The Walking Dead: la serie TV e i suoi spin-off

AMC Il franchise di The Walking Dead

Tre spin-off, sette webseries, undici stagioni annunciate, film sul personaggio di Rick e una nuova serie antologica: ecco una guida al mondo narrativo di tutto il franchise di The Walking Dead, con la timeline delle serie.

L’universo narrativo di The Walking Dead, sotto l’attenta supervisione dei contenuti da parte dell’ex showrunner Scott M. Gimple, si espande sempre di più.

Mentre l’emergenza coronavirus ha spinto la produzione a realizzare 6 ulteriori episodi per la stagione 10 - che vedremo l’anno prossimo - e ad annunciare una finale stagione, la numero 11, composta da 24 episodi, è in arrivo anche un nuovo spin-off (ancora senza titolo) che vedrà protagonisti in personaggi di Daryl (Norman Reedus) e Carol (Melissa McBride).

The Walking Dead, creata nel 2010 a partire dall’omonimo fumetto di Robert Kirkman, sta per concludere ufficialmente la propria avventura ma ha ancora molto da dire. Ha già dato vita a due spin-off, ce n’è un terzo in arrivo e non possiamo dimenticare gli attesi film - l’accordo con Andrew Lincoln per l’uscita dalla serie era di tre film - incentrati sul personaggio di Rick Grimes e il suo destino.

Ora che anche Michonne (Danai Gurira) è uscita di scena da The Walking Dead, lasciando la serie nella decima stagione dopo aver scoperto che Rick è vivo ed essere partita per ritrovarlo, le possibilità narrative sono praticamente infinite.

Il primo film su Rick, la cui produzione è stata accelerata dal lockdown, grazie al tempo che gli sceneggiatori hanno potuto dedicare al copione, era previsto per una distribuzione esclusivamente cinematografica. Ora che le sale sono state a lungo chiuse a causa di Covid-19 potrebbero esserci dei cambiamenti su questa scelta, ma non ci sono ancora state comunicazioni ufficiali a riguardo.

In attesa dello spin-off già pronto, The Walking Dead: World Beyond, che debutterà a ottobre, e delle novità sullo spin-off annunciato, ecco un compendio dedicato alla serie principale, agli spin-off, ai film, alle webseries e alle produzioni annunciate. 

Con curiosità, note produttive, trama e timeline per tenere le fila della cronologia narrativa di un franchise destinato a proseguire ancora per molto, molte tempo e con tante nuove storie da raccontarci.

The Walking Dead: la serie

Annunciata per la notte di Halloween del 2010, la serie tratta dall’omonimo fumetto di Robert Kirkman e firmata da Frank Darabont vede una prima stagione di 6 episodi, e una seconda allungata a 13 visto il grandissimo successo del primo ciclo.

Dalla terza stagione gli episodi diventano 16, con la separazione della messa in onda in due parti, i primi 8 episodi da ottobre a dicembre e i restanti 8 di nuovo in onda dal mese di febbraio.

Gli showrunner si alternano, da Darabont (stagione 1) a Glen Mazzara (stagioni 2-3), per poi passare a Scott M. Gimple (stagioni 4-8) e infine ad Angela Kang, showrunner della serie dalla stagione 9.

Il finale di stagione del decimo ciclo di episodi viene rimandato, a causa del lockdown per l’emergenza Covid-19, e programmato per il 4 ottobre su AMC (e il giorno successivo in Italia, su FOX).

Durante il virtual panel del Comic-Con 2020, che si è svolto interamente tramite collegamenti sempre per il coronavirus, Angela Kang fa sapere che, vista l’impossibilità di trasmettere la nuova stagione come da tradizione da ottobre, la stagione 10 vedrà ulteriori 6 episodi inediti, che andranno in onda entro il 2021.

Nel settembre del 2020 viene annunciato che The Walking Dead si concluderà con la stagione 11,  eccezionalmente composta da 24 episodi, prevista per il 2022.

Trama di The Walking Dead

Finito in come dopo essere stato ferito in servizio, il vicesceriffo Rick Grimes (Andrew Lincoln) si risveglia in ospedale. Ma non c’è nessuno: tutto è stato devastato, non c’è anima viva e il mondo è dominato dagli zombie. Rick viene aiutato da Morgan Jones (Lennie James), un uomo che si è barricato in casa insieme al figlio, e decide di partire alla volta di Atlanta per ritrovare la propria famiglia.

