La bambola assassina: tutti i film del franchise (e l'ordine in cui guardarli)

United Artists Chucky, il protagonista del franchise

La bambola assassina è un iconico franchise horror cominciato nel 1988 con l'omonimo film ideato da Don Mancini. Ecco tutti i film che ne fanno parte e qualche dettaglio sull'attesa serie TV ispirata proprio alle pellicole del franchise originale.

Uno dei franchise cinematografici di certo più apprezzati dai grandi amanti dei film horror è sicuramente quello de La bambola assassina, che vanta come protagonista una bambola di nome Chucky, nella quale un serial killer in punto di morte ha riversato la propria, malvagia, anima. Il suo intento è quello di poter rientrare nel corpo di un essere umano. Anzi, di rientrare nel corpo della prima persona a cui ha rivelato la sua identità, altrimenti rischia di rimanere per sempre intrappolato nella bambola. Questa è la ragione per cui dovrà scegliere Andy, un bambino che riceve il famigerato Chucky come regalo di compleanno dalla sua mamma...

Cominciato nel 1988 con l'omonimo film (titolo originale Child's Play), il franchise de La bambola assassina ha generato una serie di ben sei sequel, prodotti di merchandise, fumetti e un remake che porta lo stesso nome della pellicola originale e che è uscito nei cinema mondiali nell'estate del 2019. Non solo. Nei primi mesi del 2020 l'emittente statunitense Syfy ha ordinato la realizzazione di Chucky, una serie TV ispirata proprio alle sanguinose vicende dei film ideati da Don Mancini. 

Grande è stato l'entusiasmo di quest'ultimo dinanzi alla possibilità di poter portare sul piccolo schermo un personaggio complesso come Chucky, con le potenzialità della serie TV che ne consentiranno di approfondire alcuni aspetti inevitabilmente "accantonati" dai film a causa del loro tempo più limitato. Come rivelato a Deadline nei mesi scorsi da Don Mancini:

Per molto tempo ho desiderato a lungo portare Chucky in televisione e Syfy è la rete perfetta per noi. Lo show rappresenterà una nuova interpretazione del franchise, permettendoci di esplorare il personaggio di Chucky con una profondità che può essere offerta in modo univoco dal formato della serie TV, rimanendo fedele alla visione originale che ha terrorizzato il pubblico da oltre tre decenni.

Ma procediamo con ordine, riepilogando quali sono tutti i film del franchise cinematografico di Chucky, il loro ordine di visione e andando a scoprire qualche dettaglio maggiore sulla serie TV tanto bramata da Don Mancini.

I film in ordine di uscita

La bambola assassina (1988)

Titolo originale: Child's Play
Regia: Tom Holland
Sceneggiatura: Don Mancini, Tom Holland, John Lafia
Durata: 87'

Charles Lee Ray, pericoloso latitante e serial killer, viene inseguito per le strade di South Side, Chicago, dal detective della omicidi Mike Norris, che gli spara più volte. Il complice di Ray, Eddie Caputo, scappa in un veicolo da solo, mentre Ray irrompe in un negozio di giocattoli e, rendendosi conto di stare per morire, esegue un incantesimo di vodou haitiano per trasferire la sua anima in una delle bambole "Tipo Bello", facendo sì che il negozio venga colpito da un fulmine ed esploda. Mike sopravvive all'esplosione e rientra nel negozio, trovando il cadavere di Charles e la famigerata bambola.

Il giorno seguente, Karen Barclay, vedova e madre di un ragazzino, acquista inconsapevolmente la bambola - che ora si chiama "Chucky" - da un venditore ambulante senza tetto come regalo di compleanno per il figlio di sei anni, Andy Barclay, che da tempo desiderava un pupazzo "Tipo bello". Più tardi, quella sera stessa, la migliore amica di Karen, Maggie, fa da babysitter ad Andy mentre Karen lavora fino a tardi. Dopo che Andy va a dormire, Maggie trova Chucky seduto davanti a un televisore sintonizzato su un telegiornale serale nel quale si parla proprio di Charles Lee Ray.

