Emily in Paris, come finisce la prima stagione della serie con Lily Collins

Netflix Lily Collins con le rose

In dieci episodi, abbiamo conosciuto una nuova creatura di Darren Star: il suo nome è Emily Cooper, è considerata una influencer e si è trasferita a Parigi iniziando un nuovo capitolo della sua vita.

Emily si trasferisce a Parigi per un anno di lavoro, lasciandosi alle spalle un fidanzato, una casa, affetti e tutte le sue certezze. Di qui parte la trama di Emily in Paris, la nuova serie TV ideata da Darren Star (la mente brillante che ha dato vita a Sex and the City) e che porta una glamour Lily Collins in giro per le strade di Parigi alla ricerca del suo posto nel mondo. Non è ancora chiaro se Netflix deciderà di rinnovare la serie per una seconda stagione ma, nel frattempo, facciamo mente locale e vediamo com’è finita la prima stagione.

L’avventura nella città più romantica e alla moda d’Europa

Piccolo preambolo per capire cos’è successo nella prima stagione. Emily ha preso il posto della sua datrice di lavoro e, di fretta e furia, si è trasferita a Parigi per lavorare un anno presso una filiale francese dove l’accoglienza non è stata delle migliori. I francesi, di natura snob, si confermano un perfetto cliché e trattano la nuova arrivata come se fosse una mosca fastidiosa da allontanare. Emily però non si dà per vinta e, nel corso delle puntate, dimostra di che pasta è fatta e di essere stata mandata a Parigi per un motivo ben preciso e non per fare soltanto la turista (cosa che, in molte circostanze, sicuramente fa).

Il trasferimento a Parigi ha incrinato la sua storia d’amore che si esaurisce nell’arco di qualche episodio, così Emily si ritrova da sola, e single, a Parigi: la caccia all’amore è ufficialmente aperta. Del resto, non è passato inosservato il suo vicino di casa, Gabriel, uno chef che lavora al ristorante proprio di fronte casa, grandi occhi verdi e sorriso spiazzante (per non parlare del fisico prestante), il perfetto sogno parigino, se non fosse che Gabriel è fidanzato e Camille, la sua ragazza, è diventata subito amica di Emily.

Il lavoro è la sfida più ardua per Emily: Sylvie, la direttrice dell’agenzia, non può tollerarla e trova ogni occasione utile per torturarla o denigrarla. Emily non si arrende tanto facilmente e dimostra di essere perfettamente capace e brillante nel proprio lavoro (forse fin troppo, poiché fa anche colpo sull’amante di Sylvie, Antoine), anche quando combina pasticci. L’importante, però, è rimediare.

NetflixEmily e Sylvie vestite in tiro
Emily e Sylvie

Emily in Paris: il finale della prima stagione

Reduce da un’imbarazzante vacanza a casa dei genitori di Camille, dove Emily si era recata per chiudere un accordo economico con i genitori dell’amica (che si occupano di produrre champagne), scopriamo che Gabriel ha deciso di lasciare Parigi. Lo chef brama di aprire un ristorante tutto suo, ma a Parigi non può farlo perché costerebbe troppo. Il ristorante dove ha lavorato per tutto questo tempo è persino in vendita, ma Gabriel non può permetterselo e non accetterebbe mai l’aiuto economico dei genitori di Camille. Per questo, il ragazzo preferisce tornare in Normandia (è nato lì): di conseguenza, la sua relazione con Camille giunge al capolinea. Emily è sconvolta dalla notizia, ma è l’ultima persona a poter avanzare pretese, per cui decide di salutare Gabriel, che è stato prezioso per lei durante quel periodo a Parigi, portando a cena il suo team lavorativo al suo ristorante.

NetflixEmily e Gabriel sotto le stelle
Emily e Gabriel under the stars

Emily intanto ha trovato un modo per salvare la sua carriera e quella di Pierre Cadault: lo stilista, avvilito dall’escamotage degli avversari (che hanno oltraggiato il suo abito macchiandolo di vernice nera), aveva deciso di appendere la matita al chiodo ma, dopo aver parlato con Emily, si è deciso a tornare in pista reinventandosi del tutto. E, nonostante avesse disdetto la sua presenza alla fashion week, Cadault riesce ugualmente a sfilare e a lasciare il segno. Gran parte del merito è sicuramente di Emily (che di fatto viene riassunta da Sylvie, che l’aveva licenziata) e del nipote, Mathieu, che l’ha corteggiata assiduamente e ha tutta l’intenzione di portarla fuori per un weekend romantico.

NetflixEmily e Mathieu
Mathieu ed Emily

Emily, però, non ha le idee molto chiare. Dopo la cena al ristorante di Gabriel, la ragazza non riesce a salutarlo come si deve. Quello è il loro addio, un saluto freddo e poco sentito sotto lo sguardo vigile di Mathieu che non sospetta minimamente la natura dei loro sentimenti. Quando, però, Mathieu va via ed Emily torna a casa (dove sta ospitando l’amica cantante Mindy), la ragazza decide di non vivere nel rimpianto e corre tra le braccia di Gabriel, convinta che quella sia la loro ultima notte insieme. E se la godono. Al mattino, Emily è certa di non vederlo mai più. Quando, poi, passeggiando al di fuori del ristorante davanti casa si imbatte in Antoine (l’amante di Sylvie nonché imprenditore), Emily scopre che Gabriel non andrà da nessuna parte. Antoine finanzierà l’acquisto del ristorante, quindi non dovrà tornarsene in Normandia per gestire un ristorante tutto suo. E, in attesa di brindare, Emily alquanto sconcertata riceve un messaggio da parte di Camille che le chiede di parlare.

NetflixGabriel in bianco
Gabriel

Cosa succederà nella prossima stagione? Emily si sarà pentita di essere finita a letto con Gabriel? Oppure vorrà aggrapparsi a quelle sensazioni e lottare per quella storia d’amore che non sembra essere destinata a concretizzarsi? E cosa succederà con Mathieu? La loro storia finirà? Riuscirà ad essere sincera con Camille e ammettere di non essere poi un’amica così perfetta? Lo scopriremo soltanto se sarà rinnovata.

Leggi anche

      Cerca