Rimasto intrappolato all’interno di un carro armato e circondato dagli zombie, ad Atlanta Rick viene salvato da Glenn (Steven Yeun) insieme a un gruppo di sopravvissuti, che Rick segue fino a un accampamento sulle montagne circostanti la città dove ritrova la moglie Lori (Sarah Wayne Callies), il figlioletto Carl (Chandler Riggs) e l’amico e collega Shane (Jon Bernthal), insieme ad altri superstiti.

Fra attacchi zombie, rivalità e nuovi nemici umani - e molto più pericolosi e spietati dagli zombie - Rick e gli altri lottano per la sopravvivenza in un mondo ricco di insidie in cui capire di chi fidarsi è quasi impossibile.

Nel corso delle stagioni, l’azione si sposta nella fattoria di Hershel Greene (Scott Wilson) e delle figlie Maggie (Lauren Cohan) e Beth (Emily Kinney), all’interno di una prigione, nella comunità di Woodbury guidata dal temibile Governatore (David Morrissey), e in diverse altre ambientazioni fino all’arrivo ad Alexandria, la comunità in cui Rick si stabilirà insieme a Carl e al resto della sua famiglia allargata fino all’incontro con Negan (Jeffrey Dean Morgan), il nemico più spietato incontrato fino a quel momento.

La lotta contro Negan e i suoi Salvatori metterà Rick a dura prova e farà perdere molte vite al gruppo, lasciandosi dietro una scia di sangue.

Rick sconfigge Negan e gli risparmia la vita, mettendolo in prigione affinché tutti vedano cosa succede a chi infrange le regole, ma poco dopo si trova ferito e circondato dagli zombie, costretto a far saltare in aria un ponte. 

Tutti lo credono morto, ma in realtà Rick viene salvato da Anne (Pollyanna McIntosh), la ex leader (con il nome di Jadis) della comunità della discarica.

Dopo l’uscita di scena di Rick, i protagonisti - Daryl (Norman Reedus), Carol (Melissa McBride), Michonne (Danai Gurira), Ezekiel (Khary Payton), Aaron (Ross Marquand),  Gabriel (Seth Gilliam) e tutti gli altri dovranno affrontare i Sussurratori: un gruppo di uomini guidati da una donna di nome Alpha (Samantha Morton), che si spostano in mezzo agli zombie travestiti da morti viventi per colpire a sorpresa il nemico.

Negan diventerà un alleato nella lotta contro i Sussurratori, che chiude la decima stagione.

La timeline di The Walking Dead: l’arco temporale della serie

Le prime 10 stagioni di The Walking Dead coprono circa 10 anni grazie a diversi salti temporali. Dopo l’uscita di scena di Rick Grimes (che compare per l’ultima volta nell’episodio 9x05) c’è il salto temporale più lungo: la narrazione si sposta in avanti di 6 anni, quando tutto ormai credono Rick morto da tempo e ci sono stati altri ingressi e uscite di scena.

Il personaggio di Morgan, che Rick ritrova nella terza stagione dopo averlo creduto morto, viene trasferito nello spin-off Fear The Walking Dead, diventando uno dei protagonisti. Anche Dwight (Austin Amelio), ex Salvatore di Negan poi passato dalla parte del gruppo di Rick, passa dalla serie originaria allo spin-off, ritrovando anche Morgan.

Stagione 1

Apocalisse zombie: l’anno zero di The Walking Dead inizia nel momento in cui Rick Grimes si risveglia in ospedale e scopre che il mondo come lo conosceva non esiste più. I 6 episodi della prima stagione coprono un arco temporale di circa due mesi. Dal risveglio di Rick alla distruzione del CDC di Atlanta passano poco più di 60 giorni.

Stagione 2

La seconda stagione copre un arco temporale ancora più breve: fra l’inizio e la fine - con la separazione di Andrea (…) dal resto del gruppo dopo l’incendio della fattoria di Hershel, passa meno di un mese.

Stagione 3

Nella terza stagione il tempo della narrazione si espande. Dal vagabondare nei boschi dopo la distruzione della fattoria all’arrivo alla prigione, fino allo scontro con il Governatore, passano parecchi mesi: quasi otto, per la precisione.