Maggie riporta la bambola a letto, ma finisce con l'essere colpita in faccia con un martello e cade dalla finestra, morendo sul colpo. La polizia perquisisce l'appartamento e il detective Norris ritiene che il colpevole possa essere proprio Andy. Prima di tornare a letto, Andy afferma, invece, che sia stato Chucky ad uccidere Andy, mentre Karen, tornata a casa, intima alla polizia di andarsene. All'indomani, Chucky, dopo essersi fatto portare da Andy nel centro di Chicago, si intrufola nella casa di Eddie e lo uccide provocando un'esplosione di gas. Andy è ancora una volta considerato un sospettato e viene ricoverato in un ospedale psichiatrico dopo aver nuovamente affermato che sia invece Chucky il responsabile dell'omicidio.

Dopo un'inziale titubanza, Karen e il detective Norris si rendono conto di come Andy stesse dicendo la verità, mentre Chucky apprende dal suo maestro di vodou che il motivo per cui prova dolore fisico (viene colpito con una pistola da Norris) è che si sta "umanizzando". Deve pertanto possedere il corpo della prima persona a cui si è rivelato, per diventare del tutto umano e abbandonare il corpo della bambola. Dopo una serie di peripezie, Karen e Norris riescono ad uccidere Chucky colpendolo al cuore e mettendo la parola fine al terribile incubo di Andy e delle loro vite.

La bambola assassina 2 (1990)

Titolo originale: Child's Play 2
Regia: John Lafia
Sceneggiatura: Don Mancini
Durata: 84'

A distanza di due anni dagli eventi del primo film, vediamo come Karen, la mamma di Andy, venga posta sotto sorveglianza psichiatrica in quanto nessuno le crede in merito agli omicidi della bambola assassina Chucky. Il piccolo Andy, pertanto, viene dato in affidamento ai coniugi ai coniugi Phil (Gerrit Graham) e Joanne Simpson (Jenny Agutter). Andy sembra trovarsi bene e comincia anche a legare con la ribelle Kyle, ragazza che vive con i Simpson. L'apparente idillio familiare viene però distrutto dal ritorno di Chucky. 

I resti della bambola, infatti, vengono recuperati e rimontati dalla Play Pals Corporation, la società che produce le bambole "Tipo bello", per rassicurare i propri azionisti dopo la pubblicità negativa causata dagli omicidi avvenuti tempo prima. Durante la fase di riassemblamento della bambola si verifica un aumento di tensione e uno dei lavoratori della catena di montaggio viene ucciso da una folgorazione. Il signor Sullivan, dirigente dell'azienda, ordina al suo assistente Mattson di coprire l'incidente e sbarazzarsi definitivamente di Chucky, ignaro che la bambola sia stata riportata in vita dall'incidente stesso.

Chucky si mette così sulle tracce di Andy, che deve possedere per tornare umano, e si infiltra nella casa dei Simpson, distruggendo un'altra bambola "Tipo bello" chiamata "Tommy" e sostituendola con se stesso. Non mancheranno i guai per Andy e Kyle, che dovranno faticare non poco per liberarsi definitivamente della temibile bambola assassina.

La bambola assassina 3 (1998)

Titolo originale: Child's Play 3
Regia: Don Mancini
Sceneggiatura: Don Mancini
Durata: 90'

Otto anni dopo la seconda morte di Chucky, la società Play Pals a stento si è ripresa dalla cattiva pubblicità causatagli dalla follia omicida di Chucky e riprende la produzione delle bambole "Tipo bello". L'azienda ripristina e ripulisce la fabbrica abbandonata (dove è rimasto il corpo mutilato di Chucky) e inizia a rilasciare una nuova linea di bambole "Tipo bello". Tuttavia, i lavoratori mescolano accidentalmente il sangue di Chucky in una vasca di plastica. Poiché l'anima del serial killer Charles Lee Ray abita ancora nei resti della bambola, la miscela fa rinascere Chucky che viene inconsapevolmente dato al CEO di Play Pals, il signor Sullivan, che finisce con l'essere ucciso dalla stessa bambola.

