Come Tom Ellis ha ottenuto il ruolo di Lucifer: tutte le curiosità

Netflix Tom Ellis interpreta Lucifer turbato

Lo conosciamo come l'affascinante diavolo che ha abbandonato il trono degli Inferi per scorrazzare indisturbato per le strade di Los Angeles, ma come ha fatto Tom Ellis a ottenere il ruolo di Lucifer?

Da ormai cinque anni, il diavolo ha un nuovo volto ed è quello affascinante di Tom Ellis, attore gallese che, prima di approdare in casa FOX (slittata poi in Netflix), era conosciuto ai più per aver recitato in serie come "Miranda" e "Doctor Who". La fama, però, è arrivata interpretando un diavolo annoiato che dirige un nightclub nel cuore di Los Angeles e che, di giorno, presta la sua lingua biforcuta alla polizia locale, affiancando una detective nelle sue indagini. 

Tom Ellis non sapeva che la storia di Lucifer fosse tratta dai fumetti

Come i fan di Lucifer sapranno, la serie TV è tratta dai fumetti di Neil Gaiman, un dettaglio di cui Tom Ellis era all'oscuro fino all'inizio della prima stagione. 

Non mi ero reso conto che la serie fosse basata su un fumetto fino a quando non ho letto il comunicato stampa che annunciava il mio casting. Mi vergogno un po' ad ammetterlo. Ma in un certo senso sono contento perché non ha influenzato le mie scelte né mi ha dato idee pregresse sul personaggio. Per fortuna Neil Gaiman, il creatore del fumetto, ha perdonato la mia ignoranza e mi ha inviato delle copie, quindi adesso sono in pari su tutto.

Se Tom Ellis ha avuto mai qualche timore riguardo il suo personaggio? Pare di no. L'attore ha spiegato a DA:

Ho cercato di alleggerire la questione "diavolo" e di guardare il personaggio sulla carta e quello che ho visto è stato un uomo molto complicato ma divertente da interpretare. Credo che quello che mi ha davvero attirato nel ruolo sia stata l'opportunità di poter interpretare qualcuno in cui il dramma, la commedia e l'azione si mescolassero insieme. Mi ha fatto ridere più di qualsiasi altra sceneggiatura che io abbia letto.

Questo è stato uno dei motivi che ha spinto Tom Ellis a scegliere Lucifer. Dopo aver incontrato Len Wiseman, il regista, ha avuto la conferma di aver scelto bene il suo prossimo ruolo.

Si può entrare in empatia con il diavolo?

L'attore ha spiegato di non aver avuto grandi problemi ad ottenere la parte: "Tutto è dipeso dalla sceneggiatura", ha spiegato. "Era qualcosa che sapevo di voler fare non appena l'ho letto. Non mi importava che fosse il diavolo". 

NetflixLucifer al bar
Lucifer

Talvolta è facile entrare in empatia con un personaggio trovando alcuni punti in comune ed è quello che è successo anche per Tom Ellis, seppur il personaggio in questione fosse il diavolo.

Gli piace cercare il divertimento nella vita, cosa che ho sempre fatto anche io, forse un po' troppo a volte. In più, come me ama anche i giochi di parole. 

Tom Ellis, figlio di un predicatore battista

Ironico che il figlio di un predicatore battista abbia poi interpretato l'angelo caduto dal Paradiso, vero? Il padre però non sembra averla presa così male, anzi, Ellis ha spiegato che la sua famiglia era entusiasta all'idea del suo nuovo ruolo. 

NetflixLucifer
Tom Ellis, figlio di un predicatore battista

Quand'era bambino, Tom Ellis aveva partecipato ai presepi viventi della parrocchia del padre, eppure non aveva mai avuto ruoli principali perché il padre non voleva essere accusato di nepotismo. Cresciuto con un padre e uno zio pastore, l'attore gallese ha spiegato però che il suo interpretare Lucifer non è stato motivo di disagio in famiglia, anzi: tutti hanno accolto l'idea con eccitazione. 

Lucifer s'ispira a David Bowie

Un personaggio, quello di Lucifer, vagamente ispirato a David Bowie. "Lo ha ispirato in termini di schizzi nella graphic novel, quello che abbiamo fatto nella serie TV è stato prendere parte della musica di Bowie e infonderla nel pilot", ha spiegato Ellis. Di conseguenza, Lucifer si è dimostrato essere un fan di Bowie e della sua musica. 

Immaginereste un altro attore al posto di Tom Ellis per interpretare Lucifer?

      Cerca