Unposted: 12 curiosità e rivelazioni dal docufilm su Chiara Ferragni

01 Distribution Chiara Ferragni in Unposted

Chiara Ferragni è la regina del web e il suo documentario Unposted racconta i retroscena del suo successo. Il film è in onda su Rai2 insieme a un'intervista esclusiva.

La Re Mida del 2.0, Chiara Ferragni, simbolo della generazione Millennial e della modernità liquida dei digital native, arriva sulla TV generalista, la TV di Stato, per una serata completamente a tema.

Che piaccia o no, Chiara Ferragni è molto più che un’influencer.

È l’influencer, la prima in Italia e tra le prime nel mondo, con oltre 21 milioni di follower su Instagram e un impero tra la sua casa di moda, Chiara Ferragni Collection, TBS Crew, le sponsorizzazioni, il ruolo di testimonial per tantissimi brand e addirittura per i musei più importanti. Nell’estate 2020 ha debuttato anche nel mondo della musica, con Baby K e la hit Non mi basta più.

In attesa del secondo figlio (una bambina), Chiara Ferragni è la protagonista assoluta della serata del 12 ottobre di Rai2, in cui la rete nazionale manderà in onda il suo documentario, Unposted, uscito nel settembre 2019, presentato a Venezia a disponibile su Prime Video.

A seguire andrà in onda un’intervista inedita, condotta da Simona Ventura al Museo delle Arti del XXI secolo di Roma, all’it girl.

Il direttore di Rai2, Ludovico Di Meo, crede sia arrivato il momento di mescolare canali e linguaggi e di esportare il fenomeno anche in TV.

Chiara Ferragni è riconosciuta universalmente come un fenomeno italiano, ci piaceva l'idea di trasformarla in un evento per farla conoscere meglio nella televisione generalista.

Simona Ventura ha affermato di apprezzare molto l’influencer.

Quando mi hanno proposto questa intervista mi è piaciuta subito. Io e Chiara abbiamo tante cose in comune, siamo nate in provincia, abbiamo fatto della nostra passione una cifra nel lavoro, abbiamo creato qualcosa nella comunicazione. Sono felice che abbia accettato e sono molto curiosa di vederla sulla TV generalista.

Ma di cosa parla Unposted?

Il documentario diretto da Elisa Amoruso racconta Chiara Ferragni in tutte le sue sfaccettature, dai video amatoriali girati dalla mamma quando era una bambina al successo, consacrato dal 2009 in poi, internazionale. Di lei parlano bene tutti: i direttori delle riviste, i CEO dei brand di moda, i fan, che la definiscono generosa e disponibile.

Nel suo sostrato questo prodotto riflette anche sull’evoluzione del 2.0, su una nuova epoca in cui il digitale ormai ha completamente preso il posto dell’analogico, tra i like, i cinguettii, il modo nuovo di rapportarsi al mondo con un canale pubblico, quello delle proprie piattaforme.

Unposted racconta anche una Chiara incredibilmente normale, una diva con un modo di ragionare e muoversi letteralmente “da porta accanto”: l’amore per la famiglia, la storia con Fedez, la nascita di Leone e persino i colpi bassi di chi un tempo le stava vicino.

01 DistributionUna scena di Unposted
Chiara Ferragni si racconta

Cosa scopriamo da questo film?

Anche nell’infanzia di Chiara Ferragni c’era la macchina fotografica

A casa, in vacanza, in macchina: ci sono tanti spezzoni dell’infanzia di Chiara Ferragni, ripresi dalla mamma Marina Di Guardo. Chiara Ferragni era a suo agio davanti alla macchina fotografica fin da piccolissima. La madre ha sempre voluto immortalare ogni istante della sua crescita e questa è probabilmente la base per cui poi la figlia ha sentito il bisogno di fotografare se stessa, i suoi look, la sua vita.

La mamma di Chiara svela di essersi appassionata alla fotografia grazie a suo padre e a una vecchia macchina fotografica.

La fotografia è interessantissima perché è un altro tipo di rappresentazione. È la realtà ideale.

01 DistributionUna scena di Unposted
Chiara Ferragni in Unposted

La prima macchina fotografica

Chiara si è fatta regalare la prima macchina fotografica digitale ricevuta con i punti dell’Esselunga, come racconta suo padre, che svela che subito dopo sono partiti per la montagna e la figlia ha trascorso il tragitto a scattare foto: 500 foto, cambiando leggermente la posizione.

Il padre si era esasperato, dicendole di smetterla, che quella cosa non le sarebbe servita a niente nella vita.

