Anna Foglietta sarà la madre di Alfredino Rampi: i primi dettagli

Anna Foglietta è instancabile: terminato il Festival di Venezia, dove è presente in veste di madrina, sarà Franca Rampi, la madre del piccolo Alfredo Rampi.

Anna Foglietta è il nome del momento. L’attrice è sbarcata al Lido (video in testata) come madrina della 77esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, al termine del quale dovrebbe iniziare a trasformarsi in Franca Rampi

Anna, infatti, sarà la madre del piccolo Alfredo Rampi, protagonista della terribile tragedia di Vermicino. La notizia è ufficiale: il progetto si farà. 

La notizia circolava già da un anno, come progetto ordinato da Mediaset con la produzione della Lotus Production di Marco Belardi.  Anna Foglietta non ha fornito molti dettagli lato produzione, ma contrariamente alle informazioni comparse sulla stampa nel 2019, sembra che il progetto sarà un film e non una fiction. 

La tragedia di Vermicino: cosa sappiamo del film

Secondo le dichiarazioni di Anna Foglietta, la lavorazione inizierà dopo Venezia 77:

Quando torno sul set? A settembre, finito il festival. Non posso ancora dire nulla, ma vi dico che si intitola Una storia italiana ed è la storia di Alfredino Rampi. 

Il film dovrebbe essere pronto nel 2021, in occasione del 40esimo anniversario della morte del piccolo Alfredo. 

La storia ruoterà sulle terribili ore di permanenza del piccolo nel pozzo artesiano in cui era precipitato. I fatti risalgono al 10 giugno del 1981, quando il piccolo Alfredo cadde in un pozzo profondo 60 metri. Il bambino aveva solo sei anni e i tentativi di salvarlo durarono tre giorni, ma senza risultati. 

Le ultime 18 ore di tentativi furono seguite in diretta dalla Rai e hanno cambiato la modalità di fare televisione. 

All’epoca la vicenda ebbe una grande eco sulla stampa e sconvolse l’opinione pubblica. Tant'è vero che l’allora Presidente della Repubblica, Sandro Pertini, si recò sul luogo della tragedia, avvenuta in una zona di campagna vicino a Frascati, lungo la via di Vermicino.

La macchina dei soccorsi ebbe serie difficoltà di coordinazione al punto da far comprendere la necessità di creare un'organizzazione a cui demandare la gestione delle situazioni di emergenza. Nacque così la Protezione Civile, unica nota positiva della tragedia. 

Il film con Anna Foglietta dovrebbe essere diretto dal regista Marco Pontecorvo.

      Cerca