Maurice Tillet, la storia dell’uomo che avrebbe ispirato Shrek

IISG su Flickr/CC BY-SA 2.0 Maurice Tillet, lottatore francese vissuto nella prima metà del ‘1900

L'aspetto dell'orco più famoso della storia del cinema d'animazione deriverebbe da un lottatore francese vissuto nella prima metà del secolo scorso. DreamWorks non conferma ma le immagini – se non altro – sottolineano una certa somiglianza...

L’aspetto di Shrek sarebbe basato su quello di Maurice Tillet, lottatore di wrestling francese apparso anche in alcuni film nella metà del secolo scorso. Il compagno inseparabile di Ciuchino, protagonista di una saga di film e spin-off di successo, si ispirerebbe così a una persona vera. Una persona che, un po’ come il personaggio DreamWorks, ha vissuto una vita decisamente fuori dall’ordinario.

Al posto di draghi da sconfiggere e principesse da salvare, Maurice ha dovuto fare i conti con le difficoltà della vita, superate però con determinazione e fantasia. Ecco allora la storia dell’uomo che – presumibilmente – ha ispirato l’aspetto del personaggio di Shrek.

DreamWorksShrek e Ciuchino in una scena del film Shrek

Maurice Tillet, l’angelo francese che menava sul ring

La storia di Maurice Tillet non inizia in una palude solitaria e nemmeno nel regno di Molto Molto Lontano. Il futuro lottatore nasce a San Pietroburgo, il 23 ottobre 1903, da genitori francesi. Dopo i primi anni trascorsi in Russia, la famiglia Tillet decise di tornare in Francia, e più precisamente a Reims, nel 1917.

Nonostante la morte prematura del padre, l’infanzia di Maurice passa più o meno serenamente, tant’è che il suo aspetto (capelli biondi e viso angelico) gli fa guadagnare il soprannome di “Angelo francese”. Così come riportato da Extra, però, i problemi non tardarono ad arrivare.

Intorno ai 20 anni, Maurice notò degli strani gonfiori su mani, piedi e capo. La diagnosi arrivò come una sentenza: acromegalia. Si tratta di una rara condizione determinata da un tumore benigno alla ghiandola pituitaria, che determina la crescita sproporzionata delle ossa. La conseguenza primaria è lo sviluppo poco armonico di alcune parti del corpo, come la testa o le mani.

La notizia cambia totalmente la vita di Maurice. I suoi sogni di diventare avvocato dopo aver frequentato l’università vengono definitivamente messi da parte. Il ragazzo sceglie di arruolarsi nella marina. Cinque anni dopo, combatte il suo primo match di wrestling. Questa decisione avvenne dopo l’incontro in Lituania con Karl Pojello, lottatore professionista che lo convinse a salire sul ring.

Nel 1939, Tillet dovette trasferirsi negli Stati Uniti per evitare gli orrori della Seconda Guerra Mondiale in Francia. Iniziò in questo periodo a competere sui ring di Boston e Chicago, dove gli venne affibbiato un soprannome decisamente meno angelico: “The freak of the ring”. Eccolo in azione un filmato dell’epoca:

Gli anni ’40 furono quelli della consacrazione. Tillet divenne il lottatore più famoso del circuito di Boston, tant’è che registrò solo vittorie per 19 mesi consecutivi.

Da gloria del wrestling a eroe del cinema

La popolarità raggiunta come wrestler spinse Tillet a provare una nuova carriera: attore. Ed è questo, forse, il primo punto di contatto tra l’Angelo francese e Shrek, visto che Maurice apparve in una serie di film francesi dell’epoca. Tra le apparizioni di maggior rilievo quella del 1935, in Princesse Tam Tam, dove lo si può osservare brevemente tra le comparse:

Un’altra apparizione cinematografica risale al 1931, nel film Un Soir De Rafle. In questo caso, Tillet interpreta L’uomo Cannone:

Ben presto, anche la comunità scientifica iniziò a interessarsi al caso di Maurice. L’università di Harvard, in particolare, chiese di poter analizzare a fondo la sua condizione. L’Angelo francese accettò di buon grado, e si scoprì così che all’età di 37 anni misurava 1,72 metri di altezza, per un peso di 125 chilogrammi. La circonferenza del petto era di 1,19 metri.

Nonostante la sua natura piuttosto schiva e riservata, poco prima di morire, nel 1954, Tillet accettò anche la richiesta di poter realizzare un calco del suo viso. Lo scultore Louis Linck creò così diversi busti di Maurice, due dei quali sono visibili ancora oggi, nella USA Weightlifting Hall of Fame ospitata nel York Barbell Building di York, in Pennsylvania, Stati Uniti.

Ed è proprio da qui che inizierebbe, secondo alcuni, la seconda carriera cinematografica di Tillet. Quella come Shrek.

Il possibile punto di contatto tra Shrek e Maurice Tillet

Starcasm riporta la testimonianza di un blogger anonimo, dichiaratosi ex dipendente DreamWorks durante il periodo di sviluppo del personaggio di Shrek. Secondo la fonte ora citata, prima di iniziare a creare Shrek vennero osservati con particolare attenzione alcuni wrestler del passato, come “L’angelo svedese”, “L’angelo irlandese” e appunto “L’angelo francese”. Huffpost, però, già nel 2014 segnalava che DreamWorks non ha mai voluto rilasciare una dichiarazione che facesse luce sui rumor relativi al possibile accostamento tra Shrek e Tillet.

Il mistero del rapporto tra l’Angelo Francese e il mitico orco verde, allora, sembra dover continuare…

DreamWorksUn primo piano di Shrek, personaggio DreamWorks

Cosa ne pensate? Secondo voi DreamWorks si è davvero ispirata a Maurice Tillet per creare il personaggio di Shrek?

"File:01-26-1953 11274 Maurice Tillet (4304937426).jpg" by IISG is licensed under CC BY-SA 2.0

  • Il nome Shrek deriva dalla parola tedesca "schreck" e dal termine yiddish "שרעק" (pronunciato shrek). In entrambi i casi, il significato è traducibile in italiano con "paura", "spavento", "terrore" o "allarme".

      Cerca