Profiling: perché Juliette Roudet ha lasciato la serie nella stagione 9?

TF1 Adèle e Rocher in Profiling

Cosa succede ad Adèle alla fine della stagione 9 di Profiling? Scopriamolo insieme con le dichiarazioni di Juliette Roudet, la scena finale e il personaggio che la sostituisce, interpretato dalla cantante Shy'm.

Profiling ha perso un'altra protagonista. Juliette Roudet, star femminile della serie francese - il titolo originale è Profilage - è uscita di scena nella stagione 9.

A sostituirla, un debutto attesissimo: la cantante Shy'm, all'anagrafe Tamara Marthe, è la nuova star nella stagione 10 della serie incentrata sul talento del profiling da parte di personaggi in grado di entrare in contatto con la mente degli assassini.

Ma cos'è successo alla Roudet, interprete di Adèle?

L'addio

Già prima che la stagione 9 debuttasse in TV in Francia, su TF1, Juliette Roudet aveva annunciato la sua decisione di lasciare la serie.

L'attrice, che ha interpretato Adèle per 40 episodi, fra il 2013 e il 2018, con tre stagioni da protagonista assoluta, ha scelto di dedicarsi ad altro.

Al momento della decisione era diventata mamma da poco - la gravidanza aveva posticipato le riprese della stagione 9 - e aveva spiegato le ragioni della decisione direttamente sul suo account Instagram:

View this post on Instagram

Chers vous, Au terme du tournage de la saison 9, j’ai décidé de quitter l'aventure Profilage. C’est un choix difficile parce que j’ai beaucoup d’affection pour les gens qui écrivent cette série et pour ceux qui la fabriquent au jour le jour. Mais c’est un choix sincère nourri par le sentiment de quitter ce projet au moment le plus juste pour moi. Après ces trois saisons d’engagement total au service du personnage d’Adèle, j’ai envie de me consacrer à de nouveaux projets, de nouveaux rôles, de nouveaux défis. Merci à vous de votre soutien, de vos mots. Même si je ne réponds pas toujours, je suis toujours touchée par vos douces attentions: elles me donnent beaucoup de force et d’élan. À très bientôt j’espère, on se retrouvera dans de nouvelles aventures ! Je vous embrasse très fort. Photo @lerouxphilippe 💙

A post shared by Juliette Roudet (@julietteroudet) on

Carissimo, alla fine delle riprese della stagione 9, ho deciso di lasciare l'avventura di Profiling. È una scelta difficile perché ho un grande affetto per le persone che scrivono questa serie e per coloro che la fanno giorno dopo giorno. Ma è una scelta sincera, alimentata dalla sensazione di lasciare questo progetto al momento giusto per me. Dopo queste tre stagioni di totale impegno per il personaggio di Adèle, voglio dedicarmi a nuovi progetti, nuovi ruoli, nuove sfide. Grazie per il tuo supporto, per le tue parole. Anche se non sempre rispondo, sono sempre toccata dalle tue gentili attenzioni: mi danno molta forza e slancio. A presto, spero, ci ritroveremo in nuove avventure! Ti mando grandi baci.

Una scelta personale per dedicarsi alla famiglia e a progetti che le permettessero di gestire al meglio il proprio tempo, come spesso accade ai protagonisti delle serie TV di successo: un impegno che assorbe la quasi totalità del loro tempo, senza lasciare spazio ad altro.

La decisione di Juliette Roudet ha lasciato spazio a un nuovo ingresso, come abbiamo visto. Ma andiamo con ordine.

Come esce di scena il personaggio

TF1Profiling: il finale della stagione 9
Profiling: il finale della stagione 9 per Adèle

Il finale per il personaggio di Adèle viene lasciato aperto: l'attrice avrebbe voluto che Adèle morisse, ma la produzione e gli autori non erano d'accordo. L'unica soluzione per accontentare tutti, quindi, era creare un situazione che ciascuno spettatore potesse interpretare come preferiva.