Nel frattempo, l'ormai sedicenne Andy Barclay, ancora turbato dal suo passato con Chucky, è stato accolto dall'Accademia Militare del Kent dopo essere stato respinto da diverse famiglie affidatarie. Il colonnello Cochrane, comandante della scuola, iscrive a malincuore Andy, ma gli consiglia di dimenticare le sue "fantasie" sulla bambola. Andy fa amicizia con i cadetti Harold Aubrey Whitehurst, Ronald Tyler e Kristin DeSilva, per la quale inizia a provare dei sentimenti.

Incontra anche Brett C. Shelton, un tenente colonnello che regolarmente fa il prepotente con i cadetti. Chucky si fa spedire all'accademia all'interno di un pacco per essere consegnato ad Andy, ma invece va incontro a Tyler, il quale aveva aperto il pacco per vedere una bambola "Tipo Bello". Nonostante la rabbia iniziale, Chucky si rende conto che Tyler può essere il suo nuovo corpo da possedere, visto che gli ha rivelato di essere vivo e anche perché ormai è passato troppo tempo per cercare nuovamente di trasferirsi nel corpo di Andy. Altri guai in vista, dunque, per lo stesso Andy e i suoi nuovi amici, che dovranno tentare in tutti i modi di salvarsi dalla furia omicida del redivivo Chucky.

La sposa di Chucky (1998)

Titolo originale: Bride of Chucky
Regia: Ronny Yu
Sceneggiatura: Don Mancini
Durata: 89'

A differenza dei primi tre film del franchise, La sposa di Chucky si caratterizza per una svolta decisamente umoristica e spesso parodica. Un mese dopo gli eventi di La bambola assassina 3, Tiffany Valentine, ex amante e complice del serial killer Charles Lee Ray, corrompe un agente di polizia per prendere possesso delle parti smembrate di Chucky, salvo poi uccidere il poliziotto. Credendo che l'anima di Ray dimori ancora nella bambola, Tiffany ricuce grossolanamente Chucky e rievoca il rituale vudù che aveva instillato l'anima del suo amante nella bambola circa dieci anni prima. Sebbene i suoi incantesimi inizialmente falliscano, Chucky prende vita inaspettatamente e soffoca a morte un corteggiatore di Tiffany con un cuscino mentre la donna osserva eccitata.

Sperando di riprendere la loro storia da dove era stata interrotta, Tiffany mostra a Chucky un anello di diamanti che lui aveva lasciato a casa sua la notte in cui è stato ucciso. Dopo aver realizzato che Tiffany credeva che il regalo fosse un anello di fidanzamento, Chucky spiega di averlo rubato a una delle sue vittime più ricche quando era un famoso serial killer umano. Infuriata ed affranta, Tiffany punisce Chucky mettendolo in un box per bambini a mo' di gabbia. Più tardi, gli dona una bambola parlante vestita con abito da sposa per prenderlo in giro.

Chucky riesce a scappare dal box e uccide Tiffany spingendo un televisore nella sua vasca da bagno e fulminandola all'istante. Quindi trasporta la sua anima nella bambola della sposa. Chucky rivela il suo piano a Tiffany, secondo il quale devono recuperare un amuleto magico che è stato sepolto con il corpo di Ray per trasferire le loro anime nei corpi del vicino di Tiffany, Jesse, e della sua ragazza Jade. Tiffany invia un messaggio a Jesse chiedendogli di portare le due bambole a Hackensack, nel New Jersey, in cambio di denaro. Desideroso di fuggire con la sua ragazza Jesse accetta l'offerta, ma sarà solo l'inizio dell'ennesimo incubo...

Il figlio di Chucky (2004)

Titolo originale: Seed of Chucky
Regia: Don Mancini
Sceneggiatura: Don Mancini
Durata: 87'

Incrociando ancora una volta commedia e horror, Don Mancini si è messo al timone della regia de Il figlio di Chucky, quinto episodio del fortunato franchise.

