a godersi il ricordo dei bei tempi in cui al suo passaggio tutti si mettevano in ginocchio.

Questo episodio di The Walking Dead è stato scritto e concepito per dirci che, a dispetto di quanto ci si possa evolvere e adattare, nessuno cambia la propria natura

Negan è sempre stato un camaleonte, l’uomo in grado di adattarsi per sopravvivere.

Ezekiel è sempre stato giusto e compassionevole: dona al suo cavallo sofferente una morte pietosa. Chiara metafora di ciò che vuole per sé, mentre la sua malattia peggiora sempre di più. 

Beta raduna zombie, dice addio ad Alpha e prende parte del suo viso per ricostruire la maschera che ha strappato. Ma non prima di averci svelato la sua vera identità, strappando il manifesto con la sua immagine e l'annuncio di un suo concerto. Beta era un celebre cantante country. Incredibile, ma vero... E a questo punto, la ragazza fuori di testa che incatena gli zombie ai tavoli, alle sedie e in auto per ricostruire scene per nulla divertenti che scatenano una risata isterica di Ezekiel, non sembra nemmeno così strana… 

AMCThe Walking Dead 10x14: Pittsburgh
The Walking Dead 10x14: l'omaggio all'episodio pilota

The Walking Dead, che con l'immagine qui sopra ha reso omaggio all'episodio pilota in cui Rick arrivava ad Atlanta a cavallo (stavolta sono in tre e la città è Pittsburgh) ci dà appuntamento con l’ultimo episodio disponibile lunedì prossimo alle 21.00 su FOX. In lingua originale, sottotitolato in italiano, in attesa di un finale di stagione che vedremo nei prossimi mesi.

Leggi anche

      Cerca