Tenet, il box-office non soddisfa: Wonder Woman 1984, Dune e Black Widow potrebbero essere rimandati ancora

Warner Bros./Marvel Studios Wonder Woman 1984, Tenet e Black Widow

Alcune delle catene di cinema più importanti sono ancora chiuse e le case di distribuzione non vogliono rischiare i loro blockbuster più attesi!

Pare che la tanto agognata ripartenza cinematografica sia stata solo una pia illusione: molti attesi blockbuster potrebbero essere rimandati ancora al 2021!

Dopo diversi rinvii, la casa di distribuzione Warner Bros. Pictures ha deciso di far uscire Tenet in 70 paesi prima che negli Stati Uniti d'America, dove la pandemia da Coronavirus ha colpito molto forte.

Quindi in Europa, per esempio, il film di Christopher Nolan è uscito a fine agosto 2020 mentre negli Stati Uniti d'America è stato distribuito dal 3 settembre 2020.

Stando ai dati forniti dal sito specializzato Box Office Mojo, Tenet ha incassato in patria poco più di 20 milioni di dollari in una settimana, nonostante il lungo week-end del Labor Day (la festa dei lavoratori).

Questo basso incasso è attribuibile a 3 fattori:

  • Il film è stato distribuito su 2800 schermi mentre di solito i grandi blockbuster possono usufruire di 4000 cinema
  • I 2800 cinema che hanno aperto negli Stati Uniti per proiettare Tenet non hanno potuto riempire tutti i posti in sala, al fine di rispettare il distanziamento sociale
  • La paura del pubblico: molti preferiscono ancora non frequentare posti pubblici

A questo si può anche aggiungere che Tenet ha una durata di 2 ore e mezzo e quindi i cinema non possono fare più di 3 spettacoli pomeridiani.

Per fare un paragone, ad agosto 2019 è uscito negli Stati Uniti il film Fast & Furious Presents: Hobbs & Shaw. Seppure di genere diverso, il film con Dwayne Johnson è un blockbuster con lo stesso budget di Tenet, ovvero 200 milioni di dollari.

Ebbene, in patria Fast & Furious Presents: Hobbs & Shaw è stato distribuito su 4300 sale e nella sua prima settimana ha incassato ben 83 milioni di dollari.

Purtroppo il virus non ha lasciato molta scelta e, come riporta il sito Deadline, diversi cinema degli Stati Uniti nelle città più popolate come Los Angeles, New York e San Francisco sono ancora chiusi.

Questo più lo scarso risultato al botteghino di Tenet hanno fatto riflettere dirigenti Warner Bros. che secondo la fonte starebbero pensando di rinviare Wonder Woman 1984 e Dune, il cui trailer - da poco online - non ha offerto nessuna data di uscita.

Il film sci-fi di Denis Villeneuve, fino a nuova comunicazione, dovrebbe uscire in una data non precisata di fine 2020 ma, stando alle nuove voci, potrebbe essere spostato al 2021.

Wonder Woman 1984 sarebbe dovuto uscire il 14 agosto 2020 ma poi è stato spostato al 2 ottobre 2020. Adesso, pare che la nuova avventura supereroistica con Gal Gadot possa subire un nuovo ritardo e uscire a novembre o a dicembre 2020 (se non più tardi).

Infine, anche The Walt Disney Company starebbe pensando di rinviare l'inizio della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe rimandando l'uscita del film Black Widow, attualmente prevista negli Stati Uniti per il 6 novembre 2020.

Insomma, la situazione per gli amanti del cinema non sembra la migliore purtroppo.

      Cerca