Stagione 4

La quarta stagione è ambientata fra la prigione, poi distrutta dall’attacco finale del Governatore, e il vagabondare dei sopravvissuti nei dintorni. Come accaduto dopo la distruzione della fattoria di Hershel, il gruppo si separa.

I 16 episodi della stagione 4 coprono un arco temporale di altri 6 mesi. Siamo quindi a un totale, finora, di circa 17 mesi, poco meno di un anno e mezzo.

Stagione 5

La stagione 5 ci racconta il viaggio della speranza verso Terminus, e poi l’arrivo che svelerà la vera natura del luogo e dei suoi abitanti. L’arrivo di Aaron, poi, conduce Rick e gli altri ad Alexandria, la comunità che diventerà la loro casa. 

Tutto questo avviene in un breve arco di tempo: poco più di un mese.

Stagione 6

La sesta stagione vede l’incontro con Jesus e la comunità di Hilltop e l’arrivo dei Salvatori, seguito dall’introduzione del loro capo: Negan.

L’arco temporale corrisponde all’incirca a 45 giorni.

Stagione 7

La stagione 7, come tutti ricordiamo, si apre con il massacro compiuto da Negan di fronte a Rick e agli altri, inginocchiati e impotenti.

Incontriamo la comunità di Oceanside grazie a Tara e anche il Regno ed Ezekiel, oltre a Jadis e alla comunità della discarica. Il tutto in pochissimo tempo: un paio di settimane. Si tratta della stagione che copre l’arco temporale più breve nella storia di The Walking Dead.

Stagione 8

Nell’arco di circa due mesi, la stagione 8 continua a raccontarci la guerra contro Negan e i Salvatori, fino al momento in cui Rick sconfigge il nemico e decide di risparmiargli la vita, portandolo in prigione.

Stagione 9

La stagione più lunga: il tempo della narrazione copre più di un anno (430-450 giorni circa) nella prima parte. Dallo scorso finale di stagione c’è già stato un salto temporale. E poi, fra l’episodio 5 - l’ultimo per Rick - e il 6 passano altri 6 anni, e altri 6 mesi fino alla fine della stagione.

Siamo quindi a un totale di circa 9 anni e mezzo dall’inizio della serie.

Stagione 10

Al momento in cui scrivo, la guerra contro i Sussurratori incontrati nella stagione 9 continua e, prima del finale di stagione (episodio 10x16, che in realtà è un finale provvisorio perché sarà seguito da altri 6 episodi), con un breve salto temporale iniziale siamo a 9 mesi e mezzo, più o meno, per i primi 15 episodi.

Il tempo trascorso dall’inizio della storia, per i personaggi, è quindi di circa 10 anni e 3 mesi.

Fear The Walking Dead: la serie

Creato nel 2015 da Robert Kirkman insieme a Dave Erickson, il primo spin-off di The Walking Dead è ambientato a Los Angeles e segue la storia della famiglia Clark.

A partire dalla terza stagione gli autori iniziano a sostituire alcuni dei personaggi principali, introducendo nuovi protagonisti destinati a far prendere una direzione diversa alla narrazione.

Al confine fra il Messico e il Texas, una nuova parte del Paese viene esplorata dalla serie, che prevede anche l’arrivo di due personaggi dalla serie principale: Morgan e Dwight. Morgan prenderà addirittura il comando del gruppo dei sopravvissuti, mentre Dwight dimostrerà di voler rimediare al male fatto in passato sotto al comando di Negan.

Per il ruolo di Negan aveva fatto il provino anche Garret Dillahunt, che in Fear The Walking Dead sarebbe stato chiamato a interpretare John Dorie.

Nella quinta stagione, i protagonisti di Fear The Walking Dead incontrano un gruppo di ragazzini rimasti orfani: la loro comunità, che inizialmente non si fida di nessun adulto, introduce lo stile di vita dei protagonisti del nuovo spin-off, The Walking Dead: World Beyond.

Fear The Walking Dead si svolge in contemporanea con i fatti di The Walking Dead, ma a partire dalla California anziché dalla Georgia.

La serie viene trasmessa in Italia da MTV, che ha trasmesso le prime 5 stagioni. La sesta, il cui inizio è previsto negli USA su AMC per l’ottobre del 2020, non ha ancora una data d’arrivo in Italia.

