Yellowstone: cos'è successo nel finale al cardiopalma della stagione 2

Il secondo finale di stagione di Yellowstone è stato come un pugno in piena faccia, un po' come l'aggressione a Beth. Tutto è destinato a cambiare. Ecco cos'è successo e con quali conseguenze.

Inaspettato. Sconvolgente. Destinato a cambiare tutto: il settimo episodio di Yellowstone 2, serie trasmessa da Sky Atlantic in prima visione, ci ha colpiti dritti in faccia, come uno schiaffo arrivato dal nulla.

L'aggressione a Beth

Beth Dutton (un'eccezionale Kelly Reilly) si vede arrivare in ufficio due uomini vestiti di nero, armati e con il volto coperto. Con l'intelligenza e il sangue freddo che la contraddistinguono, manda subito un messaggio d'aiuto. Non abbiamo bisogno di sapere chi sia il destinatario: sappiamo già che ha scritto a Rip (Cole Hauser).

Ciò che non sappiamo, invece, è che i due uomini - inviati dai fratelli Teal (Terry Serpico) e Malcolm Beck (Neal McDonough) - si spingeranno ben oltre le minacce.

Non sono andati nell'ufficio di Beth Dutton per spaventarla. Sono andati per uccidere, come fanno con l'assistente di Beth e stanno per fare con lei quando arriva Rip. Appena in tempo. Ma non abbastanza in tempo da impedire che Beth venga pestata a sangue... Senza mai abbassare la testa.

I rivali in affari del padre di Beth, John Dutton (Kevin Costner) si dimostrano i personaggi più spietati incontrati finora nella serie, e le loro mosse cambiano lo scenario.

Gli screzi, gli scontri fisici, l'uccisione del bestiame, le minacce armate: tutto, fino a quel momento, si era fermato qui.

Ma dopo una sequenza sconvolgente - che conferma come Beth sia il personaggio più straordinario della serie - che non potremo mai dimenticare, la narrazione si sposta su un altro livello.

Il finale al cardiopalma: la guerra

Tutto cambia, dicevo. Fra Beth e Rip, che salva la vita alla donna che ama da quando erano ragazzini beccandosi tre proiettili; fra Rip e John, che finalmente riconosce lo status di "figlio" a Rip, dopo che ha salvato Beth; fra Jamie (Wes Bentley) e il resto del mondo. Jamie stava per suicidarsi dopo aver ucciso la giornalista che minacciava la sua famiglia, ma il padre lo salva e lo manda a lavorare come mandriano, perché sia così stanco da non riuscire a pensare.

Purtroppo, però, l'inaspettata notizia ricevuta dalla sua ex compagna Christina (Katherine Cunningham) lo costringerà nella terza stagione a prendere una decisione molto difficile.

E poi, naturalmente, ci sono gli uomini che muovono i fili. John Dutton si allea con i nemici storici, Thomas Rainwater (Gil Birmingham) e Dan Jenkins (Danny Huston) quando i fratelli Beck minacciano tutti loro e si spingono oltre il limite, con il rapimento del piccolo Tate (Brecken Merrill).

Il figlio di Kayce (Luke Grimes) è ciò che John ha di più caro al mondo, il suo unico nipote. E per riportarlo a casa sano e salvo, i Dutton sono pronti a tutto. A una vera e propria guerra.

Il finale al cardiopalma di Yellowstone 2 vede lo scontro all'ultimo sangue fra i Dutton, Rainwater, Jenkins e i fratelli Beck.

Nemmeno Yellowstone, una serie che ha dimostrato di poter essere spietata, poteva spingersi oltre il tabù per eccellenza: i bambini non si uccidono.

Così Tate torna a casa salvo (ma non proprio sano), i Beck vengono massacrati, Jenkins viene ucciso e la guerra, almeno per ora, si ferma.

Le conseguenze del finale di stagione: cosa ci aspetta?

In attesa della stagione 3, sappiamo che Jamie dovrà scegliere fra la propria famiglia d'origine e la famiglia che potrebbe formare con Christina.

Monica (Kelsey Asbille) ha chiesto a Kayce di uccidere gli uomini che avevano rapito il suo bambino, ed è stata umiliata in un negozio della città - prontamente vendicata da Beth, ma non sappiamo se vorrà continuare a vivere al ranch.

John dovrà fare i conti con la fine della tregua con Rainwater, ma anche con le sue condizioni di salute.

E poi ci sono loro, Beth e Rip, che ci hanno fatto battere il cuore in questa seconda stagione e che speriamo di vedere finalmente insieme. In modo definitivo. Ma tutto può succedere e poi, conoscendo Beth, non ci sono certezze...

Eccetto una: la seconda, sconvolgente stagione di Yellowstone ha spostato tutto su un altro livello. Questa è la sola certezza che abbiamo.

La posta in gioco si è alzata, la violenza non ha avuto confini e la protezione del ranch, per i Dutton, è ufficialmente diventata una guerra che non finirà mai.

Leggi anche

      Cerca