A distanza di sei anni dagli eventi del film precedente che hanno visto Tiffany partorire una bambolina nel finale, Glen, il docile figlio di Chucky e Tiffany, ha un incubo nel quale uccide i genitori di una bambina. Nella realtà, sta vivendo un'esistenza di imbarazzo totale essendo trattato come un fenomeno da baraccone da un aspirante ventriloquo, Psychs, che lo ha portato con sé in Inghilterra. Dopo essere stato costretto ad esibirsi al Concorso Internazionale di Ventriloqui a Glastonbury, e poi rinchiuso in una gabbia, Glen vede un'anteprima del nuovo film horror con l'attrice Jennifer Tilly dal titolo "Chucky sull'orlo della follia", basato sugli omicidi passati legati alle due bambole Chucky e Tiffany.

Dopo aver compreso di essere il figlio dei due, nel disperato tentativo di conoscere i suoi genitori, Glen riesce a sfuggire al suo proprietario violento e rintraccia le bambole Chucky e Tiffany a Hollywood. Si ritrova nella stanza degli oggetti di scena di Chucky sull'orlo della follia, che contiene le bambole Chucky e Tiffany. Glen usa il Cuore di Damballa, un amuleto voodoo, per riportarli in vita. Chucky sviene alla notizia di avere un figlio, mentre Tiffany è felicissima e abbraccia Glen. Quando un burattinaio inizia a smontare Tiffany, lei e Chucky lo decapitano con un filo da pianoforte, con grande sdegno di Glen che vorrebbe dei genitori "meno violenti". Jennifer trova il corpo decapitato e chiama la polizia, mentre Chucky, Tiffany e Glen tornano a casa con lei in una limousine. Alla famigliola ritrovata non resta ora che trovare dei nuovi corpi da possedere per diventare umani...

La maledizione di Chucky (2013)

Titolo originale: Curse of Chucky
Regia: Don Mancini
Sceneggiatura: Don Mancini
Durata: 96'

Primo episodio del franchise uscito diretto in versione Direct-to-Video, La maledizione di Chucky si caratterizza per un deciso ritorno ai tratti horror comuni ai primissimi film della serie dedicata alla bambola assassina. Anche Chucky riprende l'iconico aspetto della prima bambola posseduta dal famigerato serial killer Charles Lee Ray.

Nel 2013 (venticinque anni dopo gli eventi del primo film), una bambola "Tipo bello" arriva misteriosamente per posta a casa della paraplegica Nica Pierce e di sua madre Sarah. Le due vivono in una casa isolata alquanto diroccata. Ignorando la provenienza di quel regalo, Sarah getta la bambola nella spazzatura. Più tardi, quella stessa notte, Sarah viene trovata morta a causa di una coltellata e la sua morte viene considerata un suicidio. In seguito, Nica riceve la visita di sua sorella Barb, accompagnata da suo marito Ian, da loro figlia Alice, dalla tata Jill e da padre Frank. Alice trova la bambola Chucky nella spazzatura e le viene consentito di tenerla con sé.

La sera stessa, mentre Alice e Nica stanno preparando un piatto vegano, Chucky versa segretamente del veleno per topi in una delle ciotole della cena. Padre Frank mangia il veleno e, stordito dalle sostanze presenti nel cibo, muore in un incidente d'auto. L'agente Stanton più tardi arriva per esaminare il corpo. Quella notte, Nica decide di indagare sulle origini di Chucky e su Internet trova numerosi articoli di notizie sugli omicidi legati sia alla bambola che a Charles Lee Ray. Nel frattempo, Chucky calcia un secchio di acqua piovana sulle prese di corrente del pavimento, fulminando Jill e provocando un blackout. Barb si alza per cercare Alice e si reca in soffitta dove trova Chucky. Vede un grosso coltello all'interno della camicia della bambola ed esamina un po' della finta pelle di Chucky, che rivela dei punti di sutura nascosti, cuciti in passato da Tiffany. Chucky prende improvisamente vita e la uccide colpendola in un un occhio con un coltello da cucina. Nica sente l'urlo di Barb ma deve arrampicarsi su per le scale e, una volta arrivata al piano di sopra con non poca difficoltà viste le sue condizioni, scopre che Barb è morta e Chucky è vivo.

La maledizione della bambola, dunque, continua.

