Zack Snyder's Justice League, il regista e gli attori di nuovo sul set (e Ray Fisher?)

Sembra proprio che Zack Snyder e gli attori principali di Justice League torneranno sul set per delle riprese aggiuntive della Snyder Cut, nonostante restino seri dubbi sulla presenza di Ray Fisher.

Warner Bros. Pictures/DC Un'immagine del cast di Justice League

Sin dall'annuncio ufficiale, la Zack Snyder’s Justice League - nota anche come Snyder Cut - ha sempre rappresentato un sogno che diventa realtà per tutti i fan di Batman, Superman e soci, delusi (per non dire straziati) dalla versione del film uscita nelle sale nel 2017 rimaneggiata da Joss Whedon.

Ora, contro ogni previsione iniziale, sembra proprio che Snyder tornerà in un teatro di posa per un numero non meglio precisato di riprese aggiuntive con il cast di attori principali al gran completo (o quasi). The Hollywood Reporter ha infatti riportato in anteprima la notizia, rivelando che il cineasta si presenterà sul set a ottobre in compagnia di Ben Affleck, Gal Gadot e Henry Cavill (rispettivamente interpreti di Batman, Wonder Woman e Superman).

Resta però un'incognita piuttosto grande ed è quella circa la partecipazione di Ray Fisher, interprete di Cyborg. L'attore è infatti ancora coinvolto nelle indagini con WarnerMedia, a seguito delle sue accuse nei confronti di Joss Whedon, Jon Berg e Geoff Johns.

A luglio di quest'anno Fisher ha rivelato che Whedon aveva creato un'atmosfera generale davvero insostenibile sul set di Justice League, con il "supporto" di Johns e Berg, ai tempi diretti responsabili dell'universo cinematografico DC per Warner Bros. Pictures (ruolo che avrebbero poi lasciato a seguito del flop del film al botteghino mondiale). A inizio settembre 2020 la major ha ufficialmente avviato un’indagine per provare la veridicità delle gravi affermazioni dell’attore.

Snyder e Fisher sono in ogni caso legati da ottimi rapporti, sia professionali che di semplice amicizia, ragion per cui il regista potrebbe in qualche modo convincere la produzione a reclutare l'attore afroamericano per le riprese aggiuntive relative al suo personaggio.

Ma non solo: Ray Fisher sarebbe inoltre in trattative per apparire in un cameo di tre singole scene in The Flash - il film di Andy Muschietti dedicato all'eroe interpretato da Ezra Miller - nonostante le trattative sarebbero ancora in stallo a seguito di una richiesta decisamente "sostanziosa" da parte degli agenti dell'attore.

I reshoot di Zack Snyder’s Justice League dovrebbero durare circa una settimana, nonostante il budget sia in ogni caso destinato a levitare: non più i "soli" 30 milioni inizialmente dichiarati, bensì ben 70 milioni utili a riportare sul set gli attori principali e ultimare gli effetti visivi e la post-produzione generale (via The Wrap).

Ricordiamo che la Snyder Cut di Justice League uscirà nel corso del 2021 sulla piattaforma streaming HBO Max, disponibile al momento solo negli USA dal mese di aprile di quest'anno. Al momento non è chiaro se e quando la nuova versione del film dedicata agli eroi DC debutterà anche in Italia (dato che HBO MAX non è ancora disponibile nel nostro paese).

La nuova versione "riveduta e corretta" di Justice League sarà divisa in quattro parti da un’ora ciascuna, nonostante sia stata originariamente pensata come un unico film lungo ben 4 ore.

Fonte: THR

Leggi anche

      Cerca