L'ultimo episodio con Adèle s'intitola La Vie Rêvée (La vita sognata) e prevede un nuovo inizio per il personaggio: Adèle lascia il suo lavoro per iniziare una nuova vita in un'altra città, lontano da Parigi, dalla polizia, da Gabriel (Jérôme Robart) e naturalmente da Rocher (Philippe Bas).

Ma poco prima della fine, Adèle viene accoltellata da una ragazza instabile, legata al caso su cui stava indagando a Rocher.

Rimasta agonizzante, Adèle fra le braccia dell'amato Rocher rivive alcuni frammenti della propria vita, come un film che le scorre davanti agli occhi.

E poi, nell'ultima sequenza, Adèle esce dall'acqua e trova il suo piccolo Ulysse sulla spiaggia.

Si tratta di un sogno? Adèle sta morendo e sogna la vita che la sequenza ci mostra, o è veramente in spiaggia? 

Il finale non lo spiega, volutamente: ciascuno interpreta la sequenza come preferisce, come un sogno o come il futuro dopo un salto temporale.

E se ciascuno interpreta le immagini a piacere, ecco cosa pensa l'interprete di Adèle, raccontato dalla stessa Juliette Roudet:

Credo che ci sia una versione 8 o 9 dell'ultimo episodio. Ho sostenuto che questo personaggio romantico e torturato dovrebbe ancora avere un finale romantico. Gli scrittori volevano uccidere Chloe e Odile Vuillemin. C'è un piccolo contrasto, gli autori non vogliono uccidere Adele e io voglio. E infatti, la fine è incerta, ma per me queste immagini finalmente sono una proiezione mentale di Adèle, un aldilà. Non è realistico, non sono immagini concrete. È un richiamo dalla prossima vita. In ogni caso è quello che voglio dire a me stessa quando lo guardo. Penso che questa conclusione sia un modo per tutti di essere d'accordo. Ognuno potrà dare a questo personaggio la fine che vuole dargli ".

  • Adèle Delettre, interpretata dall'attrice Juliette Roudet, esce di scena alla fine della stagione 9 di Profiling, ma la sua fine non è certa.

    Dopo essere stata accoltellata da una donna instabile legata al caso su cui indagava, mentre Rocher (Philippe Bas) la tiene fra le braccia, Adèle rivede alcuni momenti della propria vita. Dopo uno stacco, la donna esce dall'acqua e si trova su una spiaggia, dove c'è anche il piccolo Ulysse.

    Il finale è quindi aperto: potrebbe trattarsi di un sogno, o di un'allucinazione, oppure della realtà di Adèle dopo un salto temporale.

    Secondo l'interprete Juliette Roudet non si tratta di immagini realistiche e Adèle non è sopravvissuta all'accoltellamento.

Chi diventa protagonista dopo Adèle

TF1Shy'm e Philippe Bas in Profiling
Shy'm con Philippe Bas in Profiling 10

Come già anticipato, la stagione 10 lascia il posto della protagonista femminile alla cantante Shy'm.

Il suo personaggio si chiama Elisa Bergman e viene chiamato ad affiancare Rocher per ricreare la coppia investigativa uomo-donna che ha contribuito a decretare il grande successo di Profiling.

Elisa incontra Rocher nella season premier della stagione 10 mentre quest'ultimo, sospeso dal servizio, deve sottoporsi a una valutazione psichiatrica per essere reintegrato. Solo nell'episodio successivo Rocher scopre che Elisa è stata ufficialmente assunta da Lamarck per affiancarlo, prendendo il posto di Adèle come criminologa.

Nata in Francia nel 1985, Shy'm ha già inciso diversi album, ha partecipato - vincendo - a Ballando con le stelle e ha lavorato come conduttrice televisiva: il suo è un volto popolarissimo in Francia, cosa che l'ha circondata di attenzioni per il suo debutto in Profiling.

      Cerca