John Carpenter è al lavoro su un reboot de La cosa

Universal Pictures Kurt Russell è R.J. MacReady in La cosa

Dopo il poco fortunato prequel del 2011, Blumhouse Productions si prepara a portare sul grande schermo un nuovo film de La cosa. A quanto pare, la pellicola sarà un reboot del cult del 1982 e John Carpenter sarà coinvolto nel progetto.

Un (altro) iconico mostro del passato si prepara a tornare sul grande schermo. Come riporta Variety, John Carpenter è al lavoro con Blumhouse Productions per realizzare un nuovo film de La cosa. Il progetto è alle primissime fasi e per il momento non sono noti altri dettagli, anche se (a quanto pare) sarà un reboot della pellicola del 1982.

Il primo a rivelare la notizia è stato proprio il leggendario regista, nel corso di una intervista per l'edizione virtuale del Fantasia International Film Festival. Tuttavia, l'autore di cult come Halloween - La notte delle streghe e 1997: Fuga da New York si è rifiutato di dire se il nuovo film sarà un prequel, un sequel o un remake. 

D'altra parte, John Carpenter ha confermato sia il progetto che il proprio coinvolgimento. Quando il suo interlocutore gli ha chiesto delle voci secondo cui avrebbe parlato con Jason Blum per dirigere un film, il regista ha risposto (dal minuto 27:17, nel video qui sotto):

L'ho fatto? Non so nulla. Ma abbiamo parlato... credo che voglia lavorare su La cosa. Penso che voglia fare un reboot de La Cosa. Forse sarò coinvolto. In futuro.

Il progetto di Blumhouse Productions non è il primo tentativo di riportare sullo schermo la storia della misteriosa creatura aliena che semina panico e morte in una base scientifica americana in Antartide, ispirata al racconto La cosa da un altro mondo di John W. Campbell.

Nel 2004, Carpenter ha rivelato in un'intervista a Empire di avere in mente un seguito, La cosa 2, con i sopravvissuti R.J. MacReady (Kurt Russell) e Childs (Keith David), ma di ritenerlo irrealizzabile per gli alti costi. E come scriveva un po' di tempo fa Bloody Disgusting, nel 2005 il canale SyFy aveva messo in cantiere una miniserie sequel. A quanto pare, la storia si sarebbe collegata direttamente al film del 1982, per poi arrivare al presente:

La trama segue una squadra russa che recupera i corpi di McReady e Childs e i resti della cosa. Poi fa un salto in avanti di 23 anni, quando la creatura aliena fugge nel Nuovo Messico e racconta i tentativi per fermarla.

In base alle informazioni riportate dal sito, che cita l'account fan di Instagram The Thing Collector Community, la miniserie si intitolava Return of the Thing, era basata su una sceneggiatura di David Leslie Johnson e il produttore doveva essere Frank Darabont:

A quanto pare, SyFy aveva già anche pianificato una durata per il progetto (4 ore), ma alla fine lo ha accantonato.

Del resto, lo stesso film originale, che negli anni ha guadagnato lo status di cult, all'uscita in sala è stato accolto in maniera a dire poco tiepida. La pellicola ha avuto la "sfortuna" di scontrarsi con E.T. l'extra-terrestre e più in generale è stato considerato un remake de La cosa da un altro mondo di Christian Nyby e Howard Hawks, anch'esso basato sul romanzo di Campbell.

Pure il prequel del 2011 (intitolato sempre La cosa), diretto da Matthijs van Heijningen Jr. e interpretato da Mary Elizabeth Winstead e Joel Edgerton, non ha avuto successo al cinema. Ma diversamente dalla pellicola di Carpenter, non è stato rivalutato con il tempo.

Il progetto di Blumhouse sarà capace non solo di fare meglio del film del 2011, ma anche di ricreare l'atmosfera horror, paranoica e inquietante della pellicola originale? E chissà, magari di risolvere il cliffhanger con il quale si chiude La cosa?

Per saperlo, non resta che aspettare. Rimanete sintonizzati per non perdere nessun aggiornamento.

      Cerca