The Hunting of Bly Manor: il finale e la risposta ai misteri della serie

Netflix The Haunting of Bly Manor

Chi è il fantasma che perseguita Dani? Chi è la signora del lago? Cosa succede ai volti degli spiriti di Bly Manor? Queste e altre domande, con le loro risposte, nella spiegazione del finale di The Haunting of Bly Manor, con tutti i suoi misteri risolti.

Dopo la recensione rigorosamente senza spoiler, a un giorno dall'uscita, per permettere a tutti di avere il tempo materiale di vedere i 9 episodi della serie, è arrivato il momento di scavare un po' più a fondo negli episodi di The Haunting of Bly Manor, per analizzarne il finale e dare risposta ai misteri introdotti dalla serie.

E qui gli spoiler ci saranno: leggete solo dopo aver visto tutti gli episodi!

The Haunting of Bly Manor: chi è la signora del lago?

Fin dal momento in cui Flora (Amelie Bea Smith) pronuncia il suo nome per la prima volta, dicendo a Dani (Victoria Pedretti) che non deve vederla, il mistero di Bly Manor inizia a ruotare attorno alla misteriosa signora del lago. Il fantasma - o meglio la presenza, visto che ha effetto sulla realtà tangibile - che infesta Bly Manor da molto, moltissimo tempo.

La signora del lago è responsabile di molte morti, e non solo nel corso della nostra storia: quando ci viene raccontata la sua origine - con il flashback nel XVII secolo e la storia della famiglia Lloyd - scopriamo anche che si è macchiata di moltissimi omicidi. A volte in modo quasi inconsapevole: semplicemente, prendeva la vita di chiunque si mettesse sul suo cammino.

E il suo cammino era sempre lo stesso: dal lago vicino alla tenuta, dov'era il suo corpo, alla camera padronale, dove aveva vissuto e dove continua a tornare. Ma in cerca di cosa? La domanda corretta è in cerca di chi: della sua bambina, Isabel.

La signora del lago è infatti Viola Lloyd (Kate Siegel), figlia dell'ex proprietario di Bly Manor - il cui vero nome ci viene tenuto nascosto, e sostituito dal diffuso Willoughby - e determinata a far sì che la casa restasse di proprietà della famiglia.

In quanto donna, come la sorella Perdita (Katie Parker), Viola non aveva alcun diritto di successione: l'unico modo per mantenere la proprietà era sposarsi. Così decide di convolare a nozze con un lontano cugino, Arthur Lloyd (Martin McCreadie), che aveva iniziato a interessarsi alla sorella Perdita.

Viola è bellissima, determinata, tanto che dopo la nascita della piccola Isabel, quando si ammala di tisi e i medici le danno pochi mesi di vita, la sua determinazione la tiene in vita per anni. Dodici lunghi anni, con l'ostinazione che la tiene attaccata alla vita, finché la sorella Perdita - umiliata e maltrattata da sempre - decide di porre fine alla sua vita, soffocandola.

Da quel momento, Viola si ritrova intrappolata in una sorta di loop, nella sua camera, ma in realtà si trova nel baule delle preziose sete e degli abiti costosi che aveva lasciato in eredità a Isabel e del quale, strangolata dai debiti, Perdita decide d'impossessarsi.

Viola resta attaccata al mondo dei vivi con la medesima ostinazione che l'aveva fatta sopravvivere alla tisi e, dopo aver ucciso Perdita per vendetta, inizia a lasciare il fondo del lago, notte dopo notte, per cercare Isabel tornando nella sua casa, e in particolare nella sua camera.

Anno dopo anno, Viola inizia a dimenticare cosa stesse cercando... Ma non a compiere lo stesso tragitto, uccidendo chiunque si trovi sul suo cammino.

Cosa vuol dire "Sei tu, sono io, siamo noi"?

NetflixThe Haunting of Bly Manor: i bambini protagonisti
The Haunting of Bly Manor: Flora e Miles

La frase è una formula: la formula che consente a uno spirito di prendere possesso del corpo di una persona ancora in vita.

