Il re leone avrà un sequel diretto dal regista di Moonlight, Berry Jenkins

Simba, Timon e Pumbaa torneranno presto a cantare insieme!

Disney Simba insieme a Timon e Pumbaa

Era solo questione di tempo: Disney ha messo in lavorazione il sequel de Il re leone, ovvero del film che al cinema ha incassato di più nel 2019 dopo Avengers: Endgame. Con ben oltre 1 miliardo e 600 mila dollari di incasso in tutto il mondo Il re leone è stato un successo clamoroso.

Il primo film è stato diretto da Jon Favreau; questo nuovo capitolo invece sarà nelle mani di Barry Jenkins. Quest'ultimo è conosciuto per aver diretto pellicole con un cast prevalentemente afroamericano di genere drammatico come Moonlight e Se la strada potesse parlare. Il sequel del remake de Il re leone, quasi certamente, darà la possibilità al regista di continuare - seppure in maniera molto diversa - un discorso di sensibilizzazione sul tema razziale.

Sul suo nuovo incarico, Jenkins ha lasciato una dichiarazione pubblicata dal sito Deadline nella quale si è detto felice della grande opportunità:

Aver aiutato mia sorella a crescere due ragazzini negli anni '90 mi ha permesso di conoscere questi personaggi. Avere adesso l'opportunità di lavorare con Disney per espandere questa magnifica storia di amicizia, amore e retaggio, oltre alla possibilità di poter promuovere i miei temi legati alla vita e all'anima delle persone nella diaspora africana, è un sogno che diventa realtà.

Il film Il re leone in versione animata è datato 1994. Per questo motivo Jenkins fa riferimento a quegli anni.

DisneyI personaggi animati de Il re leone
Barry Jenkins ha amato i personaggi del cartone animato

A Jenkins sono già arrivati i complimenti della regista Lulu Wang (autrice del film The Farewell - Una bugia buona) via Twitter con un video che vale la pena vedere:

Secondo la fonte, una prima bozza di sceneggiatura del secondo capitolo live-action è stata già scritta da Jeff Nathanson (già autore del copione del primo film).

Nathanson ha anche scritto due bellissimi film diretti da Steven Spielberg, ovvero The Terminal del 2002 e Prova a prendermi del 2004. Più recentemente ha scritto per Disney il quinto capitolo della saga Pirati dei Caraibi ossia La vendetta di Salazar.

Infine, pare, che la storia narrerà anche delle origini di Mufasa. Molto probabilmente il film non avrà nulla a che vedere con i sequel animati del lungometraggio del 1994. Questi furono Il re leone II - Il regno di Simba e Il re leone 3 - Hakuna Matata ai quali seguì anche uno spin-off del secondo film dal titolo The Lion Guard: Il ritorno del ruggito.

Tutti i sequel del fortunato film d'animazione uscirono direttamente per il mercato Home Video.

Per quanto riguarda il cast, molto probabilmente torneranno tutti i doppiatori originali del film di Jon Favreau con in testa Donald Glover che dà la voce a Simba.

Leggi anche

      Cerca