L'ora della verità: come finisce la serie? Gli eventi degli ultimi episodi

Authentic Prod, Federation Entertainment Caterina Murino ne L'ora della verità

Il finale de L'ora della verità, fiction francese con Caterina Murino andata in onda su Canale 5, sbroglia la matassa portando alla luce segreti indicibili e colpi di scena inaspettati. Ecco come finisce la serie.

L'ora della verità è una serie televisiva francese basata sull'omonimo libro di Michel Bussi andata in onda in Francia nel 2019 e approdata in Italia, su Canale 5, sul finire dell'estate 2020. Con Mathilde Seigner e Caterina Murino, rispettivamente nei panni di Clotilde e Palma, una madre e una figlia, la fiction è un andirivieni tra passato e presente tinto di mistero e ambiguità. 

La trama de L'ora della verità racconta la storia di Clotilde, un brillante avvocato che vive a Parigi con il marito Franck (Thierry Godard) e la figlia Valentine (Zoé Marchal). Nonostante siano passati ormai 25 anni e lei sia una donna adulta, Clotilde continua a essere tormentata dagli incubi relativi al terribile incidente in cui tutti i membri della sua famiglia - la madre, il padre Paul (Grégori Fitoussi) e il fratello Nicolas (Théo Frilet) - persero la vita. Nell'estate 1994, i quattro si trovavano in Corsica per le vacanze quando il padre Paul perse il controllo dell'auto precipitando in una scogliera. Solo Clotilde si è salvata, ma il ricordo di quel giorno la perseguita, come se ci fosse qualcosa di non detto e di ancora misterioso.

A causa di un piccolo incidente riportato dalla figlia Valentine, in Corsica presso la casa dei nonni Idrissi, Clotilde si fa coraggio e dopo ben 25 anni fa ritorno sull'Isola, in compagnia del marito Franck. Sin dal suo arrivo, hanno luogo accadimenti insoliti: la donna riceve un biglietto apparentemente scritto dalla madre Palma, la cui morte venne però accertata da suo nonno Cassanu (Serge Riaboukine) - che ne riconobbe il corpo - in quella maledetta estate.

Clotilde non si dà pace e si convince che sua madre sia ancora viva: inizierà a indagare sull'accaduto, supportata da alcuni vecchi amici che ritrova sull'Isola. In Corsica, infatti, Clotilde incontra il medico Mika (Louis Duneton) e la moglie Aurelia (Noémie Kocher), il fratello di lei Stéphane (Cyril Lecomte) e il loro padre César (Yves Rénier), che si occupò delle indagini sulla scomparsa della famiglia Idrissi. La figlia di Palma rivede anche Natale (Stanley Weber), biologo marino di cui si era invaghita da ragazzina e con cui sua madre ebbe una relazione, l'arrogante Cervone (Fred Testot), oggi affermato direttore di hotel e di un camping, e scopre dell'esistenza di Orsù (Vincent Deniard), tuttofare del camping che nasconde uno sconvolgente segreto.

Le indagini di Clotilde portano a una verità impensata: l'auto su cui lei e la sua famiglia viaggiavano venne sabotata e quell'estate sua madre Palma apprese che Paul aveva da anni una relazione extraconiugale con una vecchia fiamma di gioventù, l'instabile Salomé (Jenifer Bartoli), e che quest'ultima ebbe addirittura un figlio da lui. Le scoperte di Clotilde danno il via a una spirale di sangue e di omicidi: chiunque lei consulti per saperne di più viene ucciso, a partire dal gendarme César sino al fotografo Schreiber, padre di Mika.

Il finale de L'ora della verità

Clotilde scopre che Orsù, arrestato per gli omicidi di César e Schreiber, è il suo fratellastro, nato dalla relazione extraconiugale di suo padre Paul con Salomé. La donna era ossessionata da lui, tanto da minacciare continuamente Palma e tutta la famiglia, forte del fatto che quest'ultima fosse mal sopportata da Cassanu Idrissi e da tutti gli altri membri della comunità locale. Clotilde e il marito Franck continuano a indagare e cercano di capire chi possa aver sabotato l'auto: fu Palma, come suo nonno Cassanu cerca di farle credere, o Salomé?

