Premi Oscar: nuove regole sulla diversità per la categoria Miglior Film

Academy of Motion Picture Arts and Sciences La statuetta dell'Oscar

I film che vorranno concorrere per l'ambito premio dovranno rispettare alcuni precisi requisiti sia dal punto di vista del cast che della troupe.

L'Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha comunicato una scelta storica atta a incoraggiare l'inclusione delle minoranze nell'industria cinematografica.

Secondo quanto riportato dal sito ufficiale dell'Academy, i film che vorranno essere presi in considerazione per le nomination nella categoria Miglior film dovranno soddisfare dei nuovi standard.

I requisiti, studiati dall'associazione che assegna ogni anno i premi Oscar, si baseranno su 4 aspetti fondamentali, e ogni film che vorrà essere candidato nella categoria più importante della manifestazione dovrà rispettarne almeno 2.

Le 4 nuove macro-categorie da rispettare sono:

  1. Rappresentazione, tematiche e narrazione
  2. Leadership creativa e team di progetto
  3. Accesso al settore e opportunità
  4. Sviluppo del pubblico

Ovviamente l'Academy ha fornito ulteriori spiegazioni per non lasciare registi e produttori in balia di interpretazioni. Ognuna di queste macro-categorie ha a sua volta dei sotto-criteri da rispettare.

Per la macro-categoria 1 i sotto-criteri sono:

  • Uno degli attori di rilievo del film (protagonista o non protagonista) deve provenire da una delle etnie sotto-rappresentate nell'industria, come ad esempio gli afroamericani, i latini, gli indigeni o i mediorientali
  • Il 30% del cast - ad esclusione dei protagonisti - deve essere rappresentato da una delle seguenti categorie: donne, gruppo etnico di minoranza, LGBTQ+ e persone con disabilità
  • La trama del film deve essere incentrata su una delle seguenti categorie: donne, gruppo etnico di minoranza, LGBTQ+ e persone con disabilità

Per la macro-categoria 2 i sotto-criteri sono:

  • I ruoli principali del team che lavora al film come, per esempio, lo scenografo, il regista, il costumista, lo sceneggiatore o il produttore devono appartenere a una delle seguenti categorie: donne, gruppo etnico di minoranza, LGBTQ+ e persone con disabilità
  • Altri ruoli come quello di segretario di edizione o quello del tecnico delle luci devono essere affidati a persone provenienti da etnie meno rappresentate
  • Il 30% della troupe deve essere rappresentato da una delle seguenti categorie: donne, gruppo etnico di minoranza, LGBTQ+ e persone con disabilità

Per la macro-categoria 3 i sotto-criteri sono due e devono essere soddisfatti entrambi se la si vuole essere considerare completata:

  • La produzione deve pagare un apprendistato o uno stage a una delle seguenti categorie: donne, gruppo etnico di minoranza, LGBTQ+ e persone con disabilità
  • Contesualmente al punto precedente, la produzione deve offrire opportunità di formazione e/o di lavoro a una delle seguenti categorie: donne, gruppo etnico di minoranza, LGBTQ+ e persone con disabilità

Per la macro-categoria 4 c'è un solo sotto-critero che riguarda il comparto del marketing:

  • La società che produce il film deve avere tra i suoi dirigenti (nel marketing o nella distribuzione) persone appartenenti a uno dei gruppi etnici sotto-rappresentati come ad esempio gli afroamericani, i latini, gli indigeni o i mediorientali

Questi nuovi criteri saranno applicati a partire dalla 96esima cerimonia degli Oscar, che si svolgerà nel 2024.

Fino ad allora, per le edizioni del 2022 e del 2023, le produzioni che vorranno proporre il proprio lungometraggio per la categoria Miglior film potranno inviare una sorta di autocertificazione.

Intanto, l'edizione del 2021 che sarebbe dovuta svolgersi il 28 febbraio 2021 è stata spostata - causa COVID-19 - al 25 aprile 2021.

      Cerca