Lucifer: chi è Michael? E qual è il suo piano?

Netflix Michael mentre Chloe lo abbraccia

Arriva dritto dal Paradiso il nuovo villain della quinta stagione di Lucifer e questa volta ha le fattezze di Tom Ellis.

"Il fratello del diavolo" non è soltanto un modo di dire nella quinta stagione di Lucifer. Appena arrivata in casa Netflix, la nuova stagione ha immediatamente introdotto un nuovo personaggio che ha tutta l’aria di essere l’ennesimo villain da contrastare, seppur abbia le fattezze di Tom Ellis. Michael, l’arcangelo Michele, è il fratello gemello di Lucifer, ben intenzionato a rovinare la vita del fratello, ma per quale motivo? Ne esiste più di uno? Conosciamo meglio Michael.

Mentre Lucifer è impegnato a gestire la rivolta all’Inferno e a tenere a bada i suoi piccoli demoni, Michael gira indisturbato sulla Terra. Lucifer è del tutto ignaro del piano del fratello e nessuno, inizialmente, sembra accorgersi del fatto che quello tornato a Los Angeles non sia il signore degli inferi, bensì qualcuno che gli assomiglia davvero tanto.

Benvenuto, Michael

La prima volta che Michael compare, abbraccia e bacia Chloe dopo averla salvata da una banda armata di criminali. La detective, però, avverte subito che qualcosa non va. Il secondo campanello d’allarme si presenta quando Lucifer si ricongiunge con Ella, mentendole spudoratamente ("Sono stato in Florida", le dice). Chloe è perplessa (sapendo che Lucifer non ha mai mentito prima) e glielo fa notare. La giustificazione è sempre la stessa: il tempo all’Inferno scorre diversamente che sulla Terra. Mentre a Los Angeles è trascorso soltanto qualche mese, agli inferi sono passati migliaia di anni ed è normale che, con il tempo, una persona cambi, anche quando si tratta del diavolo. E a Chloe quella spiegazione inizia a suonare vera.

Poi, durante un interrogatorio alla centrale, Lucifer si comporta esattamente come se non fosse Lucifer: non è aggressivo, non lancia minacce a vuoto, non persuade, non fa battutacce e non flirta con nessuna delle sospettate. Chloe è sempre più perplessa a riguardo.

Il grande piano di Michael

Cosa ci fa Michael sulla Terra? In un primo momento, il suo obiettivo è stuzzicare il cane che dorme. Vuole che Lucifer torni sulla Terra e dimostri la sua vera natura, poiché geloso e arrabbiato del fatto che, compiendo semplicemente il suo dovere, sia stato elogiato da tutti in Paradiso, come un eroe.

Michael ha intenzione di giocare con i suoi “giocattoli” terrestri e lanciare l’amo per catturare la rabbia e i veri colori del fratello, il quale intanto ha deciso di regnare davvero all’Inferno, come avrebbe dovuto fare tanto tempo prima. Tutti questi dettagli, Michael li snocciola a Maze, che è la prima a confrontarsi direttamente con lui.

A differenza di Lucifer, che chiede “Qual è il tuo desiderio più grande”, Michael chiede: “Qual è la tua più grande paura?”. Ed è qui che Chloe capisce di avere davanti a sé qualcun altro.

Ma, mentre Michael finge di essere Lucifer, rimane incantato da Chloe al punto da voler continuare la farsa e prendere il posto del fratello gemello, cambiando il piano d’origine. Amenadiel informa Lucifer dell’accaduto e il diavolo, sentitosi punto sul vivo, torna sulla Terra per fermare il fratello gemello. Durante il loro scontro, Lucifer inciderà un altro segno sulla pelle di Michael (e non metaforicamente parlando): con un coltello gli imprimerà una cicatrice sul volto, così che l'arcangelo non possa più ingannare nessuno spacciandosi per quello che non è.

Michael è il vero cattivo tra i due fratelli?

A differenza di Lucifer, Michael è un personaggio sicuramente più subdolo, che agisce nelle ombre, persino la sua postura è più arcuata, arcigna, difettosa, come se avesse uno squarcio interiore talmente marcio da riflettersi anche all’esterno.

Michael è sempre stato invidioso di Lucifer ed è stata quella malignità interiore, quella sorprendente abilità manipolatoria a spingere il fratello gemello a compiere tutte quelle azioni deplorevoli che hanno poi portato il grande Padre a isolarlo all’inferno. Pare, quindi, che dietro ogni azione ribelle di Lucifer ci sia stato lo zampino di Michael: peccato che poi a prendersi la colpa sia stato sempre e solo Lucifer.

NetflixMichael in primo piano con la sua cicatrice
Michael

Un personaggio meschino, un abile burattinaio accecato dall’invidia perché, nonostante le azioni deplorevoli agli occhi del Paradiso, Lucifer è sempre stato ben visto e acclamato. Un motivo in più per escogitare un nuovo piano e distruggere la sua gloria anche sul pianeta Terra. Con l’arrivo di Michael, infatti, tutte le certezze di Lucifer iniziano a vacillare: il suo rapporto con Chloe inizia a mutare così come le proprie vulnerabilità (scopre di essere immune al dolore fisico anche in presenza della sua detective), il rapporto con Maze si deteriora perché Lucifer non le ha confessato la verità riguardo sua madre (un errore al quale ha posto rimedio amabilmente Michael, spifferandole il segreto), così come con Dan, che grazie a Michael scopre la verità su Lucifer e non riesce a mandarla giù.

Cosa ne pensate del personaggio di Michael? Quale credete che sia il suo vero piano?

      Cerca