Peter (Oliver Jackson-Cohen), dopo essere stato ucciso dal fantasma di Viola, ha bisogno di tempo per realizzare di essere morto. Quando se ne rende conto - e capisce che non potrà mai lasciare Bly Manor perché chi muore lì, vi resta per l'eternità - resta attaccato alla vita e soprattutto alla sua innamorata, Rebecca Jessel (Tahirah Sharif), l'istitutrice che aveva preceduto Dani.

Durante uno dei loro incontri post mortem, Peter scopre di poter prendere possesso del corpo di Rebecca, abitando il corpo di un vivente.

Inizia a farlo con Miles, facendo in modo che il bambino parli con la sua voce e arrivi addirittura a uccidere la signora Grose (T'Nia Miller) spingendola nel pozzo in cui il suo cadavere resterà intrappolato fino al finale della serie.

Peter diventa sempre più malvagio - in fondo era un ladro e un uomo pronto ad approfittarsi di chi gli concedeva la sua fiducia - e inizia a elaborare il suo diabolico piano.

Poco alla volta impara di più sul confine fra i vivi e i morti, sulla possessione e sul modo per evitare di svanire come succede, poco alla volta, a tutti gli altri fantasmi di Bly Manor: prenderà possesso del corpo di Rebecca (intrappolandola in un ricordo durante la possessione) e farà in modo che affoghi nel lago, inscenando un suicidio. Così staranno insieme per sempre.

Il passo successivo sarà quello di servirsi dei piccoli di casa, Flora e Miles (Benjamin Evan Ainsworth), perché lui e Rebecca ne prendano possesso in modo definitivo, tornando a vivere nei loro corpi. Per farlo, dovrà anche uccidere Dani, che è al corrente del suo piano.

Ma Rebecca non è come lui: libera Dani e fa di tutto per salvare Flora...

Miss Jessel si è suicidata?

No. Rebecca Jessel, che la signora Grose e gli altri ritengono si fosse suicidata per la disperazione dell'abbandono da parte di Peter, è in realtà vittima dello stesso Peter.

Il fantasma di Peter prende possesso del corpo di Rebecca e lo lascia solo quando lei, ormai, sta annegando. L'egoismo di Peter lo spinge a uccidere la donna che afferma di amare, perché possa restare sempre con lui. Per fare questo, però, la priva del bene più prezioso: la vita.

Il corpo di Rebecca finisce in fondo al lago, come quello di Peter, quello di Viola e di tutte le sue vittime prima della nostra storia.

Mentre Rebecca, appena compreso di essere affogata, grida per il dolore e la rabbia verso Peter. Per questo contrasterà il suo piano: salva Flora perché non è come Peter, rispetta il valore della vita e vuole che Flora ne abbia una, lunga e felice...

Cosa succede a Dani quando salva Flora?

Dani ha sentito Peter mentre convinceva il piccolo Miles a lasciarlo entrare nel suo corpo, influenzandolo nel dirgli che così facendo avrebbe salvato Miss Jessel e lui da un atroce destino. Mentre assiste alla scena, Dani apprende come funziona il meccanismo della possessione.

E quando si salva appena in tempo dalla morte, sfuggendo alle grinfie della signora del lago, la vede afferrare Flora per portarla in fondo al lago, con sé. Dani non può permetterlo. Deve salvare la bambina, e sa come farlo. Fra tutti coloro che si trovano a Bly Manor, vivi (come Owen, Rahul Kohli) o morti (come Mrs. Gose), è l'unica a saperlo.

Per questo, dopo aver cercato di strappare Flora dalle braccia di Viola, fa l'unica cosa da fare: pronuncia la formula per la possessione.

Invita Viola Lloyd a prendere possesso del suo corpo. Ma Viola non è come Peter: non è più forte e consapevole di sé come lui. Viola ha iniziato a svanire molto tempo fa, per questo - pur accettando l'invito di Dani - non diventa la personalità dominante. Dani riesce a dividere il suo corpo con Viola, a mantenere il controllo, pur sapendo che lo spirito della donna è lì, con lei... E che prima o poi prenderà il sopravvento, perché non potrà tenerla a bada per sempre.

