Nero a metà: il finale della stagione 2 della serie di Rai 1

Cattleya/Rai Fiction I protagonisti di Nero a metà 2

Come finisce Nero a metà 2? Ecco il riassunto dettagliato del finale della serie con Claudio Amendola e Miguel Gobbo Diaz, con le prime ipotesi sugli scenari che potrebbero aprirsi in una terza stagione.

Nero a metà ha congedato il pubblico con una seconda stagione ricca di colpi di scena, in un andirivieni tra passato e presente. La serie di Rai 1 con Claudio Amendola e Miguel Gobbo Diaz, come avvenuto già per la prima stagione, si è dipanata tra storyline marginali - solitamente chiuse nell'arco di ogni episodio - e una principale, la cui risoluzione è arrivata a compimento solo durante l'ultimo attesissimo episodio.

Il finale di stagione ha sbrogliato la matassa, tra flashback e intuizioni, ritorni inaspettati e nuove emozioni, anche da un punto di vista puramente sentimentale. Per Carlo (Claudio Amendola) e Malik (Miguel Gobbo Diaz) arriva finalmente il momento di affrontare i propri sentimenti, quelli di Guerrieri per la collega Marta (Nicole Grimaudo) e quelli contrastanti del giovane poliziotto diviso tra la figlia di Carlo, Alba (Rosa Diletta Rossi), e l'ultima arrivata Monica (Claudia Vismara).

Nel corso dell'intera stagione, il pubblico ha visto più di un personaggio confrontarsi con il passato: Carlo e Alba sono alle prese con il ritrovamento di Clara (Margherita Laterza), mentre Marta e Mario Muzo (Fortunato Cerlino) scontano la peggiore delle pene per aver commesso un errore in gioventù, quando erano poliziotti alle prime armi. Tutto ruota, infatti, attorno all'omicidio di Paolo, figlio di Marta, e Olga, la moglie di Muzo. Le loro morti sono accomunate da un segreto che si svela solo nell'ultimo episodio.

Gli eventi della seconda stagione

Tutto inizia quando Carlo, mentre sta comprando il bouquet per il proprio matrimonio con Cristina (Alessia Barela), assiste alla morte di un giovane collega poliziotto, Paolo Moselli, investito da un pirata della strada. Marta, collega di Carlo e madre di Paolo, non riesce a darsi pace e pressa Guerrieri affinché vengano condotte indagini più accurate sulla morte del ragazzo. Malik, intanto, si avvicina molto a Olga, la moglie di Mario Muzo, che viene ritrovata morta pochi giorni dopo.

Tutti i sospetti ricadono proprio su Muzo, che viene arrestato quando in un armadio di casa sua viene ritrovato il cellulare di Olga. Malik è convinto della colpevolezza di Muzo, mentre Carlo pensa che qualcuno stia cercando di incastrarlo. Nel corso degli episodi, Marta e Carlo cominciano a indagare sulla morte di Paolo e Alba riprende a cercare sua madre. La vicinanza tra Carlo e Marta incrina il rapporto di Guerrieri con Cristina, insospettita dalla complicità tra i due. Intanto, le indagini dimostrano che il cellulare di Olga è stato nascosto da qualcuno in casa di Muzo. Carlo scopre che Olga aveva appreso qualcosa sulla morte di Paolo Moselli, che non è stato investito per puro caso ma di proposito. Sulle tracce dell'auto, infatti, vengono rinvenute delle tracce di amianto, così come a casa di Muzo: l'assassino è la stessa persona.

Cattleya/Rai FictionMarta e Malik in Nero a metà
Marta è intenzionata a vendicare suo figlio

Alba trova sua madre in Svizzera, ma dopo averla vista con la sua "nuova" figlia si allontana e finisce per trovare conforto tra le braccia di Malik, nonostante quest'ultimo sia sempre più vicino a Monica e Alba stia frequentando Enea (Eugenio Franceschini). Alla stazione di polizia, molti agenti scoprono di avere il cellulare sotto controllo: tra loro c'è anche Nusco (Renato Marchetti), che dopo aver comprato un nuovo telefono viene accoltellato. Alba riesce a salvargli la vita e l'uomo viene ricoverato in terapia intensiva, ma la verità che frattanto emerge è sconvolgente: i telefoni di Muzo, Olga, Paolo, Marta, Carlo e Malik sono stati anche hackerati e resettati. Carlo e Malik scoprono che tra gli obiettivi del killer che ha aggredito Nusco c'erano anche Muzo e Marta e che è per questo che i loro cari, Olga e Paolo, sono stati uccisi.

Carlo, intanto, va via di casa lasciando Cristina perché si scopre innamorato di Marta.