Trama di Fear The Walking Dead

La madre Madison (Kim Dickens), i figli Alicia (Alycia Debnam-Carey) e Nick (Frank Dillane) - quest’ultimo con problemi di tossicodipendenza - e il compagno di Madison, Travis (Cliff Curtis) si trovano in mezzo allo scoppio dell’epidemia zombie. Insieme al figlio di Travis, Chris (Lorenzo James Henrie), iniziano a viaggiare in cerca di un rifugio sicuro. Incontrano i Salazar - Daniel (Rubén Blades) e la figlia Ofelia (Mercedes Mason) - Victor Strand (Colman Domingo) e una serie di altri personaggi che li accompagneranno per una parte del loro viaggio.

Prima a bordo di una barca, poi in una grande proprietà in cui i sopravvissuti sono convinti che gli zombie siano ancora persone, in un grande albergo e infine in uno stadio in cui Madison guida la ricostruzione di una parvenza di normalità, i protagonisti affrontano gli zombie e, come nella serie madre, i nemici più pericolosi: gli esseri umani. Come nel caso del gruppo che si serve di una ragazzina, Charlie (Alexa Nisenson) per infiltrarsi nella comunità guidata da Madison.

Lo stadio viene attaccato e finisce in fiamme, i sopravvissuti si disperdono ed entrano in gioco nuovi personaggi: Althea (Maggie Grace), che colleziona con interviste video le storie delle persone incontrate, John Dorie (Garret Dillahunt), che stringe una relazione con l’infermiera June (Jenna Elfman) e altri.

Morgan (Lennie James) e Dwight (Austin Amelio) entrano nel cast, unendosi al gruppo dei sopravvissuti guidato da Alicia e intraprendendo una nuova missione: aiutare chi si nasconde, lasciando delle scatole con generi di prima necessità lungo le strade principali, come faceva l’uomo - soprannominato Orso Polare - che aveva dato inizio a questa rete di solidarietà.

Ma la situazione precipita quando Logan (Matt Frewer), l’ex socio di Orso Polare, decide di mandare all’aria i piani di Alicia e Morgan. Durante il viaggio verso un nuovo rifugio, i nostri incontrano Grace (Karen David) che li avverte: la vicina centrale nucleare è vicina al collasso e gli zombie che provengono da lì sono pericolosamente radioattivi…

Insieme a un gruppo di ragazzini, rimasti orfani e costretti a ingegnarsi per restare vivi dopo il massacro dei loro genitori da parte degli zombie, Alicia, John, Morgan e gli altri si preparano a portare avanti la loro missione, ma Logan diventa un loro agguerrito nemico fino all’intervento di una nuova comunità, i Pionieri, guidati da una donna di nome Virginia (Colby Minifie).

La comunità di Virginia si sposta a cavallo, tutti sono vestiti come cowboy e affermano di voler costruire il futuro aiutando le persone, ma i loro metodi sono violenti e diverse persone cercano di fuggire da Paradise Ridge, la loro base. Usando lo stesso metodo di Morgan e gli altri, anche Virginia inizia a girare documentari rassicuranti lasciando i nastri nelle stagioni di servizio perché la gente si fidi di lei. Ma lei mente, nei video… E quando Morgan è costretto a chiedere il suo aiuto per evitare che i suoi muoiano di stenti, la situazione precipita…

La timeline di Fear The Walking Dead: l’arco temporale della serie

Come sappiamo, Fear The Walking Dead inizia nello stesso momento di The Walking Dead, anzi prima: quando il mondo sta ancora finendo, prima del risveglio di Rick Grimes in Georgia.

L’anno zero di FTWD è quindi l’apocalisse zombie.

Stagione 1

La prima stagione, che tecnicamente inizia prima del pilot di The Walking Dead, precede la storia di Rick Grimes di circa 50 giorni.

Dopo il risveglio di Rick passano pochi giorni, quindi la stagione 1 arriva a coprire in totale poco meno di due mesi.

Stagione 2

La seconda stagione, di 15 episodi, inizia con l’arrivo alla barca di Victor e finisce sul confine con il Messico. Il tempo narrativo inizia più o meno 15 giorni dopo il risveglio di Rick in Georgia. Le tempistiche sono molto concentrate: la stagione 2 copre in totale circa altre tre settimane, da sommare ai 2 mesi scarsi dall’inizio della storia.

Stagione 3

Anche la terza stagione ha una durata molto concentrata: meno di un mese, più o meno 25 giorni dall’inizio con la cattura di Madison, Alicia e Travis da parte di un gruppo militare che fa esperimenti sui tempi della trasformazione dei cadaveri in zombie e la fine che vede l’arrivo di Alicia alla diga, dove ritrova Victor. Madison viene trascinata via dall’acqua.

