Cinquanta sfumature di Grigio: gli attori candidati al ruolo di Christian Grey

Universal Una scena di 50 sfumature

Jamie Dornan è stato Christian Grey nell’adattamento cinematografico di Cinquanta sfumature. Eppure altri attori avrebbero voluto (o non voluto) disperatamente quel ruolo.

Ardito, pericoloso ma anche dolce e irresistibile. Capace di innamorarsi appassionatamente ma anche di essere inflessibile e spietato. Un equilibrio tra paura e perdizione.

Oggi, a trilogia conclusa, Jamie Dornan è l’unico Christian Grey che ormai potremmo concepire sul grande schermo per Cinquanta sfumature.

Il suo dosare autorità e tenerezza ha rappresentato la chiave vincente per conquistare le fan della saga letteraria.

Il resto lo ha fatto la chimica con Dakota Johnson, la sua co-star, che ha fatto del suo meglio per incarnare l’innocenza condita al desiderio di proibito della sua Anastasia Steele.

Eppure le audizioni per interpretare i ruoli dei due protagonisti si erano prolungate per diverso tempo e tanti nomi, sia maschili che femminili, erano stati messi sul tavolo delle trattative, grazie anche ai rumor alimentati dai social.

Il romanzo di E. L. James era un best-seller che faceva gola a molti e Universal si era presa il tempo per vagliare più ipotesi, al fine di trovare la sintesi perfetta per raccontare un grande amore.

Dove tutto è iniziato OSCAR BESTSELLERS Cinquanta sfumature di grigio
Dove tutto è iniziato
OSCAR BESTSELLERS

Cinquanta sfumature di grigio

12,35 €

Alla fine la scelta è ricaduta su Jamie Dornan, attore e supermodello di Belfast, classe 1982, con la serie C’era una volta sul curriculum.

Occhi nocciola, capelli biondo scuro, Dornan è stato in grado di rendere le cinquanta (e oltre) sfumature di Christian.

Ma chi erano gli altri candidati per questo ambito ruolo?

Charlie Hunnan

Charlie Hunnan di Sons of Anarchy e Pacific Rim non era semplicemente un attore papabile, ma era stato praticamente scritturato

Una petizione dei fan del libro, che non lo vedevano adatto per il ruolo, aveva però colpito Universal e ipotetici scontri tra l’attore e la casa di produzione, riportati da Huffington Post, avevano fatto sfumare l’accordo.

La produttrice Dana Brunetti aveva dato anche una spiegazione su Twitter per questo "switch". 

C'è molto da fare nel momento di un casting, e non basta l’aspetto fisico. Servono talento, disponibilità, buona volontà, chimica con gli altri attori, ecc… Quindi, se il vostro preferito non è stato scelto o confermato, molto probabilmente è dovuto a qualcosa in quella lista. Tenetelo a mente mentre attaccate e guardate le cose in modo relativo.

Probabilmente la Brunetti, con il suo messaggio criptico, si riferiva non solo a Charlie Hunnan ma anche ad altri attori respinti o autoesclusi dal ruolo.

Garrett Hedlund

Anche l’attore del Minnesota Garrett Hedlund era stato chiamato da Universal per provare a essere Christian Grey, dopo Tron Legacy.

Hedlund ha sfiorato Grey ma poi la cosa si è risolta in un nulla di fatto. The Hollywood Reporter ha fornito un’interpretazione.

Hedlund è stato fortemente corteggiato dalla Universal, ma la star di Tron: Legacy ha abbandonato il campo a luglio perché non riusciva a entrare in contatto con il personaggio.

Matt Bomer

A volere la star di White Collar erano i fan stessi. Era circolata una petizione con 100mila firme che chiedeva l’attore nel ruolo di Christian Grey (al fianco di Alexis Bledel, la Rory di Una mamma per amica, che invece sarebbe stata Anastasia).

Poi non se n’è fatto nulla e, durante un Giffoni Film Festival, a una domanda di Movie for Kids sull’argomento Bomer ha risposto con un commento laconico.

Ah sì? Ero un possibile candidato per quel ruolo? Peccato che io non abbia mai letto il libro e non sappia nemmeno di cosa si tratti!

Chissà se le cose stavano davvero così...

Ryan Gosling

Gosling non era semplicemente un Christian Grey ideale, ma il prototipo estetico a cui l’autrice della trilogia delle sfumature, E. L. James, si era ispirata per creare il personaggio maschile.

Universal lo avrebbe scritturato al volo, senza passare dal via, ma secondo The Hollywood Reporter l’attore non è mai stato interessato al ruolo.

Ian Somerhalder

C’è chi pensa tuttora che non esistesse, anche per analogia, un Christian più adatto di un Damon Salvatore. Il sexy protagonista di The Vampire Diaries nel 2012 sembrava, stando alle voci e ai rumor, essere già nel cast del film, nel ruolo principale o in una parte secondaria (come quella di Jack, il capo di Ana).

Nella trasmissione radiofonica di Ryan Seacrest, in una puntata del 2012, era sembrato più che possibilista.

Mi piacerebbe molto prendere parte a 50 Sfumature. Potrebbe essere davvero fantastico. Ho comprato il libro e ho già iniziato a leggerlo: sarebbe un'opportunità da non farsi scappare.

