Queste oscure materie 2: il trailer e cosa aspettarsi dalla nuova stagione

Lyra e Will hanno "una missione da portare a termine", mentre la signora Coulter e Lord Boreal pianificano una tremenda battaglia finale: nella seconda stagione del fantasy basato sulla trilogia di Philip Pullman, tante novità e diverse new entry.

Lyra è cresciuta, è sempre più forte e determinata. Nel trailer ufficiale della seconda stagione di His Dark Materials - Queste oscure materie, che potete vedere in apertura di questo articolo, la protagonista del fantasy HBO e BBC (interpretata da Dafne Keen) e il suo daimon Pan sono in pericolo: i cieli sono sempre più cupi e i mondi stanno cambiando. L'unica alternativa è la fuga.

"Il mondo è a conoscenza della minaccia che incombe su di noi. Ma non abbiate paura: faremo tutto ciò che è necessario", annuncia Padre MacPhail (Will Keen) al Magisterium al gran completo nella scena iniziale del trailer. La ricerca sulla Polvere e sul Multiverso di Lord Asriel (James McAvoy), il papà di Lyra, ha ormai messo a rischio l'Autorità.

La sadica e determinata signora Coulter (Ruth Wilson) usa i più spregiudicati strumenti di tortura sulle streghe per riuscire a carpire il maggior numero di informazioni.

Serafina Pekkala (Ruta Gedmintas) e la regina del Clan del Lago Lubana Ruta Skadi (la new entry Jade Anouka) uniscono le forze "per la grande guerra".

La trama

Lyra e Will (Amir Wilson) hanno attraversato il ponte del Multiverso e arrivano a Cittagazze: la giovane, grazie all'aletiometro, capisce che quel ragazzo coraggioso e altruista, al quale Lord Carlo Boreal (Ariyon Bakare) continua a dare la caccia, "è connesso a questo posto" e che, come lei, ha "una missione da portare a termine".

Will è "il portatore della lama" e ha un preciso compito: "questo potrà metterlo in serio pericolo", rivela il colonnello John Parry (Andrew Scott), il misterioso papà di Will, a un sempre più coinvolto Lee Scoresby (Lin-Manuel Miranda).

Tutti cercano Lyra e in una scena clou del trailer, la vediamo nel laboratorio della dottoressa Malone (ad interpretarla sarà Simone Kirby), la fisica che all'università di Oxford studia la materia oscura.

D'altronde, il destino di molti dipende proprio da lei perché alle porte c'è una guerra destinata a cambiare le sorti dei tanti universi paralleli.

I sette nuovi episodi di His Dark Materials (invece degli otto inizialmente previsti) sono in arrivo negli Stati Uniti a novembre 2020 (non è ancora stata annunciata una data precisa) e prossimamente in Italia su Sky Atlantic.

Non mancheranno, ovviamente, gyziani, orsi corazzati e numerosi cambiamenti rispetto ai libri della trilogia di Philip Pullman, già modificati nel corso della prima stagione. Questo secondo ciclo, che si annuncia ricco di fascino, suspense e avventura, prende ispirazione dal secondo volume della saga, The Subtle Knife (pubblicato in Italia da Salani con il titolo La lama sottile).

La lama sottile Il secondo libro di Queste oscure materie
La lama sottile

Il secondo libro di Queste oscure materie

€ 6,99

Il titolo fa riferimento proprio al "potere" di Will: il coltello dalla lama sottile permette di "squarciare" i veli che separano i vari mondi.

Quello che dobbiamo aspettarci, oltre ad una profonda evoluzione caratteriale di Lyra (che si completerà nella terza stagione, non ancora confermata) e ad una complessa battaglia finale, è sicuramente un comportamento molto più diabolico del Magisterium e numerose rivelazioni sulla vera natura della Polvere.

Il cast

John, il padre di Will, sarà una figura centrale del plot. Scomparso nella prima stagione, scopriamo che ha trovato la sua strada in un altro mondo, dove ha assunto lo pseudonimo del dottor Stanislaus Grumman e si è procurato un daimon, un falco pescatore chiamato Sayan Kötör.

A proposito di genitori assenti, Lord Asriel a quanto pare non sarà nei nuovi episodi, ma la sua presenza resta fondamentale nell'evoluzione della storia. Lo showrunner Jack Thorne aveva previsto un episodio dedicato esclusivamente al padre di Lyra e alle sue sorti, ma la chiusura del set causata dalla pandemia Covid-19 ha costretto la produzione a mettere questo "standalone" in pausa.

La produttrice esecutiva Jane Tranter ha rivelato al Comic-Con@Home che era tutto pronto per questo episodio speciale, con tanto di "benedizione" di Philip Pullman.

Tagliare l'episodio ha significato poter continuare la post-produzione dei sette episodi che compongono La lama sottile e mettere da parte quello indipendente di Asriel. Forse in futuro potremo rivisitarlo come episodio a sé stante, ma essenzialmente in questo modo il nostro adattamento è stato completato.

Thorn ha postato un messaggio su Twitter per spiegare ai fan che quanto accaduto ha lasciato gli attori, la troupe e tutto il gruppo di lavoro "affranti".

Se non vedremo James McAvoy, il cast di His Dark Materials è comunque pieno di novità. Oltre a Andrew Scott, Jade Anouka e Simone Kirby, i volti nuovi includono Terence Stamp (Giacomo Paradisi, il precedente portatore della lama sottile) e Bella Ramsey, la Lyanna Mormont de Il Trono di Spade. Il suo personaggio, però, è ancora avvolto dal mistero.

Curiosità: nella versione originale, la voce del daimon di John Parry è di Phoebe Waller-Bridge. Con Andrew Scott sarà una vera e propria reunion di Fleabag. A doppiare Sergi, il daimon di Ruta Skadi, è invece Ṣọpẹ́ Dìrísù, l'attore inglese di origini nigeriane già visto nella serie Gangs of London (è il protagonista Elliot Finch) e nel film His House, passato al Sundance e in uscita su Netflix.

Per conoscere altri dettagli della seconda stagione di His Dark Materials non resta che attendere. Una cosa è certa: ci saranno grandi sconvolgimenti. 

      Cerca