Stagione 4

La quarta stagione si apre con l’arrivo di Morgan, che lascia la Georgia (e la serie principale) e il suo incontro con John Dorie, e si chiude con l’idea di Morgan di continuare l’opera di Orso Polare, aiutando le persone lasciando aiuti lungo le strade. Nel frattempo, la comunità costruita da Madison allo stadio di baseball prospera, poi soffre la fame e viene infine distrutta con l’incendio scatenato da Madison.

Il tempo della narrazione copre un arco di tempo vasto, iniziando a poco più di 100 giorni dagli eventi del pilot e concludendosi dopo poco più di due anni.

Stagione 5

La stagione 5 di FTWD, l’ultima al momento disponibile in Italia - negli USA l’inizio è previsto per l’ottobre 2020 - ruota attorno all’impresa di Morgan e gli altri di aiutare chiunque si trovi in difficoltà, agli scontri con Logan e infine all’incontro con Virginia e la sua spietata comunità.

Il tempo narrativo copre, dopo il salto temporale iniziale di circa 4 mesi, un altro mese e mezzo per arrivare a un totale per la stagione di 5 mesi e mezzo e per la serie di di circa 2 anni e 10 mesi, arrotondando.

The Walking Dead: World Beyond, la serie

Creata da Scott M. Gimple e Matthew Negrete, l’ex shorunner e uno degli sceneggiatori di The Walking Dead, la nuova serie del franchise nasce già con una scadenza stabilita: una storia da sviluppare in due stagioni per fare da ponte con i film dedicati al personaggio di Rick. Questi, almeno, erano i piani pre-emergenza Covid-19.

Il debutto di The Walking Dead: World Beyond era previsto per la primavera del 2020, poi posticipato all’ottobre dello stesso anno per il lockdown.

La serie, con protagonisti giovanissimi, ci presenterà finalmente il CRM (acronimo di The Civil Republic Military), ovvero la rete di comunità di sopravvissuti più grande (stando a quanto ci è stato svelato finora), con il suo esercito, con tanto di elicotteri - incluso l’elicottero che ha salvato Rick - e contraddistinta dal simbolo di tre cerchi intrecciati.

L’idea di concentrarsi sulla generazione cresciuta - o addirittura nata - dopo l’apocalisse zombie è stata resa possibile dal salto temporale di 6 anni inserito fra il 5° e il 6° episodio di The Walking Dead 9: in base alla cronologia della serie, al momento dell’arrivo di World Beyond sono trascorsi circa 10 anni dall’avvento degli zombie.

Trama di The Walking Dead: World Beyond

Come sappiamo, i protagonisti di World Beyond sono tutti molto giovani.

Felix (Nico Tortorella) è il responsabile della sicurezza, crede fermamente nel mantenere la parola data e non esita a combattere, rischiando la vita, per tenere gli altri al sicuro.

Hope (Alexa Mansour) e la sorella Iris (Aliyah Royale), insieme a Silas (Hal Cumpston) ed Elton (Nicolas Cantu) si mettono in viaggio, sperando di riuscire ad arrivare fino alla lontanissima New York, per tenere al sicuro loro padre. Il dottor Leo Bennett (Joe Holt) è un biochimico e un genetista che da ormai oltre dieci anni studia il virus che trasforma i cadaveri in zombie, nel tentativo di trovare una cura.

Leo ha bisogno di essere protetto per portare a termine il proprio lavoro, e le sue figlie sono pronte a rischiare il tutto per tutto per aiutarlo.

Hope vive alla giornata e non ama molto le regole, mentre Elton è molto maturo e amichevole e Silas è un solitario: grande e grosso, incute timore ma soffre per questa impressione sbagliata che gli altri traggono dal suo aspetto.

E poi, naturalmente, ci sono anche degli adulti. La più importante nella trama è Elizabeth Kublek (Julia Ormond), il capo del CRM, l’organizzazione che riunisce tre grandi comunità tramite una base in Nebraska che conta oltre diecimila sopravvissuti.

La timeline di The Walking Dead: World Beyond, l’arco temporale della serie

In base a quanto fatto sapere dalla produzione e dagli autori, la timeline di questo nuovo spin-off è allineata a quella della serie originaria.