Il finale di Nero a metà 2

Muzo e Marta capiscono di essere finiti nel mirino di Graziano Imardi, costruttore che loro avevano incastrato anni prima come infiltrati per un caso di sfruttamento della prostituzione. Tramite un aggancio, la polizia fa irruzione in un cantiere di proprietà di Imardi, dove vengono trovati degli oggetti personali di Olga. Le cose, però, non stanno come sembrano. Il covo non è di Imardi, che viene letteralmente trovato murato vivo.

Carlo e i suoi uomini riprendono a indagare e tutti gli indizi portano a Leonardo Sfera, un uomo arrestato anni prima da Marta, Muzo e Nusco per l'omicidio della fidanzata Xenia, una delle prostitute che lavorava per Imardi. Sfera non ha mai ammesso la sua colpevolezza, ma anzi si è sempre detto innocente, finendo per essere rilasciato. Muzo, scoprendo che Olga è stata presumibilmente uccisa per ritorsione nei suoi confronti, prova a suicidarsi ma viene fortunatamente bloccato da Carlo.

Guerrieri continua le sue indagini sulla pista legata a Sfera e Xenia. Carlo e Marta arrivano a un ex compagno di cella di Sfera, che potrebbe essere il responsabile dell'azione hacker sui cellulari di tutti i poliziotti. Carlo inizia a indagare su di lui, Zambra, pedinandolo e riuscendo a sottrargli lo zaino contenente il computer che potrebbe essere la chiave di volta dell'indagine. Grazie a un'intuizione di Malik, Carlo arriva a capire che Sfera è sempre stato mosso da un forte sentimento di vendetta, per una ragione sola: ha pagato per un crimine che non ha commesso, in quanto anni prima a uccidere Xenia è stato un poliziotto, che si rivela essere Nusco. A far svoltare le indagini è un cercapersone che i poliziotti del comando usavano negli anni '90. Il colpevole dell'omicidio di Xenia è senza ombra di dubbio Nusco, per questo Sfera lo vuole morto e per questo ha privato dei loro affetti più cari Muzo e Marta, che all'epoca delle indagini non gli diedero fiducia. 

Cattleya/Rai FictionMarta e Carlo in Nero a metà
Marta e Carlo sono sempre più vicini

Nell'ultimo episodio, La resa dei conti, Marta non si capacita di aver perso suo figlio a causa di un errore compiuto 20 anni prima. Carlo cerca di farle forza: devono scoprire chi sta aiutando Sfera ed è il momento di agire, non di farsi logorare dai sensi di colpa. Intanto, in ospedale, Nusco si risveglia mentre Sfera, tramite una telecamera nascosta, sorveglia la sua stanza e medita di ucciderlo compiendo la sua vendetta. Guerrieri convoca Zambra alla stazione di polizia, mentre Marta analizza il fascicolo dell'omicidio di Xenia. L'uomo viene interrogato da Carlo e Malik: non vede Sfera da mesi e nega di aver hackerato telefonini e telecamere per lui, sostenendo che Sfera è perfettamente in grado di agire da solo. Zambra ammette di avergli regalato dei monitor e un portatile, senza però sapere cosa volesse farne.

Chi è, quindi, ad aiutare Sfera? La squadra continua a indagare, indirizzandosi in particolare su un SUV blu e basandosi su una data e un orario rivelati da Zambra. Marta indaga sul possibile nascondiglio di Sfera e grazie a Cinzia si avvicina alla verità tramite una vecchia foto che ritrae Xenia e Sfera negli anni '90, prima dell'uccisione della ragazza. Gli indizi scovati da Marta, intanto, portano all'agente immobiliare Lucia Canovo, ma la poliziotta preferisce tenere l'informazione per sé.

Clara torna dalla Svizzera e si reca da Alba: le due donne hanno un confronto molto duro, Clara ha deciso di costituirsi - anni prima aveva spacciato droga con Bosca, un collega corrotto di Carlo, per poi ucciderlo e far ricadere la colpa su di lui - ma prima vuole parlare con il padre della ragazza. Alba porta la madre da Carlo, che è profondamente adirato con la sua ex moglie, e fa portare via la donna da Malik in un altro commissariato, poiché non la vuole nel suo. Guerrieri scoppia in lacrime, rinfacciandole di aver abbandonato lui e Alba, che però sembra indulgente nei riguardi della madre. Marta ha assistito all'intera scena e prova a consolare Guerrieri.

Cattleya/Rai FictionAlba e Carlo in Nero a metà
Alba ritrova sua madre e Carlo è addolorato per il ritorno della donna

Nel mentre, scopriamo che Sfera è ospite di una donna, l'infermiera che sorveglia Nusco in reparto. Carlo e Malik si recano in ospedale per interrogarlo, ma proprio in quel frangente Sfera si trova nascosto in ospedale e monitora Nusco a distanza. All'ospedale arriva anche Marco Cantabella (Alessandro Sperduti), che si trova nei pressi della camera di ospedale di Nusco proprio quando Sfera innesca una terribile esplosione dal suo tablet. Cantabella soccorre l'infermiera, lui, Malik e Carlo stanno bene e cercano di salvare Nusco. Sfera, armato di pistola, è pronto a sparargli, Carlo sopraggiunge e lo ferma ma Sfera prende in ostaggio Cinzia (Margherita Vicario), che tra l'altro è incinta. Guerrieri cerca di persuaderlo a lasciare andare la poliziotta e a non inseguire più la sua vendetta, perché Nusco pagherà per le colpe commesse. Malik, Marco e Carlo iniziano l'inseguimento, mentre Cinzia è stata lasciata libera e riabbraccia il compagno Cantabella.

