Ellen Pompeo voleva lasciare Grey's Anatomy anni fa: ecco perché è rimasta

ABC Ellen Pompeo in un'immagine promozionale per Grey's Anatomy

Protagonista indiscussa di Grey's Anatomy, Ellen Pompeo era sul punto di mollare la serie TV, poi ha cambiato idea per un motivo ben preciso.

Ellen Pompeo è Grey's Anatomy: senza di lei non ci sarebbe il medical drama.

Per sedici stagioni (una diciassettesima è in fase di produzione), l'attrice ha dato anima e corpo al personaggio di Meredith Grey, un ruolo con cui ormai i fan la identificano in tutto il mondo. E lei, giunta alla soglia dei 50 anni, invece di optare per altre strade lavorative (come Justin Chambers aveva ad esempio annunciato, lasciando lo show a inizio 2020), ha deciso invece di non scollarsi più di dosso quel ruolo.

In un'intervista per il podcast di Spotify, Jemele Hill Is Unbothered riportata poi da People, la star ha svelato il motivo per cui ha scelto di dedicarsi completamente a Grey's Anatomy. Una scelta che riguarda la sua famiglia. Ellen è sposata con il produttore musicale Chris Ivery dal 2007. Insieme hanno tre figli: Eli di 3 anni, Sienna di 5, e Stella di 10.

Grey's Anatomy: perché Ellen Pompeo non lascerà la serie?

Il nome di Ellen Pompeo sarà legato ancora a lungo al medical drama creato da Shonda Rhimes:

Ho fatto delle scelte per restare nello show. Personalmente, una vita sana a casa era molto più importante della carriera. Non sono cresciuta avendo un'infanzia particolarmente felice. Quindi l'idea di avere questo marito grandioso, tre bellissimi bambini e una vita felice era qualcosa di cui avevo bisogno per sentirmi completa, chiudere quel vuoto nel cuore. 

Grey's Anatomy è diventato il lavoro della sua vita: per l'attrice era importante guadagnare e "portare a casa il pane". Una scelta che ha compromesso la sua carriera, ma di cui non ha nessun rimpianto.

Non mi piace inseguire nulla. Nella mia esperienza personale, la recitazione è stata solo quello. Devi inseguire dei ruoli, implorare per averli e convincere le persone. Sebbene sia anche produttrice ed è la stessa cosa, credo di farlo da una posizione che non mi lascia mai a digiuno. Mi sento appagata finanziariamente.

Nel 2018, Ellen Pompeo è diventata l'attrice drammatica più pagata della televisione prime time, con una cifra di 20 milioni di dollari a episodio. Per quanto riguarda Station 19, dove spesso appare, la star guadagna un ulteriore cifra di 575,000 dollari a episodio, ricevendo anche un compenso di produzione.

Ellen Pompeo stava per lasciare Grey's Anatomy dopo la sesta stagione

Tuttavia, il successo nel mondo dello spettacolo non è arrivato finché non ha compiuto trent'anni.

Ellen ha iniziato a recitare in Grey's Anatomy nel 2004 quando ne aveva 33. Più avanti, giunta alla soglia dei 40, ha messo su famiglia e ha iniziato seriamente di mollare il medical drama per fare altro, salvo poi ripensarci.

Se avessi cominciato Grey's Anatomy quando ero più giovane, come 25 anni, probabilmente avrei lasciato verso i 31-32, quando il mio contratto di sei anni stava per scadere.

L'attrice ha fatto intendere che quando si raggiunge una certa età, diventa difficile trovare altri ruoli a Hollywood, motivo per cui ha scelto di interpretare Meredith Grey fino ad oggi. Al contrario, molti suoi colleghi hanno appeso il camice al muro dopo diverse stagioni, riuscendo a trovare nuove spinte lavorative.

ABCUn'immagine promozionale della prima stagione di Grey's Anatomy con i tre protagonisti

Basti pensare a Sandra Oh, che ha lasciato la serie TV dopo dieci anni nei panni di Cristina Yang: oggi l'attrice è la protagonista dell'acclamata Killing Eve e ha finalmente ricevuto il giusto riconoscimento vincendo un Golden Globe. Anche Patrick Dempsey, l'amato Derek Shepherd, si è cimentato in vari ruoli per il cinema e soprattutto per la televisione - lo abbiamo visto di recente in Diavoli, una produzione SKY.

Alla luce di come stanno le cose, Ellen è convinta delle scelte che ha fatto e non ha nessun rimpianto.

Ho una vera passione per Grey's Anatomy. Questo ci ha portato a iniziare a parlare di come abbattere il razzismo sistematico nell'industria d'élite. È qualcosa che ci ha tormentato da sempre. Credo che lo show mi abbia dato una visione reale del problema. Grey's Anatomy è stata una benedizione e ho scelto di vederla in questo modo.

Il medical drama, in onda dal 2005 sulla rete ABC, ha all'attivo sedici stagioni con una diciassettesima in arrivo, ma potrebbe andare avanti ancora per molto. Tre attori del cast hanno infatti firmato un accordo che li lega alla serie TV almeno fino al 2023. Il contratto della Pompeo è invece in scadenza nel 2021, ma viste le sue dichiarazioni non c'è pericolo che Grey's Anatomy possa concludersi.

      Cerca