Frozen: tutti i film, le serie e gli episodi speciali della saga

A distanza di sette anni dal suo debutto al cinema del primo lungometraggio, Frozen continua a fare breccia nei cuori di grandi e piccini.

Disney Un'immagine che ritrae Elsa, una delle protagoniste di Frozen

Se c’è una saga di film d’animazione che negli ultimi tempi ha conquistato il cuore di famiglie intere, dai bambini ai nonni, quella è Frozen. Tutto è iniziato in quello che sembra l’ormai lontano 2013: proprio durante quell'anno, infatti, uscì al cinema Frozen – Il regno di ghiaccio, un film su cui si riversavano buone speranze ma di cui non ci si sarebbe mai immaginato il suo strepitoso successo e tutto ciò che sarebbe derivato da esso, in termini di progetti animati e di marketing.

Un successo senza confini che nasce da diversi fattori: bisogna considerare, infatti, che il primo lungometraggio della saga di Frozen è l’unico Classico Disney che vede protagoniste due sorelle entrambe principesse ed è figlio di un lavoro complesso e sapiente che ha visto sia l’utilizzo della computer grafica, sia le riproduzioni disegnate a mano.

Ma i fattori più importanti che caratterizzano il film e la saga sono essenzialmente due: il vero amore, non più concepito tra principe e principessa, ma tra due sorelle e l’essere ispirato ad una delle fiabe più celebri di Hans Christian Andersen, ovvero La regina delle nevi.

Lungometraggi

Frozen – Il regno di ghiaccio (2013)

Titolo originale: Frozen
Soggetto: Hans Christian Andersen, Chris Buck, Jennifer Lee, Shane Morris
Sceneggiatura: Jennifer Lee
Regia: Chris Buck, Jennifer Lee
Durata: 108 minuti

Il primo lungometraggio della saga animata più nevosa di sempre inizia mostrando le due sorelle, Anna ed Elsa (interpretate in lingua originale rispettivamente da Kristen Bell e Idina Menzel), quando sono ancora bambine. Sin da quando è nata, infatti, Elsa possiede un dono unico e particolare: poter manipolare il ghiaccio a proprio piacimento. Ciò diventa una grande fonte di divertimento per le due sorelle che passano il tempo insieme giocando con la neve. Piacevoli momenti d’infanzia che si arrestano quando Elsa, in maniera del tutto accidentale, colpisce Anna: così, per i reali di Arendelle, l’unica soluzione per tenere Elsa e i suoi poteri al sicuro è lasciare la bambina da sola, lontana da tutti, anche da sua sorella Anna. Tuttavia, tutto è destinato a cambiare quando i genitori delle due bambine, ormai diventate ragazze, muoiono in un tragico incidente.

DisneyUn'immagine di Frozen - Il regno di ghiaccio con Anna che trova sua sorella Elsa al palazzo di ghiaccio

Così Elsa, raggiunti i ventuno anni di età, si trova nelle condizioni di salire al trono. Se per Anna, il giorno dell’incoronazione è importantissimo perché può finalmente ricongiungersi con la sorella, per Elsa questo giorno diventa una sfida, preoccupata a non mostrare a nessuno i suoi poteri. Ciò che per Elsa è timore, tuttavia, in seguito diventa realtà: dopo aver discusso con Anna per non aver accettato l’intenzione di quest’ultima di sposare Hans, un ragazzo appena conosciuto, Elsa perde il controllo dei suoi poteri, scatenando un inverno perenne su Arendelle. Impaurita dai suoi poteri e terrorizzata dal poter fare del male, la ragazza scappa dal regno e dopo aver raggiunto un posto sicuro e lontano da occhi indiscreti, Elsa può dare libero sfogo ai suoi poteri, costruendo anche la sua reggia, un enorme castello di ghiaccio.

DisneyUn'immagine di Frozen - Il regno di ghiaccio che vede Elsa e Anna sciogliersi in un abbraccio

Nonostante tutto, però, Anna è preoccupata per le sorti della sorella e, dopo aver lasciato la reggenza di Arendelle ad Hans, decide di mettersi in viaggio da sola. Sarà proprio sul sentiero che incontrerà Kristoff (doppiato in lingua originale da Jonathan Groff), un ragazzo sami allevato dai troll che, insieme alla sua renna Sven, decide di aiutare Anna nella sua ricerca. Così, dopo essere arrivati al palazzo di ghiaccio e aver incontrato Olaf (doppiato da Josh Gad), il pupazzo di neve con cui Anna ed Elsa giocavano da bambine e a cui quest’ultima ha dato inconsapevolmente vita, Anna riesce a parlare con Elsa.