Sfera è fuggito di nuovo, mentre Muzo si reca in reparto da Nusco per rinfacciargli quanto è accaduto a Xenia, ma anche a Olga e Paolo, il figlio di Marta. Nusco racconta la verità: anni prima uccise Xenia preso da un raptus di rabbia, nonostante fosse innamorato di lei, e per non mettere a rischio la sua carriera fece ricadere la colpa su Sfera. Marta si mette da sola sulle tracce dell'assassino di suo figlio: è intenzionata a ucciderlo per vendicare Paolo e capisce che è stata Lucia ad averlo aiutato. La aspetta sotto casa e avverte Carlo svelandogli cosa ha scoperto, ma non di aver anche scovato il nascondiglio di Sfera. Guerrieri, che ormai la conosce bene, capisce le sue intenzioni e si precipita da lei per evitare che possa commettere una sciocchezza.

Malik e Muzo vanno da Lucia, complice di Sfera, mentre Marta è arrivata al suo nascondiglio. Lucia racconta del loro primo incontro e di come volesse Imardi morto, proprio come Sfera, e che per questo l'ha aiutato a trovarlo. Muzo le rinfaccia la morte di Paolo e Olga, mentre Marta insegue Sfera e trova il suo covo, con i monitor, i cellulari e tutto il materiale utilizzato per sorvegliarli. Sfera la sorprende alle spalle, mentre lei piange disperata sulle foto che ritraggono il cadavere di Paolo. Dietro di lui, però, arriva Carlo che lo costringe alla resa e gli mette le manette. Marta gli punta la pistola alla fronte, ma non lo uccide.

Cattleya/Rai FictionCarlo e Malik nella serie
Carlo e Malik diventano quasi amici

La seconda stagione si chiude nel giorno del matrimonio di Marco e Cinzia. Ci sono proprio tutti, anche Malik con Monica e Alba con Enea. Grande assente Marta: Claudio è di nuovo solo. Guerrieri non è riuscito a perdonare a Marta di averlo ingannato e di non essersi fidata di lui.

In Chiesa arriva finalmente Cinzia, lei e Marco si sposano sotto lo sguardo felice del poliziotto Lisi, che si riavvicina alla piccola Emma di cui è il padre naturale. Carlo accompagna Cinzia all'altare, visibilmente emozionato e commosso. A nozze celebrate, tutti si radunano attorno agli sposi. Cinzia lancia il bouquet, che viene preso da Giovanna (Angela Finocchiaro) che però lo passa ad Alba invitandola a scegliere chi voglia davvero tra Enea e Malik. Muzo ripensa con tenerezza a Olga, mentre Carlo malinconico trova sul parabrezza dell'auto una lettera scritta per lui da Marta. La donna è in viaggio per Napoli, ma ha voluto prima ringraziarlo per quanto fatto per lei.

Squilla il telefono, Carlo viene chiamato per una rapina dalla Centrale: nulla è cambiato, tutto riprende a fluire.

Nero a metà 3 si farà?

Sembra proprio che la seconda stagione di Nero a metà non sia l'ultima. D'altra parte, il finale è decisamente aperto. Non sappiamo quali scenari potranno prospettarsi, ma di certo le possibilità non mancano. Per esempio, Marta tornerà da Napoli? Tra lei e Carlo è davvero tutto finito?

Anche la storyline che riguarda l'amore di Alba e Malik resta in sospeso. Nell'ultimo episodio è palpabile che i due provino ancora qualcosa l'uno per l'altra, ma sembrano ormai ingabbiati nelle loro nuove relazioni. Riusciranno, i due ragazzi, ad avere finalmente una possibilità?

Cattleya/Rai FictionAlba e Malik nella serie
Aba e Malik avranno finalmente una possibilità?

Come riporta Fanpage, Claudio Amendola ha confermato che presto vedremo Nero a metà 3. Gli episodi sarebbero già in fase di scrittura:

La terza stagione la stanno scrivendo ora. Ipotizziamo di poterla girare tra gennaio e febbraio dell'anno prossimo. Se do dei suggerimenti? Ci confrontiamo mentre la scrivono.

In attesa di saperne di più, vi ricordiamo che tutti gli episodi di Nero a metà sono disponibili in streaming su RaiPlay.

Leggi anche

      Cerca