Ferro, Tiziano racconta la sua carriera e le sue cicatrici nel film documentario di Amazon

Per festeggiare i suoi quarant'anni Tiziano Ferro si regala anche un documentario: s'intitola Ferro e metterà a nudo i successi pubblici e il dolore privato del cantante di Latina. A portarlo in tutto il mondo a novembre 2020 sarà Amazon.

S'intitola semplicemente Ferro il film documentario che racconta la vita e la carriera di Tiziano Ferro, il cantante di Latina conosciuto e amato in tutto il mondo. È ora disponibile il primo trailer della produzione Amazon nata da un'idea di Tiziano stesso, che mira a ripercorrere la sua carriera (ma anche la sua vita privata) nell'anno dei suoi quarant'anni.

Ferro è molto più di una semplice celebrazione: è un viaggio davanti e dietro le quinte di una delle voci italiane più amate a livello internazionale. La prova del successo senza confini dell'interprete è data dalla distribuzione scelta da Amazon Prime Video per lanciare il film: a partire dal 6 novembre 2020 il documentario musicale verrà distribuito in contemporanea in ben 240 paesi, raggiungendo a livello globale tutti i fan del cantante e quanti sono curiosi di conoscere la sua storia personale. 

Attraverso il racconto del protagonista e le testimonianze di chi lo conosce da vicino e collabora professionalmente con lui da anni, Ferro si propone di ripercorrere una vita ricca di successi ma anche venata da dolori e cicatrici. Non ne fa mistero il protagonista, che a riguardo ha così commentato: 

Ho sempre pensato che dietro ogni storia di dolore si nascondessero il privilegio e il dovere morale di poter aiutare qualcun altro. La mia storia me lo insegna e ogni volta che ho consegnato alla gente le mie cicatrici, si sono sempre trasformate in soluzioni.

Di cosa parla Ferro, il doc Amazon su Tiziano Ferro

Come si può intuire dalle prime immagini promozionali, Ferro non glissa sui momenti più difficili della vita del cantante ma anzi, li affronta di petto,  a partire dalla delicata questione del suo corpo. E risaputo infatti che da adolescente Ferro soffriva di una seria forma di bulimia ed è arrivato a pesare oltre cento chili. Il suo difficile rapporto con la propria persona e il proprio corpo è stato al centro degli inizi della sua carriera, tanto che finì per intitolare il suo secondo album 111, ovvero il peso massimo che raggiunse prima di riuscire a superare i suoi disturbi e a perdere peso.  

È probabile che gli anni difficili della giovinezza, in cui Tiziano faticava a rapportarsi con i compagni e gli amici a causa di un'eccessiva timidezza, saranno al centro di molte pagine del documentario. Dal primo promo s'intravedono anche le immagini del matrimonio. Un traguardo felice dopo un lungo lavoro di accettazione di sé, coronato dall'autobiografia scritta sulla soglia dei trent'anni, in cui dichiarava pubblicamente la propria omosessualità

Amazon Prime VideoTiziano Ferro sulla locandina di Ferro
Ferro promette uno sguardo ravvicinato sulla vita di Tiziano

Ricco di filmati inediti al grande pubblico e ambientato tra l'Italia e gli Stati Uniti, Ferro promette di mostrare una panoramica esaustiva della vita del cantante italiano, tra lacrime, sorrisi, vecchie cicatrici e traguardi incredibili raggiunti sopra il palco e nella vita di tutti i giorni. Come suggerisce l'immagine in locandina, sarà un primo piano, uno sguardo diretto sulla persona e l'artista. 

Prodotto da Banijay Italia, Ferro è scritto da Federico Giunta e Beppe Tufarulo e diretto da Beppe Tufarulo. Il documentario sarà disponibile su Amazon Prime Video dal 6 novembre 2020

Leggi anche

      Cerca