Tra le due nasce, però, un litigio e, sempre senza volere, Elsa colpisce la sorella al cuore, tanto che Anna inizia ad essere sempre più fredda e suoi capelli si fanno sempre più bianchi. In seguito, dopo essersi rivolto alla saggezza dei troll, Kristoff capisce che deve portare Anna da Hans, poiché solo un atto d’amore potrà salvare la ragazza. Tuttavia, Hans rivelerà di non averla mai amata, ma di aver cospirato e di aver avuto solo l’intenzione di sposarla per poter, un giorno non molto lontano, sedersi sul trono di Arendelle. Così, se Anna rimane sconvolta dalla rivelazione, Elsa è sempre più confusa riguardo i suoi poteri, quasi ormai del tutto arresa alla paura: ma sarà l’amore tra le due sorelle a ristabilire l’armonia tra di loro e in tutta Arendelle.

Frozen 2 – Il segreto di Arendelle (2019)

Titolo originale: Frozen II
Soggetto: Hans Chrisian Andersen, Jennifer Lee, Chris Buck, Marc Smith, Kristen Anderson-Lopez, Robert Lopez
Sceneggiatura: Jennifer Lee, Allison Schroeder
Regia: Chris Buck, Jennifer Lee
Durata: 103 minuti

In questo secondo capitolo della saga di Frozen è possibile ritrovare Elsa, Anna, Olaf, Sven e Kristoff alle prese con delle nuove avventure che li porteranno ad una conoscenza più approfondita di loro stessi. Trascorsi tre anni da quanto successo in Frozen – Il regno di ghiaccio, Arendelle sembra ormai un regno felice in cui padroneggia la quiete, con Elsa che ha imparato a controllare i propri poteri e Anna che ha trovato in Kristoff il vero amore.

DisneyUn'immagine che ritrae Elsa in Frozen 2 - Il segreto di Arendelle

Eppure, nonostante tutto sembri andare per il meglio, il passato ritorna ad aleggiare sulle teste delle due protagoniste. Infatti, solo Elsa sente un canto angelico che risveglia in lei alcuni poteri che risalgono a degli spiriti incantati, ovvero gli stessi con cui, anni prima, suo padre si era dovuto confrontare. Tra il misterioso canto e gli elementi di terra, aria, acqua e fuoco che si abbattono su Arendelle, le due sorelle e i loro seguaci decidono di condurre una strada che li porta verso nord, finendo in una foresta incantata.

DisneyUn'immagine che vede i protagonisti di Frozen 2 - Il segreto di Arendelle pronti ad intraprendere una nuova avventura

Sarà cosi che Elsa e Anna scopriranno alcune informazioni sul loro passato e sul perché Elsa possieda i suoi poteri: i loro genitori, infatti, si erano imbarcati per ricercare informazioni sui poteri di Elsa.

Cortometraggi e speciali

I cortometraggi

A partire dal 2013, data dell’uscita del primo lungometraggio, la saga di Frozen ha cominciato a macinare un successo inarrestabile tra i più piccoli (ma anche tra i più grandi). Dopo aver conquistato milioni di famiglie in tutto il mondo con la delicatezza del suo racconto e con le tematiche ad esso correlate, Frozen – Il regno di ghiaccio ha dato origine, nel 2015, ad un cortometraggio intitolato Frozen Fever, della durata complessiva di 8 minuti.

DisneyUn'immagine con Anna e Elsa protagoniste di Frozen Fever

Concepito come una sorta di breve sequel del film del 2013, questo corto ha debuttato nelle sale cinematografiche con il lancio del live-action Cenerentola e vede ancora protagoniste le due sorelle, Anna e Elsa. Frozen Fever, infatti, si svolge durante il giorno del diciannovesimo compleanno di Anna, ricorrenza che Elsa, Kristoff, Olaf e Sven decidono di celebrare organizzando una festa di compleanno a sorpresa. Sebbene Elsa cerchi di impegnarsi a fondo per creare un percorso che porti Anna alla festa, la regina di Arendelle si è presa un particolare raffreddore: ogni suo starnuto, infatti, genera dei pupazzetti di neve che rovinano le decorazioni.

