Perché J. J. Jameson è diverso in Spider-Man: Far From Home rispetto alla trilogia di Raimi?

Lo storico interprete del burbero J. Jonah Jameson nella saga di Spider-Man ha spiegato perché il suo personaggio è leggermente diverso nel cameo di Far From Home.

Marvel Studios Un'immagine di J. J. Jameson in Spider-Man: Far From Home

Se c'è un personaggio che da sempre mette tutti d'accordo quando si parla della (storica) trilogia di Spider-Man diretta da Sam Raimi, quello è certamente J. Jonah Jameson.

Dopo aver ventilato il suo possibile ritorno nel Marvel Cinematic Universe, J. K. Simmons ha commentato il cambio di look subito dal suo scontroso personaggio, visto nel cameo presentato alla fine di Spider-Man: Far From Home in grado di lasciare a bocca aperta i fan, deliziati da un ritorno decisamente inatteso.

Se nei film di Raimi dedicati all'Arrampicamuri J. J. ha però un aspetto in tutto e per tutto simile a quello dei fumetti Marvel Comics (per dire assolutamente identico), nell'ultimo film con Tom Holland lo abbiamo visto apparire quasi del tutto calvo, un particolare che ha fatto in parte storcere il naso ai fan e allo stesso Simmons:

L'unica cosa che non abbiamo studiato alla perfezione è quanto Jameson dovesse essere simile al personaggio dei fumetti e della trilogia originale di Sam Raimi, e quanto volessimo trasformarlo per renderlo più moderno. Ero molto affezionato a ciò che avevo fatto precedentemente per varie ragioni.

L'attore ha inoltre rivelato che la scelta di privarlo della classica pettinatura di J.J. Jameson avrebbe a che fare con una certa urgenza nell'effettuare le riprese:

Credo che il compromesso sia stato quello di rappresentare J. J. senza capelli... una decisione che devono aver preso dicendo: 'Non abbiamo tempo per trovare una parrucca, dobbiamo girare la scena nel suo ufficio domani'. Quindi, o J. J. Jameson ha perso i capelli negli ultimi anni, oppure ha indossato sempre un parrucchino anche in passato. Decidete voi.

Ricordiamo che durante un'intervista a Collider, l'attore protagonista di Whiplash ha lasciato intendere che il presuntuoso boss del Daily Bugle potrebbe davvero tornare nel MCU:

C'è una possibilità. Ci sono state delle discussioni in merito, ma non posso confermare nulla anche perché non so se mi è permesso farlo. Ma sì, sono decisamente ottimista sul fatto che ci sarà ancora J. J. nel mio futuro.

Jameson, creato da Stan Lee e Steve Ditko nel 1963, è stato un personaggio onnipresente sia in Spider-Man (2002), che in Spider-Man 2 (2004) e Spider-Man 3 (2007), cinico, ostinatamente scontroso e quasi sempre schierato contro le gesta eroiche di Spider-Man.

In Far From Home vediamo Jameson apparire su un maxi schermo sotto gli occhi increduli di Peter Parker, in diretta su The Daily Bugle.net, rivelando al mondo che Spider-Man è in realtà l'assassino di Mysterio (interpretato nel film da Jake Gyllenhall) e svelando anche la sua identità segreta.

Ciò avrà sicuramente delle conseguenze piuttosto gravi nel futuro di Spidey, che scopriremo con molta probabilità in Spider-Man 3 (il nuovo capitolo attualmente in pre-produzione e ancora senza titolo ufficiale).

Spider-Man: Far From Home, uscito nel 2019, vede nel cast Tom Holland come Peter Parker/Spider-Man, Jake Gyllenhaal nel ruolo del villain Quentin Beck/Mysterio, Marisa Tomei nei panni di May Parker, Samuel L. Jackson come Nick Fury e Jon Favreau nel ruolo di Harold "Happy" Hogan.

A voi piacerebbe vedere nuovamente J. J. Jameson nel prossimo capitolo cinematografico delle avventure dell'Arrampicamuri Marvel?

Fonte: Collider

Leggi anche

      Cerca