Grey's Anatomy 17, com'è tornare sul set in epoca Covid-19

ABC Una locandina di Grey's Anatomy con Meredith protagonista

Il set di Grey's Anatomy 17 è uno dei pochi a riaprire lentamente in epoca Covid-19: come si stanno preparando gli attori con le misure di sicurezza?

Mancavano solo quattro episodi da girare prima che Grey's Anatomy (e il resto del mondo dello spettacolo) si fermasse ed entrasse in quarantena per una delle più grandi emergenze sanitarie del nostro tempo.

Il Covid-19 ha cambiato il modo di fare televisione e i medical drama, che raccontano storie attuali, sono i primi a rispondere alla pandemia. Oltre alla serie TV creata da Shonda Rhimes, The Resident e The Good Doctor introdurranno il Coronavirus all'intero della loro narrazione. Ignorare la pandemia, aveva dichiarato la showrunner di Grey's Anatomy, Krista Vernoff, sarebbe stato difficile.

In un'intervista con il podcast di The Hollywood Reporter, riportato da E! Online, la produttrice ha anticipato in che modo l'emergenza sanitaria influenzerà il medical drama e come gli autori stanno cercando di prepararsi per girare le scene con tutte le dovute precauzioni di sicurezza.

Grey's Anatomy 17: anticipazioni sulla trama

Com'è prevedibile, i dottori del Seattle Grey Sloan non sono preparati ad affrontare una simile emergenza. Al contrario, Owen Hunt ha servito l'esercito come medico di guerra, quindi sa come gestire le situazioni di forte stress emotivo. In questo contesto, sarà fondamentale la sua esperienza per aiutare i suoi colleghi a non perdere letteralmente la testa.

Il Coronavirus, seppur parte della trama di Grey's Anatomy 17, non distoglierà l'attenzione dal romanticismo e l'umorismo che da sempre contraddistingue la serie. La Vernoff, inoltre, assicura i fan: il Covid non porterà morte e disperazione, perciò al momento non c'è da preoccuparsi sull'eventualità di dire addio a un altro dei protagonisti.

La diciassettesima stagione andrà invece a toccare un altro tasto dolente della sanità americana. A causa dell'emergenza Coronavirus, molte operazioni chirurgiche, anche di routine, sono state rimandate o semplicemente cancellate. 

Ci sono anche molte storie mediche da raccontare inerenti alla pandemia e come la morte ha colpito questo Paese. Le persone hanno paura di andare dal dottore o di recarsi in ospedale.

Grey's Anatomy 17: meno baci, più mascherine

Grey's Anatomy non è solo medicina, ma si racconta anche la vita personale (e soprattutto sentimentale) dei protagonisti. Il Covid avrà certamente un forte impatto su come le storie d'amore verranno portate sullo schermo.

La Vernoff spiega:

Per ovvi motivi non possiamo avere personaggi che si baciano tutto il tempo, ma ci sono state molte scene di sesso in Grey's Anatomy senza includere le effusioni. Abbiamo avuto sequenze in cui i vestiti si sfilavano o cadevano a terra in modo sexy. 

Essendo un medical drama, sono anche frequenti le scene in cui i personaggi sono all'interno di stanze e indossano le mascherine. Questo fattore costituisce un vantaggio, come afferma la showrunner:

Adesso non puoi stare in un ospedale senza una mascherina. Questo ci permetterà di tornare al lavoro in maniera più sicura prima di qualunque altro show televisivo.

Grey's Anatomy 17: quando iniziano le riprese?

Arrivati a questo punto, manca solo una data: quando si torna sul set? Ellen Pompeo ha fornito una risposta a una fan che su Twitter chiedeva aggiornamenti al riguardo, svelando:

L'idea è di iniziare tra un paio di settimane. Non so la data precisa, ma la regista Debbie Allen si sta già preparando. 

Qualche giorno fa, l'attrice ha dato gli ultimi aggiornamenti, confermando che manca poco alla riapertura del set:

Non resta quindi che attendere qualche foto dal set!

Grey's Anatomy 17 potrebbe andare in onda già a ottobre negli USA, Covid-19 permettendo ovviamente.

      Cerca