Il culto di Chucky

Titolo originale: Cult of Chucky
Regia: Don Mancini
Sceneggiatura: Don Mancini
Durata: 91'

Ultimo episodio del franchise originale (prima del remake del 2019), Il culto di Chucky ci riporta nella vita di un ormai adulto Andy Barclay, che possiede ancora la testa originale, viva e ricucita di Chucky, che è cosciente e deforme dopo essere stato ripetutamente torturato da Andy come punizione per i suoi crimini. Nel frattempo, Nica Pierce (che abbiamo conosciuto nel film precedente) ha trascorso gli ultimi quattro anni della sua vita in un istituto psichiatrico, dopo essere stata incastrata da Chucky per gli omicidi della sua famiglia. Dopo la terapia, Nica crede di essere stata davvero responsabile degli omicidi e che Chucky sia stato una manifestazione della sua psicosi. Il dottor Foley, il suo medico, decide di trasferirla all'ospedale psichiatrico di media sicurezza di Harrogate.

Nella terapia di gruppo, Nica incontra Malcolm, un uomo con disturbi di personalità multipla; Angela, una vecchia che crede di essere morta; Claire, una donna che ha bruciato la sua casa; e Madeleine, una paziente che ha soffocato a morte il figlio neonato. Il dottor Foley introduce per tutti una tecnica che coinvolge una bambola "Tipo bello". La maggior parte dei pazienti è turbata dalla bambola, tranne Madeleine, che la tratta come se fosse il suo bambino.

Nica, nel frattempo, riceve la visita di Tiffany Valentine, il tutore legale di sua nipote Alice. È devastata quando Tiffany la informa che Alice è morta, apparentemente di crepacuore. Tiffany lascia a Nica una bambola "Tipo bello", che sostiene essere un regalo di Alice. Quella notte, Chucky si sveglia e scopre che Nica ha tentato il suicidio. La mattina dopo, Nica scopre che i suoi polsi sono stati cuciti, con un messaggio che dice "Non così in fretta". Scopre che Angela è stata uccisa, lasciando il messaggio "È stato Chucky".

Dopo aver realizzato che Valentine era il cognome della ragazza di Charles Lee Ray, Nica capisce che Chucky è più che reale. Temendo che Madeleine sia in pericolo, Nica chiede a Malcolm di metterla in guardia. Tuttavia, Madeleine lancia sia la bambola che Malcolm in una fossa. Gli inservienti riescono a salvare Malcolm. Claire tenta di sbarazzarsi di Chucky scaricandolo nello scivolo della spazzatura, ma questi le morde il braccio. Gli inservienti sedano Claire, credendo che stesse facendo del male a se stessa. Chucky poi riesce ad uccidere Claire, mentre Andy viene a sapere degli omicidi online e si rende conto che Chucky è riuscito in qualche modo a trasferire la sua anima in più corpi contemporaneamente.

Il suo incubo è tornato.

La bambola assassina (2019)

Titolo originale: Cult of Chucky
Regia: Lars Klevberg
Sceneggiatura: Tyler Burton Smith
Durata: 90'

Remake del film originale del 1988, La bambola assassina ha ricevuto recensioni contrastanti dalla critica ma si è pur sempre portata a casa 44 milioni di dollari di incasso in tutto il mondo a fronte di un budget di produzione di 10 milioni. La trama ripercorre in diversi punti quella della pellicola scritta da Don Mancini nell'88.

La multinazionale Kaslan Corporation ha appena lanciato Buddi, una linea rivoluzionaria di bambole high-tech progettate per essere compagni di vita dei loro proprietari, imparare da ciò che li circonda e agire di conseguenza, ottenendo rapidamente un gran successo presso i bambini di tutto il mondo. In una fabbrica di assemblaggio in Vietnam, un dipendente viene licenziato dal suo lavoro di supervisore, giudicao insufficiente. Per vendetta, il dipendente manipola la bambola Buddi che sta assemblando, disabilitando tutti i suoi protocolli di sicurezza, prima di suicidarsi. La bambola viene imballata insieme ad altre in preparazione per la consegna internazionale.