Siamo quindi a poco più di 10 anni dall’apocalisse zombie: i bambini sopravvissuti ora sono cresciuti e sono diventati adolescenti, e ci sono addirittura dei ragazzini nati nel mondo post-apocalisse (come Judith e R.J. in The Walking Dead, per esempio, o come i figli dei Sussurratori o dei Salvatori. La vita continua, la serie ce lo ricorda puntualmente).

Fear The Walking Dead ci ha già presentato una comunità formata solo da ragazzini: erano scampati al massacro dei loro genitori da parte dei vaganti, rimanendo orfani e dovendosi arrangiare per sopravvivere. Proprio come i protagonisti del secondo spin-off.

Visto lo scarto temporale fra le vicende raccontate da The Walking Dead e quelle a cui siamo giunti finora con Fear The Walking Dead, è molto improbabile che ci siano legami fra i ragazzini di FTWD e quelli della nuova serie.

Il personaggio di Danai Gurira (Michonne) comparirà in The Walking Dead: World Beyond, con degli episodi pensati da fare da ponte con i film su Rick. Lo scopo della produzione di due soli stagioni del nuovo spin-off, infatti, sarebbe proprio quello di traghettare i personaggi e la narrazione verso il primo dei film.

Le altre produzioni del franchise

I film dedicati a Rick Grimes

I film incentrati sul personaggio di Rick Grimes, protagonista per le prime 8 stagioni e per la prima parte della nona - il personaggio scelto fin dal pilot per essere la nostra guida nel mondo spaventoso di The Walking Dead - è uscito di scena, al contrario di quando accade nel fumetto, per volontà del suo interprete.

L’inglese Andrew Lincoln aveva deciso che le riprese lo costringevano a trascorrere troppo tempo lontano da casa. Finché i suoi figli erano piccoli, la famiglia lo raggiungeva negli Stati Uniti per stargli accanto, ma quando i bambini hanno dovuto iniziare la scuola, Lincoln e la moglie hanno scelto di farli studiare in Inghilterra.

Di qui la decisione di uscire dal cast per avere l’occasione di stare vicino a moglie e figli.

Come abbiamo saputo in seguito, però, Lincoln non voleva rinunciare al personaggio magistralmente interpretato per oltre 8 anni: nel suo accordo per l’uscita dal cast era prevista la realizzazione di una trilogia di film dedicati al destino di Rick Grimes, creduto morto dagli altri sopravvissuti di The Walking Dead ma in realtà salvato in extremis da Anne/Jadis grazie a un elicottero del CRM.

Inizialmente si pensava a dei film per la TV, ma l’annuncio della distrubuzione del primo film esclusivamente al cinema aveva cambiato le carte in tavola… Probabilmente ora, come vi ho accennato in precedenza, l’avvento di Covid-19 potrebbe spingere la produzione a ripensarci, ma non ci sono ancora conferme ufficiali in questo senso.

Per quanto riguarda la trama, sappiamo per certo che Pollyanna McIntosh (Anne) sarà nel cast del primo film e che Danai Gurira riprenderà il personaggio di Michonne, dopo essere “passata” da World Beyond, per ritrovare finalmente l’amato Rick, creduto a lungo morto.

La trama del primo film non è stata resa nota, per evitare di svelare anche troppo le trame pensate per la serie principale e i vari spin-off. L’unica certezza, ripetuta fin dal momento dell’uscita di Lincoln dal cast, è che Rick Grimes non comparirà più in The Walking Dead.

Le webseries

Il franchise di The Walking Dead ha visto la realizzazione di 7 webseries. Le prime 4 hanno approfondito personaggi e situazioni legati alla serie originaria, mentre le altre 3 appartengono all’universo narrativo di Fear The Walking Dead.

La prima webseries, Torn Apart, realizzata in 6 episodi diretti da Greg Nicotero (già responsabile degli effetti speciali, sceneggiatore, regista e produttore di The Walking Dead), raccontava la storia di Hannah (Lilli Birdsell), destinata a diventare la famosa “bicycle girl”, ovvero il primo zombie incontrato da Rick Grimes nella serie.

La webseries successiva si intitola Cold Storage, è formata da 4 episodi ed è diretta sempre da Nicoter. Arriva fra la seconda e la terza stagione di The Walking Dead, benché la sua trama racconti fatti precedenti rispetto a quanto raccontato dall’episodio pilota della serie.

