Buon compleanno David Duchovny! Ricordando X-Files e la sua storia

Nei panni dell'agente Mulder ha scritto la storia della TV, insieme a Dana Scully, Chris Carter e X-Files. David Duchovny compie 60 anni. Ricordiamo X-Files e gli altri ruoli che l'attore ha interpretato.

Nato il 7 agosto del 1960 a New York, l'attore David Duchovny compie oggi 60 anni.

Un traguardo che tutti i suoi fan, abituati a ricordarlo nei panni dell'agente Fox Mulder in X-Files, faticano a credere che sia già arrivato.

Perché David Duchovny certamente non dimostra 60 anni, e grazie alla serie che l'ha reso una star internazionale resterà ai nostri occhi sempre giovane e determinato a trovare la verità...

Dovesse prendere una pala e scavare nel deserto.

La serie creata da un Chris Carter ispirato dalla passione giovanile per prodotti come Ai confini della realtà e Kolchak: the Night Stalker (di cui in Italia abbiamo visto il remake su FOX) ha inaugurato ufficialmente una nuova stagione per le serie TV. Una stagione che avrebbe cambiato tutto, per sempre.

Assunto dalla FOX con l’incarico di realizzare un nuovo progetto televisivo legato al tema del soprannaturale – in particolare a quello del vampirismo, che piaceva ai vertici del network – Chris Carter decide di spaziare il più possibile. Soprannaturale, fantascienza, folklore, leggende metropolitane: tutto ciò che ha a che fare con il mistero… Tutto ciò che lo intriga e che avrebbe finito per fare la stessa cosa con noi.

Ma come unire argomenti tanto diversi, sebbene legati da un unico filo conduttore? Bastava creare un’originale coppia di investigatori. Uno scettico e uno che voleva credere. A qualsiasi costo. E che fossero due investigatori dell'FBI, dato che l'idea di X-Files nasceva dopo il grandissimo successo (e i molti Oscar) de Il silenzio degli innocenti con l'agente interpretata da Jodie Foster.

L'eterno conflitto, pronto a regalarci momenti indimenticabili: scienza contro fede.

Nove stagioni, un cambio di protagonisti - e poche serie incentrate sui due protagonisti sarebbero sopravvissute - film per il grande schermo, e poi il ritorno. La stagione-evento che è diventata poi la stagione 10 seguita dalla 11, per una storia che non finirà mai.

Perché gli argomenti, lo stile, gli approcci sono stati talmente vasti da aver potuto accontentare tutti. Ma proprio tutti.

Il mix di generi che sarebbe diventato un must delle serie TV destinate a diventare cult - come Buffy, subito dopo X-Files - trova la sua massima espressione in una serie che ci ha regalato fantascienza ma anche commedia, romance, avventura, detective drama...

E David Duchovny, insieme alla sua partner Gillian Anderson nei panni dell'agente Dana Scully, ha saputo interpretarli tutti.

Oggi, nel giorno del suo sessantesimo compleanno, lo ricordiamo per il ruolo di Mulder e la serie TV più di culto nella storia delle serie di culto.

Ma David Duchovny ha dimostrato anche al cinema - e in altre serie - di saper spaziare alla perfezione fra i generi. Da Californication ad Aquarius, da Evolution - in cui prendeva in giro proprio il ruolo di Mulder - a Return to Me, da Zoolander all'indimenticabile ruolo dell'agente FBI che amava travestirsi ne I segreti di Twin Peaks.

Buon compleanno, David Duchovny.

Grazie per tutte le emozioni che ci hai regalato e continuerai a regalarci!

      Cerca