Il segno della convivenza forzata di due anime nel corpo di Dani è il cambio del colore degli occhi della ragazza: Dani aveva gli occhi chiari, ora uno dei suoi occhi è diventato castano. Come gli occhi di Viola.

Dani ha accettato di lasciar entrare Viola, sacrificando di fatto la sua vita - sebbene non subito - per salvare Flora.

Anni dopo, quando la sua storia d'amore con Jamie (Amelia Eve) le ha regalato molti momenti felici, Dani inizia a vedere l'immagine della signora del lago quando si riflette nell'acqua. Col passare del tempo, lo spirito di Viola inizia a intaccare il suo, e Dani sa di non avere scampo: farà la stessa fine di Viola. E quando sa che il momento è vicino, prende un aereo, lascia Jamie e gli Stati Uniti e torna a Bly Manor, dove Jamie troverà il suo cadavere in fondo al lago.

Perché i fantasmi di Bly Manor sono senza volto?

NetflixThe Haunting of Bly Manor: i quadri senza volto
The Haunting of Bly Manor: i quadri senza volto nella sigla di testa

La storia di Viola Lloyd spiega il motivo per cui il suo fantasma, la signora del lago, è senza volto - così come il bambino che vede Flora nella sua stanza, e tutti i morti a Bly Manor da tempo - con occhi e bocca svaniti.

Mentre il tempo passa, le anime dei trapassati morti a Bly Manor iniziano a perdere memoria. Non ricordano più cosa stessero cercando, o chi fossero prima di morire, e questo li spinge a diventare anime senza volto, fantasmi anonimi che ripetono sempre le stesse azioni.

Più tempo passa, più la memoria svanisce. La signora Grose ripete lo stesso dialogo con Owen più e più volte, e inizia ad acquisire consapevolezza di averlo già fatto. Così come lo sa anche Owen, sebbene egli sia vivo.

Bly Manor è un luogo in cui le anime dei morti sono in grado di comunicare con i vivi, ma il prezzo da pagare è restare intrappolati per sempre in quella dimora, condannati a ripetere le stesse azioni ancora e ancora, fino a quando le azioni stesse perdono senso. Insieme ai loro ricordi.

Viola è morta da secoli, come il bambino che Flora vede nella sua camera. Per questo sono senza volto. Gli altri fantasmi che conosciamo sono morti da molto meno tempo, e non hanno ancora iniziato a svanire. Ma sono consapevoli che succederà: per questo, Peter tenta di tornare in vita nel corpo di Miles, e ci riesce. Ma grazie a Dani, la maledizione di Bly Manor si spezza.

Lo spirito che aveva dato vita a tutto, quello di Viola Lloyd, non è più in fondo al lago: è nel corpo di Dani. La maledizione è rotta e le anime dei morti sono libere di lasciare la dimora di Bly Manor, così come i posseduti - tranne naturalmente Dani - recuperano pieno possesso dei loro corpi.

Chi è il fantasma che perseguita Dani?

NetflixThe Haunting of Bly Manor: il fantasma di Eddie
The Haunting of Bly Manor: il fantasma di Eddie riflesso nello specchio in cui guarda Dani

Fin dall'istante in cui la conosciamo, per le strade di Londra nell'episodio pilota, capiamo che Dani ha qualcosa di speciale: ha il suo fantasma personale, che si porta dietro e che si riflette in ogni specchio o superficie riflettente (come i finestrini del taxi nella sua prima scena).

La figura misteriosa che la perseguita è una figura scura con gli occhi molto luminosi. A ogni apparizione, la sua immagine acquista definizione, fino alla rivelazione: il fantasma che segue Dani ovunque vada è quello di Eddie (Roby Attal), suo amico fin dall'infanzia e suo promesso sposo.

Ma Dani, poco prima del matrimonio, una sera decide di lasciarlo confessandogli la verità: sa di essere gay, e non può rovinargli la vita sposandolo. Ha cercato di fingere che non fosse vero - siamo pur sempre negli anni '80, quando fare coming out era molto difficile per un ragazzo, ma molto di più per una ragazza - ma non può vivere in una bugia.