A Chicago, nell'Illinois, la commessa Karen Barclay e suo figlio di 13 anni, ipoudente, Andy, si sono trasferiti nel loro nuovo appartamento. Nel tentativo di rallegrare Andy e compensare il disagio causato dal trasferimento e dalla presenza del suo nuovo fidanzato Shane, Karen ricatta il suo capo, Wes, affinché si procuri una bambola Buddi difettosa, per poterla dare a Andy come regalo di compleanno anticipato. Una volta che Andy attiva la bambola, la chiama "Chucky" e questa si affeziona al suo proprietario.

Nel corso del tempo, Chucky aiuta Andy a fare amicizia con altri due bambini nell'edificio - Falyn e Pugg - ma inizia anche a mostrare delle tendenze violente. Ad esempio, cerca di strangolare il gatto domestico dei Barclay dopo che questi ha graffiato Andy e una notte, mentre lui e i suoi amici guardano allegramente un film dell'orrore, Chucky inizia a imitare la violenza sullo schermo e si avvicina al trio con un coltello da cucina prima che Andy lo disarmi. Comincia l'incubo di Andy, che dovrà far fronte alla furia omicida della sua bambola Chucky.

La bambola assassina: l'ordine di visione dei film 

United ArtistsChucky, la bambola assassina
Chucky, il protagonista del franchise de La bambola assassina

Per poter comprendere al meglio la storia di Chucky, di sua moglie e della sua famiglia, non dovrete fare altro che guardare tutti i film del franchise in ordine di uscita. Tutta la narrazione, infatti, prosegue film dopo film riprendendo ad intervalli di tempo dalla fine della pellicola precedente. In questo modo riuscirete a "gustarvi" appieno i delitti efferati di Chucky e della sua temibile famiglia composta da Tiffany e Glen. Distante in ordine cronologico dal franchise è solo il remake del 2019 che, pur riprendendo personaggi e dettagli del film originale del 1988, se ne discosta per essere più moderno e per un'impronta decisamente più terrificante.

Ecco l'ordine di visione dei film:

  • La bambola assassina (1988)
  • La bambola assassina 2 (1990)
  • La bambola assassina 3 (1991)
  • La sposa di Chucky (1998)
  • Il figlio di Chucky (2004)
  • La maledizione di Chucky (2013)
  • Il culto di Chucky (2017)
  • La bambola assassina (remake del film originale - 2019)

Chucky: primi dettagli sulla serie TV de La bambola assassina

Se i film del franchise de La bambola assassina non vi sono bastati, sappiate che nel 2021 è pronta a debuttare sull'emittente statunitense Syfy la serie TV ispirata alla storia di Chucky creata da Don Mancini nei lontani anni '80. Lo sceneggiatore è stato coinvolto anche nella realizzazione di questo show televisivo che vedrà anche il ritorno di Brad Dourif, nei panni del bambolotto assassino che lo ha reso celebre in tutto il mondo.

Qui sopra potete gustarvi il primo teaser della serie che avrà il nome di Chucky. Girata interamente prima dello scoppiare nel mondo della pandemia di CoronaVirus, Chucky segnerà il ritorno di personaggi noti a coloro che hanno visto i film, ma al tempo stesso introdurrà nuovi personaggi di modo che lo show potrà configurarsi come un sequel dei film.

La sinossi ufficiale è la seguente:

In seguito all'arrivo in una cittadina americana di una bambola vintage di Chucky, hanno luogo tutta una serie di omidici capaci di mettere in luce segreti ed ipocrisie della città stessa. Non solo. In città arrivano anche amici e nemici di Chucky che potrebberò svelare la verità sugli omicidi e soprattutto rivelare chi è il demone che si nasconde nella spaventosa bambola.

Al momento ancora non è noto se e quando Chucky arriverà in TV anche in Italia. Nell'attesa che questo momento arrivi presto, possiamo pensare di rinfrescarci la memoria andando a gustarci tutti i film del franchise, dal 1988 a oggi, compreso il remake del 2019.

FONTE: TMDB  / Film Affinity

      Cerca