Perché Capitan Marvel non invecchia?

Marvel Studios Carol Danvers

Il segreto dell'eterna giovinezza di Carol Danvers potrebbe nascondersi dietro una famosa teoria scientifica che esiste veramente.

I fan dei fumetti sono abituati a leggere storie in cui i propri beniamini non invecchiano mai. I supereroi infatti hanno spesso la dote dell'immortalità e a questa, il più delle volte, non viene attribuita nessuna causa specifica. Insomma, per i lettori si tratta di un atto di fede... ma è così anche per i fan del Marvel Cinematic Universe?

Per quanto riguarda il cinema, uno dei casi che fa discutere i fan è quello che riguarda Carol Danvers aka Capitan Marvel.

L'eroina Marvel che ha il volto di Brie Larson è tecnicamente quella che ha vissuto di più nel Marvel Cinematic Universe, se si esclude ovviamente Capitan America che però è stato visto anziano in Avengers: Endgame.

Le apparizioni di Capitan Marvel nel Marvel Cinematic Universe

Per prima cosa è bene appuntarsi qualche data.

La prima apparizione nel Marvel Cinematic Universe di Carol Danvers si ha nel film Captain Marvel che è ambientato nel 1995. Nel film, uscito nei cinema nel 2019, il personaggio dovrebbe più o meno avere la stessa età di quando Brie Larson ha assunto il ruolo, ovvero circa 30 anni.

Capitan Marvel riappare nel Marvel Cinematic Universe in Avengers: Endgame che è ambientato prevalentemente nel 2023, ovvero 5 anni dopo il prologo in cui Carol Danvers e i Vendicatori uccidono Thanos.

Dal 1995 al 2023, Carol Danvers non è per nulla invecchiata come dimostrano le seguenti immagini.

Carol Danvers nel 1995:

Marvel StudiosCarol Danvers con il cappellino da baseball
Una scena dal film Captain Marvel ambientato nel 1995

Carol Danvers nel prologo di Avengers: Endgame ambientato nel 2018:

Marvel StudiosCarol Danvers
Capitan Marvel all'inizio di Avengers: Endgame

Carol Danvers nel 2023:

Marvel StudiosCapitan Marvel con i capelli corti
Capitan Marvel affronta Thanos alla fine di Avengers: Endgame

Come si può vedere, a parte il taglio di capelli, Carol Danvers è rimasta sempre la stessa.

La teoria della relatività

Il fatto che Carol Danvers non invecchi potrebbe avere una spiegazione basata sulla reale teoria della relatività di Albert Einstein.

Senza entrare troppo in profondità nella teoria, il fisico tedesco afferma che il tempo è relativo ed è influenzato da fattori fisici come gravità, massa, energia e velocità di un corpo.

Da ciò deriva che viaggiare in prossimità o alla velocità della luce provocherebbe un effetto noto come dilatazione del tempo.

Il tempo può scorrere normalmente per un essere umano che nasce e vive sulla Terra, ma per un supereroe che viaggia alla velocità della luce nello spazio la costante temporale può essere relativa fino a dilatarsi incredibilmente.

Carol Danvers è nata sulla Terra ma come Capitan Marvel ha vissuto nello spazio per prevenire e combattere le minacce aliene. Il suo ritorno sulla Terra è dovuto a quel famoso cerca-persone attivato da Nick Fury nella scena vista durante i titoli di coda di Avengers: Infinity War.

La teoria della relatività di Einstein e le sue implicazioni fisiche sono riscontrabili in alcuni fumetti, come quelli di Superman e The Flash, ma anche in diversi film. Uno di questi è Interstellar di Christopher Nolan.

In questa pellicola, il protagonista (interpretato da Matthew McConaughey) si avventura nello spazio alla ricerca di un nuovo pianeta da abitare.

Nel suo viaggio nello spazio il protagonista si avvicina a un buco nero, corpo celeste con una forza gravitazionale così elevata in grado di trasformare il tempo assoluto in "relativo". Nel film si scopre che un'ora trascorsa nello spazio, in prossimità del corpo celeste, equivale a 7 anni passati sulla Terra. Infatti, quando il protagonista torna sulla Terra, anni dopo la sua partenza è come se non fosse mai partito, mentre sua figlia, rimasta sul nostro pianeta, è invecchiata di parecchi anni.

Metà umana metà Kree

Alla spiegazione scientifica legata alla teoria della relatività se ne aggiunge una più fantastica: il DNA di Carol Danvers è per metà Kree, uno dei popoli alieni presenti nel MCU.

All'inizio del film, Carol Danvers è un membro della squadra dei Kree. Lei non ha memoria di cosa le sia successo in passato e non ricorda nemmeno di aver avuto una vita sulla Terra.

Nel film di Anna Boden e Ryan Fleck, il personaggio della Suprema Intelligenza ha un incontro con Carol Danvers, chiamata Vers.

Marvel StudiosLa Suprema Intelligenza in live-action
Una scena da Captain Marvel che mostra la Suprema Intelligenza a colloquio con Carol Danvers

Durante l'incontro la Suprema Intelligenza rivela:

Ti abbiamo trovata, raccolta come una di noi. Senza di noi sei debole, imperfetta, indifesa. Ti abbiamo salvata. Senza di noi sei solo umana. Su Hala sei rinata Vers.

Il fattore rigenerante, qualità fondamentale della razza Kree, permette a Carol Danvers di avere una vita di più lunga e un invecchiamento più lento rispetto agli umani.

Non resta che aspettare di vedere Capitain Marvel nel sequel già annunciato!

      Cerca