E invece…

I social

Chiara a 16 anni era già su una piattaforma pre-social, che si chiamava 2.0.

Poi è approdata su Flickr, diventando in breve tempo una delle utenti più cliccate.

Nel 2009, seguendo l’esempio di una fashion blogger americana, si è spostata da Flickr su una propria piattaforma, un proprio spazio, dove condividere i suoi look e la sua vita.

01 DistributionChiara Ferragni in una scena di Unposted
Una giovane Chiara in ascesa

Le difficoltà

Non è tutto oro quello che luccica e Chiara Ferragni non ha avuto sempre la strada spianata.

Nel mondo della moda, un settore estremamente rigido, chiuso ed elitario, quella che dieci anni fa era etichettata come “una semplice blogger” ha dovuto superare molti pregiudizi per farsi strada e mostrare al mondo un nuovo modo per comunicare, per fare tendenza, per raccontare al mondo gli outfit, le sfilate, le nuove collezioni.

Gli hater

Chiara Ferragni combatte contro gli hater da quando aveva 16 anni ed era su Flickr. Con il tempo sono cresciuti e la colpiscono su social, su Instagram.

La proposta di matrimonio

Durante un Natale a Los Angeles con la famiglia di Chiara, la coppia ha scoperto di essere legata da qualcosa di più profondo di un flirt, da vero amore.

Fedez racconta che…

Lei probabilmente si aspettava che le scrivessi una canzone. Non che le chiedessi di sposarmi.

Fedez ha organizzato la proposta tre settimane prima del concerto in cui è avvenuta. Ma il giorno prima di quella serata i due avevano litigato pesantemente.

E quindi, racconta il rapper, c’era la vera incognita del sentirsi dire sì o no. Alla fine però lei ha accettato commossa.

Uno dei suoi miti era Paris Hilton

Aveva anche comprato il suo libro. E, quando l’ha conosciuta, è stato come ricongiungersi a un sogno di ragazzina.

L’ascesa di The Blond Salad

È partito tutto dal nulla, da un esperimento, da un blog come tanti ne proliferavano a metà degli anni Duemila.

C'era chi proponeva The Blond Pasta, chi The Blond Pizza. Ma la Ferragni si è lasciata catturare da quell'immagine, di una Barbie immersa nell'insalata.

Il suo blog, in dieci anni, è andato incontro a un’ascesa che lo ha trasformato in un’azienda dal fatturato stellare (la consultazione dei conti e dei dati è stata mostrata in Unposted).

La rottura con Riccardo Pozzoli

C’è chi sostiene che sia lui l’artefice del successo di Chiara Ferragni, il primo manager che ha creduto in lei. I due ex fidanzati però sono in rotta da almeno due anni e il motivo è raccontato dal documentario. Pochi giorni prima della nascita di Leone, mentre Chiara portava a termine una gravidanza con alcune difficoltà, Pozzoli avrebbe cercato di vendere il 45% della società a sua totale insaputa. Un vero tradimento, scoperto dall’influencer dopo il parto.

Lei è delusa e amareggiata, e ammette che forse non ha mai conosciuto veramente l’uomo che un tempo amava.

Da bambina Chiara era brava, ma non eccelleva

È la stessa imprenditrice digitale a raccontare come andasse bene a scuola, ma senza essere la prima della classe. Praticava diversi sport, ma senza conquistare tutte le medaglie.

Fedez era uno sposo come tutti gli altri

… uomini che non considerano dettagli come il pergolato, le rose, il vestito da sposa.

Ma era emozionatissimo al pensiero delle promesse.

Il problema con Leone

Nelle ultime settimane di gravidanza Chiara Ferragni ha avuto un problema con la placenta: sembrava che Leone non crescesse abbastanza.

Alla fine, dopo qualche riflessione, ha deciso di parlarne con i follower, nonostante la paura dell'hating.

Sentivo che dovevo raccontare questa cosa che mi aveva spaventata. Volevo sentire amore intorno a me e sentire altre esperienze di altre persone, e al tempo stesso volevo condividere questa cosa perché mi rendeva simile a chi mi segue e voleva far vedere che la mia vita non era perfetta, perché non lo è.

Questa decisione è stata positiva: Chiara ha ricevuto il sostegno di molte persone che avevano passato esperienze simile e sono riuscite a darle forza.

Ora è di nuovo in dolce attesa, e sembrerebbe che in casa Ferragnez verrà appeso un fiocco rosa.

Cosa ne pensate? Siete curiosi di vedere - se non lo avete già fatto - questo documentario? Non perdetelo nella serata speciale su Rai2!

Leggi anche

      Cerca