Clotilde, intanto, si reca in prigione da Orsù che le conferma che sua madre è viva: la donna, infatti, si trova in una botola dove è stata segregata per ben 25 anni, ma da chi? Attraverso una serie di flashback scopriamo che Palma inizialmente era intenzionata a fuggire con Natale, ma che in un secondo momento, pentita, decise di rinunciare alla sua avventura romantica con l'uomo e di fare ritorno a casa, in famiglia. Nico, frattanto, maturava un progetto di fuga con la cantante Maria Chiara (Joséphine Jobert), conosciuta in vacanza e vittima di un uomo violento che si verrà a scoprire essere ancora il suo agente-padrone 25 anni dopo.

Authentic Prod, Federation EntertainmentCaterina Murino ne L'ora della verità
Palma è ancora viva: chi è stato a tenerla prigioniera per 25 anni?

Tutto porta al giorno di Ferragosto, perché è proprio dopo il pranzo tenutosi a casa della famiglia Idrissi che Nico avrebbe dovuto lasciare la Corsica con Maria Chiara e che Paul, invece, avrebbe dovuto condurre Salomé da un medico per farla internare a causa dei suoi problemi mentali. Tutto questo, però, non avvenne in quanto la vita dell'intera famiglia fu stroncata dall'incidente. Franck, marito di Clotilde, si accorge di un particolare: Salomé voleva prendere il posto di Palma e per quello aveva acquistato un vestito arancione identico al suo, quello che Palma indossava il giorno dell'incidente. Clotilde, mettendo insieme i pezzi, capisce che a morire nell'incidente fu Salomé e non Palma e che il cadavere che suo nonno Cassanu aveva riconosciuto anni prima non era quello di sua madre.

Authentic Prod, Federation EntertainmentSalomé e Palma ne L'ora della verità
Salomé è la donna morta nell'incidente, non Palma

Stéphane glielo conferma: il DNA del cadavere non è quello di Palma. Quindi, tutti sapevano?  Orsù viene scarcerato grazie alla testimonianza di Natale e si dirige con lui e Clotilde verso la prigione di Palma. All'improvviso, però, un'auto sbarra loro la strada: è Cervone, che ammette di essere il responsabile degli omicidi per cui era stato incarcerato Orsù e di non volere assolutamente che scoprano dove si trova Palma, in quanto proprio coprendo le malefatte di Cassanu e ricattandolo è riuscito ad arricchirsi. I tre riescono a liberarsi, Cervone rimane ucciso durante la colluttazione ma prima spara a Orsù, ferendolo gravemente: non potrà più condurre Clotilde da sua madre. Intanto, Valentine, figlia di Clotilde e Franck, scompare: era stata rapita poche ore prima dello scontro proprio da Cervone. La ragazza viene fortunatamente ritrovata in un vecchio capanno di Cervone, dove Stéphane si imbatte anche in una lettera che suo padre gli aveva lasciato prima di morire. César, nella missiva, ammette di aver insabbiato un crimine orribile, quello legato alla famiglia Idrissi. Intanto, Palma è riuscita a liberarsi e a uscire dalla botola, ma cade dalla scogliera.

Authentic Prod, Federation EntertainmentClotilde e Cassanu
Cassanu ha sempre saputo la verità

Cassanu viene portato via da Stéphan, dopo il ritrovamento della lettera di suo padre. Intanto, la cantante Maria Chiara viene difesa da Mika, che sferra un pugno al suo agente Rocca dopo averlo visto aggredire verbalmente la donna. Nel 1994, Mika non ebbe il coraggio di reagire a Rocca e sotto minaccia gli svelò del piano di fuga di Maria Chiara con Nico. Clotilde, intanto, si reca dalla nonna Lisabetta (Valeria Cavalli) che le racconta finalmente tutta la verità: Paul ebbe una relazione con Salomé da ragazzo e sembravano destinati a vivere per sempre insieme fino a quando lui non incontrò Palma. Salomé non si fece mai una ragione dell'abbandono di Paul, neppure quando lui decise di non riconoscere il piccolo Orsù, nato con un ritardo mentale in seguito a un suo tentativo di suicidio.