La trama ruota attorno al personaggio di Chase (Josh Stewart), che insieme a Harris (Chris Nelson), mentre è in cerca della sorella decide di esplorare un deposito. Ma B.J. (Daniel Roebuck) uno degli ex dipendenti incaricati di proteggere la merce - fra cui c’è anche una scatola con gli effetti personali della famiglia Grimes - si dimostra un personaggio pericoloso che nasconde dei segreti…

La terza webseries, intitolata The Oath (Il giuramento) è costituita da 3 episodi fa da ponte fra la terza e la quarta stagione. Lo scopo era di far crescere l’attesa per la stagione 4 durante la pausa estiva.

The Oath racconta la storia di due sopravvissuti, Paul (Wyatt Russell) e Karina (Ashley Bell), costretti a fuggire dal loro accampamento dopo un attacco di zombie. Mentre cercano un rifugio sicuro s’imbattono nella dottoressa Gale Macones (Ellen Greene), che si prende cura di Paul - rimasto ferito - ma nasconde un terribile segreto…

In seguito è stata realizzata la webseries Red Machete, che racconta in 6 episodi la storia del famoso machete che Rick usa nella stagione 5 della serie per uccidere Gareth di Terminus.

La storia dell’arma inizia durante l’apocalisse zombie, quando un ragazzo la prende dallo scaffale di un negozio per difendersi da un vagante, per poi passare nelle mandi di David (Jose Rosete), che la usa per proteggere le sue due bambine. Finirà per usarla in modo che almeno una delle due bambine si salvi… In Red Machete compare anche Joe (Jeff Kober), l’uomo che nella quarta stagione di The Walking Dead fa massacrare Daryl e sta per uccidere Rick.

Le 3 webseries legate a Fear The Walking Dead sono Flight 462 e Passage, seguite da The Althea Tapes.

Fear The Walking Dead: Flight 462 vanta ben 16 episodi ed è stata ideata per promuovere la seconda stagione della serie e la sesta di The Walking Dead.

La trama ruota attorno ai passeggeri di un aereo in volo durante i primissimi momenti dello scoppio dell’epidemia. Impariamo a conoscere i passeggeri, le loro storie e parte di ciò che sta succedendo nel mondo, fino a quando scopriamo che a bordo c’è un infetto…

Passage, che fa da ponte fra la seconda e la terza stagione di Fear The Walking Dead, vanta 16 miniepisodi come la precedente webserie e segue Sierra (Kelsey Scott), una sopravvissuta che si aggira in un campo militare abbandonato. Attaccata da due soldati zombie, Sierra scorge Gabi (Mishel Prada), una donna ferita che prima si nasconde e poi cerca di fuggire…

The Althea Tapes, realizzata in 6 episodi per promuovere la seconda parte della stagione 5 di Fear The Walking Dead, racconta le interviste video di Al (Maggie Grace) a diversi sopravvissuti: Isabelle (Sydney Lemmon), la ragazza del CRM che Al incontra nell’episodio 5x01 di FTWD; l’anziano Earl insieme alla giovane C.J. (Ryan Mason) e infine Clark (Brian Thornton), Jody (Crystal Martinez) e Samora (Taylor Murphy), affetta da un disturbo ossessivo-compulsivo.

Tales of the Dead

Annunciata contemporaneamente allo spin-off su Daryl e Carol, Tales of the Dead è una serie antologica pensata per raccontare storie a sé di personaggi nuovi o già esistenti.

Si pensa che sia uno stratagemma per riportare sullo schermo i personaggi molto amati e usciti di scena in seguito alla loro morte, come Glenn (Steven Yeun) o Shane (Jon Bernthal). Non sarà possibile invece realizzare un episodio su Hershel, data la scomparsa del suo interprete Scott Wilson nel 2018.

Lo spin-off con Daryl e Carol

L’ultima produzione annunciata del franchise è lo spin-off ancora senza titolo a cui prenderanno parte Daryl e Carol. La teoria più sensata è che sia un prosieguo della storia principale narrata da The Walking Dead, dopo la chiusura della serie con la stagione 11 (che dovremmo vedere nel 2022).

Nulla sulla trama è stato reso noto al momento: sappiamo solo che i due attori hanno firmato un contratto che li lega al network AMC e alla nuova serie del franchise.

Leggi anche

      Cerca