Eddie non la prende bene, com'è comprensibile: arrabbiato, decide di allontanarsi da Dani scendendo dall'auto parcheggiata. Ma Eddie si trova dal lato del guidatore, e quando scende con impeto non controlla lo specchietto retrovisore: il camion che sta arrivando lo investe in pieno, illuminando i suoi occhiali con i fari. Da qui la "luce" che emerge dai suoi occhi, e che scomparirà solo quando Dani, finalmente, deciderà di gettare nel fuoco gli occhiali di Eddie, liberandosi del senso di colpa per la sua morte e del suo fantasma.

Cos'è successo ai genitori di Flora?

NetflixThe Haunting of Bly Manor: Henry
The Haunting of Bly Manor: Henry Wingrave

Attraverso i flashback sul passato, scopriamo che lo zio Henry (Henry Thomas) è il padre biologico di Flora: la madre di Flora, Charlotte (Alex Essoe), aveva una relazione con lui. I due erano innamorati e stavano insieme da anni. Solo quando Flora sta per compiere 6 anni il marito di Charlotte, Dominic (Matthew Holness) realizza che le date del concepimento e del parto non lasciano spazio ai dubbi: Dominic Wingrave è sempre via per lavoro, e non può essere lui il padre di Flora.

Dominic affronta Charlotte, poi bandisce Henry da Bly Manor e decide di lasciare l'ufficio che condividevano a Londra, per non avere mai più nulla a che fare con lui.

Per il bene dei suoi figli, Charlotte decide di provare a ricostruire l'unione con Dominic e fa visita a Henry in ufficio, per dirgli addio. Gli dice che partirà con Dominic, affiancandolo in un viaggio in India, per una seconda luna di miele e un nuovo inizio.

Ma poco tempo dopo, il consolato britannico in India telefona a Henry in ufficio per dirgli che il fratello e la cognata sono morti in un incidente. I loro corpi non verranno mai recuperati e al funerale ci saranno due bare vuote.

Quella stessa notte, la mente di Henry genera una sorta di gemello cattivo, che lo costringe a rivivere continuamente la notte della telefonata, alimentando il suo senso di colpa. Perché?

Sebbene non venga mai spiegato davvero, l'incidente che ha ucciso Dominic e Charlotte Wingrave è molto sospetto. Henry accenna al vero modo in cui sono morti i genitori dei bambini, lasciando intendere che non si fosse trattato di un incidente. Forse Dominic, folle di gelosia, ha ucciso Charlotte e poi si è suicidato, o ha deliberatamente causato l'incidente per porre fine alle loro vite.

Non lo sapremo mai, ma una cosa è certa: lo zio Henry Wingrave sentirà per sempre la responsabilità per la morte della donna che amava e dell'uomo che aveva sposato, suo fratello Dominic Wingrave.

Il finale della storia e il finale della serie: chi è il narratore?

NetflixThe Haunting of Bly Manor: Carla Gugino
The Haunting of Bly Manor: Carla Gugino è il narratore

Quello di Bly Manor è un doppio finale: la storia a cui assistiamo è infatti il racconto di una donna - interpretata da Carla Gugino e volutamente senza nome, fino alla conclusione - che partecipa a un matrimonio.

La donna premette che la storia di Bly Manor, e dell'istitutrice Dani Clayton, non è la sua storia. E non mente: la protagonista è Dani e il punto di vista della nostra narratrice è quello di una persona vicina a lei, la cui identità viene svelata solamente alla fine.

Si tratta di Jamie, la giardiniera della tenuta, che può raccontare la conclusione della storia narrata perché vi ha assistito personalmente.

Il finale della serie coincide con le sue parole, con il racconto di ciò che successe alla sua amata Dani, anni dopo il suo arrivo a Bly Manor e la decisione di trasferirsi negli USA.

Il finale della storia era invece un finale annunciato: per salvare la vita della piccola Flora, Dani si era sacrificata: aveva lasciato che Viola prendesse possesso del suo corpo, consapevole che sarebbe stata la sua fine. 

Perché il vero amore e il vero altruismo si misurano con lo spirito di sacrificio, e la dedizione di Dani alla bambina che le era stata affidata è totale.

Leggi anche

      Cerca