Amybeth McNulty, l'attrice protagonista di Chiamatemi Anna (e dove la rivedremo)

Netflix Amybeth McNulty in Chiamatemi Anna

La star di Chiamatemi Anna, Amybeth McNulty è pronta a conquistare il mondo dello spettacolo con il suo talento. Ecco tutto ciò che c'è da sapere su di lei.

Nel cuore del gran pubblico di Netflix, c'è una giovane attrice che ha rapito l'attenzione di tutti con la sua adorabile, dolce e determinata interpretazione di un personaggio iconico, che tante prima di lei hanno avuto l'onore di scoprire sia al cinema che in TV.

Amybeth McNulty è la giovane protagonista di Chiamatemi Anna (Anne with and E è il titolo originale), vincitrice nel 2019 come miglior attrice in una serie drammatica ai Canadian Screen Awards. L'ultimo adattamento dei celebri romanzi di Lucy Maud Montgomery, Anne of Green Gables, è stato un immediato successo che ha contribuito ad accrescere la notorietà dei suoi giovanissimi attori, Amybeth su tutti.

La storia della piccola orfana che viene adottata da Marilla e Matthew Cuthbert, due anziani fratelli che vivono a Green Gables, è un racconto universale a cui la serie ideata da Moira Walley-Beckett (sceneggiatrice di Breaking Bad) ha legato temi importanti come l'istruzione, il razzismo, l'omofobia e la libertà di espressione.

Ecco tutto quello che c'è da sapere su Amybeth McNulty:

Amybeth McNulty, biografia e curiosità di una giovane star

Classe 2001, legata a due grandi paesi in due continenti diversi, Amybeth McNulty ha diciotto anni ed è solo all'inizio della sua brillante carriera. Nata il 7 novembre 2001, l'attrice è nata in Irlanda, in Donegal, patria di suo padre. Sua madre, invece, è canadese ed è per questo che la giovanissima attrice si è sempre divisa in diversi ruoli tra il Canada e l'Irlanda. Amybeth è figlia unica e non ha mai frequentato la scuola come i suoi coetanei: ha studiato a casa da privatista, alternando anche la passione per la recitazione. Al cinema ha esordito nel 2016 nel sci-fi Morgan di Luke Scott, interpretando una versione giovane di Anya Taylor-Joy. Ha poi preso parte, come guest star, a diversi episodi di serie TV inglesi come Agatha Raisin.

View this post on Instagram

So this ISN’T an April fools?! - - I still cannot believe that we won Best Drama Series and that I was fortunate enough to win Best Lead Actress In A Drama!! I do not .. and may never have the worlds to fully express my gratitude but here go’s? - - I am simply one of the many gears that is needed for our machine. I am one of the few that sees all the hard work that happens behind the scenes.. and let me tell you it is truly hard work. - This award is for us. This award is for those who stand in fields all day in the freezing cold working your butts off. - - I am in awe of each and every one of you, thank you for Inspiring me to better myself and my performance so we can create the most magical show. - I love you all so much, thank you for everything xx - Dress: @teutamatoshiduriqi Hair & makeup: me lol

A post shared by Amybeth (@amybethmcnulty) on

Durante una live instagram sul suo profilo, Amybeth ha raccontato di essere stata contattata per un ruolo in Game of Thrones ma ha rifiutato perché vegetariana e non voleva indossare della vera pelliccia.

Nel 2020, durante il mese del Pride, ha dichiarato di essere bisessuale, scatenando reazioni entusiaste da parte dei fan che hanno apprezzato la naturalezza e la dolcezza della sua dichiarazione.

Il personaggio di Anna in Chiamatemi Anna

Amybeth aveva solo 14 anni quando ha partecipato al provino per Anna Shirley Cuthbert sbaragliando una concorrenza di oltre 1900 candidate. Eppure non ci sono dubbi che oggi il volto dell'iconica "Anna dai capelli rossi" sia lei. 

Anna è un'anima sensibile e poetica, ma anche una ragazzina fragile piena di traumi dal passato. Il talento di Amybeth è stato quello di riuscire a portare sul piccolo schermo ogni aspetto della sua personalità, dalle sfaccettature più complesse alla caratterizzazione più leggera.