Qualche anno dopo Somerhalder sembr aver cambiato idea. Nel 2016 al BloodyNightCon di Barcellona era tornato sui suoi passi in modo secco.

Sono contento di non aver interpretato quel ruolo.

La storia della volpe e l’uva oppure era stato proprio lui a tirarsi indietro?

Billy Magnussen

Anche Billy Magnussen di Into the Woods sembrava a un passo dal ruolo di Grey.

Poi però le trattative sono sfumate (chissà perché… forse anche lui, come altri, non si sentiva a proprio agio a contatto con il personaggio) e lui, intervistato da Variety ha rivelato di averla presa con filosofia.

Non mi interessa così tanto [non aver interpretato quel ruolo]. È quello che aveva in serbo il destino. Non si perde mai davvero un ruolo. Non è mai stato mio fin dall’inizio, quindi come posso essere arrabbiato per qualcosa che non ho mai avuto?

Alex Pettyfer

Anche la sexy rivelazione di Magic Mike avrebbe potuto ottenere il ruolo.

Di certo non gli sarebbe mancata la prestanza. E, stando a quanto ha riportato E!Online, il giovane attore-modello di Stevenage non avrebbe rifiutato il ruolo.

Quando Pettyfer ha fatto il provino, ha girato una scena di prova, di sesso. In quel periodo ancora si pensava che la pellicola sarebbe stata diretta da Gus Van Sant.

Poi però è andato tutto a monte: sia la regia del Premio Oscar che l’interpretazione del giovane “spogliarellista” di Magic Mike.

Stephen Amell

La star di Arrow è stata in trattative, anche senza sostenere un provino vero e proprio, per l’ambito ruolo del protagonista, come riporta Screen Rant.

Stephen Amell ha avuto un incontro con i produttori per la possibilità di interpretare Grey.

Alla fine non ha ottenuto la parte, ma non si sa nulla sui dettagli.

Thom Evans

Ex rugbista e attore scozzese, Evans è stato uno dei pochi a esprimere rammarico per non aver ottenuto la parte

Ad Attitude, in un'intervista riportata da Daily Mail, ha raccontato di aver sostenuto un provino, “molto noioso ma anche, a essere sinceri, una grande esperienza”.

L’attore ha anche ammesso che dovrebbe mentire dicendo che non gli sarebbe interessato il ruolo “in un progetto così grande”, ma allo stesso tempo di ritenere che Jamie Dornan fosse assolutamente adatto.

Sean O'Pry

Supermodello dagli occhi blu, Sean O’Pry era pronto a tuffarsi dalle passerelle e dalle campagne dei profumi pour homme alla famosa stanza delle torture di Christian.

Ha provato, grato solo per il fatto di avere avuto la possibilità. Ma ha riconosciuto qualche pecca nella sua recitazione, troppo acerba per addentrarsi in un ruolo così clamoroso.

Penso che contasse più che altro l'abilità di recitazione in quel momento. Congratulazioni a Jamie, [Dornan] però. Voglio dire, Jamie è così gentile ...

Robert Pattinson

Oltre all’inarrivabile Gosling, E. L. James aveva anche un altro preferito: Robert Pattinson, la star di Twilight, passata attraverso diversi ruoli fino a quello di Batman.

Ha perfettamente senso, dato che Cinquanta sfumature nasce come una sorta di fan-fiction sulla storia d’amore tra il vampiro e la ragazza appena arrivata a Forks, quindi è comprensibile che, nel momento della scrittura, l’autrice pensasse a Edward Cullen.

Pattinson era stato visto con la scrittrice durante un party e si pensava che ormai l’accordo fosse andato in porto. Invece non è stato così.

Probabilmente Pattinson non aveva intenzione di invischiarsi in un’altra saga simil-Twilight e ha rifiutato la parte

Chace Crawford

Un bel salto da Nate Archibald di Gossip Girl a Christian Grey di Cinquanta sfumature.

In quanto a lusso e contesto vizioso, non ci sarebbero stati grandi lavori di adattamento.

Chace Crawford avrebbe voluto il ruolo, come aveva dichiarato a FOX411.

Mi piacerebbe intraprendere questa sfida. Non ho letto i libri, ma so che è un ruolo rischioso e a essere sincero ogni tipo di scossa dalla strada che ho percorso fino a ora andrebbe bene!

Crawford aveva anche chiosato con ironia sull’attività sadomaso del protagonista.

Sarei a mio agio solo con le scene sadomaso! Le altre sarebbero semplicemente troppo semplici e noiose per me!

Alexander Skarsgård

Anche il nome di Alexander Skarsgård era circolato insistentemente attraverso i rumor a proposito del possibile Christian Grey.

Skarsgård si era – per così dire – “fatto le ossa” in True Blood, aveva posato come modello per campagne Calvin Klein ed era abbastanza disinibito per avvicinarsi al ruolo dello spregiudicato Christian Grey.

Eppure alla fine non è stato scelto, o si è tirato indietro.

Anche sul fronte femminile non sono state poche le indecisioni. Il pubblico ha fatto la propria parte, designando diverse attrici papabili, ma alla fine la parte è andata alla figlia di Melanie Griffith, regalandole una grande popolarità.

Il resto è storia, una storia che ormai conosciamo bene.

E voi cosa ne pensate? Jamie Dornan vi ha convinto come Christian Grey?

      Cerca