DisneyUn'immagine che vede protagonista il simpatico pupazzo di neve Olaf

Il secondo cortometraggio appartenente alla saga di Frozen s’intitola Frozen – Le avventure di Olaf. Realizzato nel 2017 e della durata di 21 minuti, il corto è successivo a Frozen Fever e racconta la storia di Anna e Elsa alle prese con il loro primo Natale. Infatti, dopo aver aperto le porte del castello al popolo di Arendelle una volta per sempre, le due sorelle sono decise a realizzare una festa per celebrare tutti insieme, per la prima volta, le feste natalizie.

Tuttavia, le due ragazze si rendono conto di non avere nessuna celebrazione da condividere, poiché ogni persona di Arendelle conserva le proprie, cosa che Anna e Elsa non hanno a causa degli anni che hanno trascorso lontane. Così, mentre le due sorelle vanno alla ricerca di una tradizione appartenente alla loro famiglia, Olaf (insieme all’aiuto di Sven) s’impegna a viaggiare per tutto il regno, andando di casa in casa per imparare tutte le tradizioni del popolo di Arendelle e regalarle ad Anna ed Elsa.

Gli speciali

Oltre ai due lungometraggi e agli altrettanti cortometraggi, la saga di Frozen ha dato vita anche ad alcuni speciali. Ad esempio, nel 2016 è stata realizzata una brevissima serie, composta da una stagione da quattro episodi, che riprende lo stile LEGO e che s’intitola Disney Frozen – La magia delle Luci del Nord (Lego Frozen Nothern Light in lingua originale). Questi corti animati raccontano la storia delle Luci del Nord che ogni anno appaiono nel cielo di Arendelle: la loro apparizione è un manifesto di buon augurio per il regno e per Anna ed Elsa è un momento per tornare con la mente ai ricordi della loro infanzia. Così, le due decidono di gareggiare in slitta ed arrivare a Lookout Point insieme a Olaf, Sven e Kristoff: tuttavia, in maniera inaspettata, le luci sono sparite e, per Anna e Elsa, non resta che ritrovarle (ancora una volta) insieme.

A partire dal 26 giugno 2020, invece, ha debuttato su Disney+ la docuserie Frozen II: Dietro le Quinte. Articolata in sei episodi, in questa serie il cast, i compositori, gli artisti e i filmmakers raccontano la collaborazione, il lavoro e la passione che hanno dato vita a Frozen II.

Ultimo speciale, ma non meno importante, la miniserie intitolata A casa con Olaf: distribuita sul sito Disney Magic Moments di settimana in settimana durante il periodo di quarantena (resosi necessario nella primavera del 2020 a causa della diffusione del Covid-19), il progetto consiste in una serie di cortometraggi dedicati ai più piccoli e ai fan di Frozen di tutto il mondo. Nata dalla mentre di Jennifer Lee, la miniserie è stata realizzata con un complesso lavoro di coordinamento che ha visto gli animatori Disney lavorare al progetto direttamente dalle loro case, in totale sicurezza.

Prossime uscite

A distanza di quasi un anno dall’uscita di Frozen 2 – Il segreto di Arendelle, sono in molti che vorrebbero vedere già il seguito in quello che potrebbe essere Frozen 3. Tuttavia, non ci sono state ancora conferme rilevanti per credere che questo film possa essere realizzato in tempi recenti e la cosa quasi non sorprende affatto, soprattutto se si considera che Frozen 2 è uscito al cinema ben sei anni dopo Frozen – Il regno di ghiaccio, uscito nel 2013.

L’ordine in cui guardare la saga di Frozen

Tra lungometraggi, cortometraggi e speciali potrebbe diventare difficile seguire una linea logica con cui vedere tutti i progetti legati alla saga di Frozen. Bisogna considerare che sia i film, che i corti, s’incastrano perfettamente in quanto sono dei proseguimenti narrativi uno dell’altro. Ciò significa che basta seguire i titoli a seconda dell’ordine cronologico di uscita, ovvero Frozen – Il regno di ghiaccio, Frozen – Fever, Frozen – Le avventure di Olaf e Frozen – Il segreto di Arendelle. Per quanto riguarda gli speciali, Frozen II: Dietro le Quinte segue al film Frozen – Il segreto di Arendelle, mentre le miniserie Disney Frozen – La magia delle Luci del Nord e A casa con Olaf rimangono slegate da qualsiasi continuum narrativo.

Leggi anche

      Cerca