The Witcher: tutto sulla congiunzione delle sfere che ha creato il Continente

Netflix The Witcher, come funziona la congiunzione delle sfere?

Tutto quello che dovete sapere sull'evento scatenante che ha dato origine all'universo di The Witcher portando sullo stesso piano uomini e mostri.

Ogni universo fantasy ha una sua precisa mitologia e quello inventato da Andrzej Sapkowski con The Witcher non è da meno. L'autore infatti attribuisce la genesi del suo mondo ad un evento chiamato la congiunzione delle sfere, una sorta di big bang che ha unito vari universi creando il miscuglio di razze e creature visto nei libri e nella serie TV.

Nel primo videogioco di The Witcher si parla della congiunzione delle sfere in un vecchio libro:

Millecinquecento anni or sono si verificò un cataclisma, comunemente noto come 'la congiunzione delle sfere', durante il quale ci fu una collisione cosmica fra più universi paralleli. Come risultato, numerose creature appartenenti ad altri mondi (per esempio, i ghoul e i graveir, che non hanno una propria nicchia ecologica) rimasero intrappolate nella nostra dimensione.
Secondo gli elfi, anche gli umani sarebbero giunti in questo mondo, dopo aver distrutto il loro, durante la congiunzione, e fu allora che impararono a usare la magia.

Nei romanzi Sapkwoski non fornisce una data precisa dell'evento ma, stando alla timeline ufficiale fornita dalla serie, la congiunzione delle sfere avviene oltre 1000 anni prima dell'incontro tra Ciri e Geralt. Questo evento misterioso ha portato più universi a collidere tra loro in questo mondo che era originariamente abitato dagli Elfi. Per tutto il Continente infatti si possono trovare ruderi di quello che era l'antica civiltà eflica come le varie città e palazzi dorati ridotti a ruderi o riconvertiti a nuovi utilizzi dagli esseri umani.

NetflixGeralt dopo la pozione nella serie Netflix

La convivenza tra le varie razze portata dalla congiunzione delle sfere ha infatti spinto l'essere umano a fare quello che sa fare meglio: distruggere e uccidere. Per aiutare l'uomo a liberarsi delle creature mostruose che popolano il continente sono così arrivati i Witcher, cacciatori di taglie al soldo di chi è disposto a pagare sempre pronti a fare la pelle alla creatura di turno. O almeno questa è l'idea di base, la realtà è un'altra come hanno ampiamente mostrato sia la serie TV, che il videogioco tratti dai romanzi di Sapkowski. La congiunzione delle sfere ha infatti unito in un solo universo elfi, umani e mostri, ma anche creature senzienti che, seppur diverse dall'uomo, non meritano la morte, anzi, se qualche volta sono costrette ad attaccare l'essere umano lo fanno per difendersi o perché spaventate e perse nel mondo in cui si trovano.

Oltre a questo clima di astio causato dall'unione inaspettata degli universi, la congiunzione delle sfere potrebbe anche essere la responsabile dell'avvento della magia. I primi esseri in grado di praticarla sono infatti apparsi sul Continente pochi secoli dopo la congiunzione e, dopo aver creato la rinomata accademia di magia di Aretuza si sono messi subito al servizio degli uomini più potenti del regno creando prima i Witcher, per combattere i mostri senza sporcarsi le mani, e poi imparando dagli Elfi a gestire il caos. Per ringraziare il popolo elfico dell'aiuto, gli umani hanno poi sterminato gli Elfi riducendoli ad un manipolo di guerrieri arrabbiati che ora vivono sulle montagne.

Insomma, l'evento che da origine all'universo di The Witcher è un evento drammatico che ha portato morte e distruzione ovunque. Le origini dietro all'evento ancora non si conoscono ma forse qualcosa in più verrà svelata nella seconda stagione della serie TV Netflix.

      Cerca