Lisabetta racconta che durante il pranzo di Ferragosto della famiglia Idrissi, Salomé arrivò vestita proprio come Palma, iniziando a minacciarla. La donna, allora, si alzò da tavola e andò via, mentre Paul prese per un braccio Salomé e la condusse con lui in auto per portarla dal dottor Venturi, che avrebbe dovuto farla internare per i suoi problemi psichici. Clotilde sedeva sul sedile posteriore dell'auto ascoltando la musica e non si rese conto dello scambio di persona: accanto a suo padre non c'era la madre Palma ma Salomé. Intanto, anche Nico - che aveva pianificato di usare l'auto del padre per raggiungere Maria Chiara e fuggire con lei - salì in macchina. Paul perse il controllo dell'auto, visibilmente manomessa, e tutti tranne Clotilde persero la vita.

A distanza di 25 anni, Clotilde scopre finalmente la verità: la donna morta nell'incidente non era sua madre, ma Salomé.

Authentic Prod, Federation EntertainmentEsther Valding è Clotilde da ragazzina
Esther Valding è Clotilde da ragazzina

Intanto, Stéphane continua a interrogare Cassanu che confessa di aver finto di riconoscere il cadavere di Palma e che suo padre lo aiutò a mantenere il segreto. L'uomo, inoltre, sostiene che fu proprio Palma a sabotare l'auto per uccidere Paul e poter fuggire con l'amante Natale. Per questo, Palma venne rinchiusa in una cella e imprigionata nella botola, segregata da Basile (padre di Salomé), Cassanu e Speranza (madre di Salomé) per espiare le sue presunte colpe. Né Stéphane né Clotilde credono che sia stata Palma a sabotare l'auto e i due, guidati da Cassanu, si recano alla botola dove la donna è stata rinchiusa. Clotilde scorge una roccia insanguinata e riesce a trovare il corpo della madre, ancora viva ma gravemente ferita. 

Madre e figlia si ricongiungono in uno straziante abbraccio e in ospedale anche Valentine fa finalmente la conoscenza della nonna Palma. A questo punto, resta un solo mistero da risolvere: chi ha manomesso l'auto? Palma punta il dito contro Natale che, frattanto, ha appreso che la sua amata è ancora viva. L'uomo respinge le accuse e indirizza Clotilde verso un insospettabile: Mika. Fu proprio lui a manomettere l'auto e nell'ultimo episodio lo ammette proprio con Maria Chiara: era innamorato di lei e geloso di Nico, per cui decise di sabotare l'auto con cui i due avevano programmato di fuggire. Maria Chiara è sconvolta e Mika la aggredisce fisicamente. Clotilde e Natale si mettono sulle tracce di Mika e lo trovano in auto, pronto a scusarsi addolorato per l'accaduto e consapevole di essere l'unico responsabile dell'incidente avvenuto in quella lontana estate. L'uomo, completamente fuori controllo, ha rapito Maria Chiara, che viene trovata nel bagagliaio della sua auto. Franck, Clotilde, Natale e Stéphan riescono a fermarlo e il gendarme lo porta via con sé, liberando la cantante visibilmente scossa.

Authentic Prod, Federation EntertainmentClotilde de L'ora della verità
Clotilde scopre finalmente la verità

Ormai è tutto finito, non esistono più segreti, né punti oscuri. La scena finale vede l'intera famiglia riunita: Clotilde e Franck passeggiano felici con Valentine e Orsù, che viene accettato nella famiglia come fratellastro di Clotilde. Palma ha ritrovato la serenità tra le braccia di Natale, che l'ha aspettata per ben 25 anni.

  • Nonostante il grande successo di pubblico ottenuto in Francia, non ci sarà un seguito per L'ora della verità. La protagonista Mathilde Seigner (Clotilde) ha dichiarato di essere da sempre restia alla lunga serialità e di aver accettato il ruolo proprio perché non era prevista una seconda stagione.

  • Tutti gli episodi de L'ora della verità sono disponibili in streaming su Mediaset Play.

      Cerca