All'Irish Mirror l'attrice ha raccontato di aver dedicato la sua interpretazione di Anna alla bisnonna materna.

La mia bisnonna, Martha, aveva 11 anni quando è stata assunta a casa di alcune persone. Dedico a lei il ruolo perché sicuramente risuona in alcune delle cose che lei ha dovuto affrontare. Per quanto ne so è stata assunta da due uomini e capitava che dicessero cose come 'va a prendermi un bicchiere d'acqua' e se tornava da loro senza le bollicine dell'acqua che aveva versato, doveva tornare giù e rifarlo finché non le riusciva.

È questo ricordo che l'ha aiutata nell'interpretare il ruolo di Anna con grande passione.

Parlando dei numerosi temi affrontati dalla serie, in un'intervista con BriefTake, Amybeth ha dichiarato:

Parliamo di argomenti su cui bisognerebbe parlare e che danno vita a conversazioni che sono necessarie. Penso che evitarle sarebbe stupido ed è questa la cosa più interessante del distaccarsi dal libro, ovvero che abbiamo la possibilità di parlare di quei temi che già esistevano. Non stiamo integrando cose gettate lì a caso dal nulla, sono cose successe! E, come dicevo, innestano dibattiti, specialmente perché il pubblico, sia giovane che adulto, si riunisce per guardare insieme la serie ed è molto importante.

Chiamatemi Anna è un lavoro di cui Amybeth è profondamente orgogliosa.

I social di Amybeth

Come tutte le ragazze della sua età, Amybeth usa i mezzi di comunicazione del web per condividere foto, video e esperienze, senza però essere una presenza troppo costante. È chiaro che l'attrice irlandese ama girare il mondo e godersi la natura e le diverse culture. I social per lei sono solo un modo per archiviare una grande memoria e poter condividere tutto con i fan.

È sicuramente il suo profilo Instagram il social di maggior successo, dove l'attrice può contare su più di 4 milioni di followers.

L'attrice ha dichiarato che i suoi capelli rossi, nonostante sia irlandese, non sono naturali. L'affetto nei confronti del personaggio di Anna nella serie, però, l'ha convinta a tenerli di quell'affascinante colore che tanto l'ha resa ormai un'icona.

Sul suo profilo Twitter, invece, Amybeth preferisce condividere stati di impegno sociale, ricordi dal set e, ama specialmente rispondere ai suoi numerosi fan.

I progetti futuri

Con la fine della terza stagione di Chiamatemi Anna, la carriera di Amybeth McNulty è pronta ad esplorare nuove direzioni. Ora che ha preso ufficialmente il volo, affermandosi come uno dei giovani talenti più apprezzati del momento, l'attrice irlandese ha in cantiere dei progetti molto interessanti.

Presto la vedremo protagonista di Maternal, debutto alla regia dell'attrice Megan Follows. Cosa c'è di curioso in questa notizia? La Follows è stata protagonista di una precedente versione della serie TV di Anna dai capelli rossi, negli anni '80, proprio nel ruolo di protagonista. Da un'Anna all'altra!

Il film sarà un horror su un'adolescente di nome Charlie McLeod (Amybeth McNulty) che, dopo un'esperienza di pre-morte, si riconnette allo spirito della madre morta (interpretata sempre dalla Follows) che, adesso, non vuole più lasciarla andare.

Oltre a Maternal, prossimamente vedremo Amybeth nel thriller Black Medicine, diretto dal regista irlandese Colum Eastwood e presentato al Belfast Film Festival. Nel lungometraggio l'attrice interpreterà Áine, un'adolescente che scappa dal mercato nero e si imbatte in un medico che si occupa di operare illegalmente dei criminali. 
Messi da parte gli stravaganti panni di Anna Shirley Cuthbert, Amybeth è decisa a dimostrare a tutti ogni sfaccettatura del suo talento.

E voi che ne pensate di Amybeth McNulty di Chiamatemi Anna? Pronti a vederla in nuovi ruoli?

      Cerca