The Falcon and The Winter Soldier, US Agent, il ritorno di Batroc e tutte le novità dal set

Marvel Studios Barone Zemo

Oltre a Zemo, The Falcon and The Winter Soldier porterà nuovamente in scena alcune vecchie conoscenze!

La pandemia da Coronavirus ha praticamente portato via quasi un anno di tempo alle produzioni cinematografiche e televisive che erano in corso quando è scoppiata.

Il servizio streaming di Disney+ è stato probabilmente uno dei più colpiti, poiché dopo il suo debutto negli Stati Uniti a fine novembre 2019 avrebbe dovuto iniziare a produrre i suoi contenuti originali. Ma purtroppo, oltre alle docuserie, il servizio ha potuto contare quasi esclusivamente sul successo globale di The Mandalorian. Dopo la serie ambientata nella Galassia di Star Wars, Disney+ avrebbe dovuto far felici i fan del Marvel Cinematic Universe (MCU) facendo debuttare ad agosto 2020 lo show dedicato ai personaggi di Sam Wilson aka The Falcon e Bucky Barnes aka Winter Soldier.

Purtroppo le riprese della serie intitolata The Falcon and The Winter Soldier sono state interrotte a marzo in quel di Praga e il debutto dello show su Disney+ è stato rinviato a data da destinarsi. Ad agosto 2020, fortunatamente, il cast è tornato a girare ai Pinewood Studios di Atlanta. Si spera quindi che la serie targata Marvel Studios possa debuttare nei primi mesi del 2021 (se non prima).

Lo show, ambientato dopo i fatti di Avengers: Endgame, dovrebbe basarsi sulla pesante eredità lasciata da Capitan America e ricevuta da Falcon. Ricorderete infatti che alla fine del film dei fratelli Russo l'anziano Steve Rogers "promuove" Sam Wilson a nuovo Capitan America affidandogli il suo iconico scudo.

Vediamo quindi quali sono le novità che le nuove foto e i video dal set offrono:

I ritorni di Batroc e Sharon Carter

Dal set di Atlanta sono apparse online alcune foto che mostrano il ritorno sulle scene Marvel di due personaggi già conosciuti dai fan: Georges Batroc e Sharon Carter. Entrambi hanno debuttato nel film dei fratelli Russo Captain America: The Winter Soldier. 

Batroc è stato presentato come il pirata mercenario assoldato da Nick Fury per prendere in ostaggio la nave chiamata Lemurian Star. Nelle intenzioni di Fury, mentre Cap era impegnato a liberare gli ostaggi, Natasha Romanoff aka Black Widow avrebbe preso i file segreti nascosti sui computer della nave dello S.H.I.E.L.D.. Nel film del 2014 Batroc perde uno spettacolare duello corpo a corpo con Capitan America ma riesce a fuggire. Sarà catturato successivamente dallo S.H.I.E.L.D..

È plausibile che Batroc sia sfuggito dopo la caduta dello S.H.I.E.L.D. alla fine di Captain America: The Winter Soldier o è semplicemente uscito di prigione dopo aver scontato la sua condanna. Una interessante alternativa potrebbe essere quella che vede Batroc come uno di quelli che è tornato in vita dopo l'uso delle Gemme dell'Infinito da parte di Hulk visto in Avengers: Endgame. Dalle foto che si possono vedere qui sotto Batroc, interpretato da George St-Pierre, è senza dubbio in libertà e quasi certamente tornerà a essere una minaccia:

Sharon Carter aka Agente 13 si è presentata come una spia capace di sorvegliare i movimenti di Steve Rogers. Successivamente, in Captain America: Civil War, si è schierata con il Team Cap e ha manifestato dei sentimenti amorosi per Steve Rogers (i due si sono anche baciati). Nel presente del Marvel Cinematic Universe, Sharon Carter non dovrebbe più appartenere allo S.H.I.E.L.D. dato che - dopo Civil War - dovrebbe essere stata considerata una fuorilegge.

Si può pensare che in The Falcon and The Winter Soldier Sharon avrà un ruolo operativo all'interno di un'altra organizzazione e che le sue competenze potranno essere utili al duo formato da Sam Wilson e Bucky Barnes. Nelle foto qui sotto si può vedere l'attrice Emily VanCamp sul set:

Sul set è stato visto (e fotografato) anche l'attore Desmond Chiam.

L'attore australiano dai capelli lunghi ha partecipato a serie TV come Shannara e Now Apocalypse. Il suo ruolo nello show Marvel Studios non è stato ancora rivelato.

U.S. Agent in combattimento

Uno dei protagonisti di The Falcon and The Winter Soldier sarà senza dubbio U.S. Agent. Questo personaggio dovrebbe interpretare il sostituto di Capitan America scelto dalle Nazioni Unite. Si ipotizza infatti che Falcon verrà costretto a cedere lo scudo regalatogli da Cap a U.S. Agent, il cui nome da civile è John Walker. Nello show è interpretato dall'attore Wyatt Russell. 

Qui sotto si possono vedere due video che mostrano U.S. Agent in combattimento contro dei tizi a volto coperto. I nemici di U.S. Agent indossano quello che sembra un passamontagna e possono far pensare al look del Barone Zemo: potrebbero quindi essere dei suoi adepti? Nel video successivo, U.S. Agent stende ben 2 nemici mostrando un discreto utilizzo dello scudo in vibranio:

Nel prossimo video il combattimento continua con U.S. Agent che affronta un terzo criminale:

Il nuovo costume di Falcon

Sebastian Stan, ovvero il volto di Bucky Barnes, ha recentemente pubblicato una foto su Instagram per mostrare a tutti che sul set di The Falcon and The Winter Soldier vengono rispettate le norme anti-COVID. La foto mostra lui e Anthony Mackie aka Sam Wilson a distanza sociale di sicurezza l'uno dall'altro e, in particolar modo, quest'ultimo veste il nuovo costume di Falcon.

Probabilmente non è un caso che l'immagine sia stata pubblicata in bianco e nero: si lascia così un po' di mistero sul colore della suit di Falcon.

Facendo un confronto con l'immagine qui sotto, presa dal film Captain America: Civil War, si può notare che il costume di Falcon ha un design diverso nella parte superiore.

Marvel StudiosFalcon
Sam Wilson in Captain America: Civil War

Sarà interessante scoprire se Falcon, oltre allo scudo, sarà costretto a restituire al Governo degli Stati Uniti anche il congegno che gli permette di volare.

The World Repatriation Council

Un fan Marvel ha scritto un post su Reddit giurando di aver visto sul set di The Falcon and The Winter Soldier il badge del World Repatriation Council attaccato sulle giacche della S.W.A.T., sui veicoli della polizia di New York, sugli abiti dei servizi segreti e su motocicli parcheggiati nei garage.

The World Repatriation Council non è una organizzazione vista nei fumetti Marvel. Il suo significato (il consiglio mondiale per i rimpatri) porterebbe a pensare che la nuova società nata dopo la sconfitta di Thanos in Avengers: Endgame abbia creato un consiglio atto a riorganizzare il ritorno di chi è stato assente per 5 anni. Come ricorderete infatti il così detto Blip (battezzato così in Spider-Man: Far From Home) ha fatto sparire metà della popolazione dell'universo.  Quando la metà della popolazione della Terra scomparsa e riapparsa si è persa 5 anni di vita e si è dovuta riambientare nella società.

Qualora il World Repatriation Council sarà davvero inserito nello show Marvel Studios con le intenzioni appena supposte, sarebbe da considerare una grande bella idea per dare continuità alla Fase 3 del Marvel Cinematic Universe.

      Cerca