Netflix sfida Disney e Pixar: produrrà almeno 6 film animati ogni anno

Netflix Jesper e Klaus si trovano in un freddo bosco, circondati da alcune lettere

Saranno almeno 6, secondo Ted Sarandos, i film animati prodotti da Netflix ogni anno: il colosso dello streaming sfida Disney, Pixar, DreamWorks e Sony.

Netflix si trova oggi a dover competere con diverse piattaforme, come Disney+ e Amazon Prime Video. Proprio per questa ragione, il colosso dello streaming arricchisce costantemente il proprio catalogo con prodotti di diversa tipologia e perfetti per tutti i gusti, spesso realizzati da registi emergenti o da cineasti con alle spalle una lunga carriera (pensiamo a Martin Scorsese, regista di The Irishman). Netflix vorrebbe produrre almeno 6 film animati ogni anno, oltre ovviamente alle serie televisive della stessa tipologia.

NetflixUn ragazzino sta guidando il razzo appena costruito per raggiungere la Luna

Questo interessate obiettivo è stato anticipato da Ted Sarandos, co-CEO di Netflix, durante un’intervista rilasciata a Variety. Per il momento, nessun grande studio cinematografico riesce a lanciare così tanti film animati. I titoli prodotti da Disney Pixar ogni anno sono ad esempio massimo 2.

Il colosso dello streaming può permettersi di produrre un elevato numero di film animati durante lo stesso anno perché si appoggia a studi esterni che operano in autonomia, anche se i progetti sono ovviamente finanziati da Netflix. I film animati Disney, Pixar, DreamWorks, Sony e di quasi tutti gli altri studi vengono invece realizzati in delle sedi direttamente controllate (non riuscendo logisticamente a lavorare a numerosi contenuti ogni anno).

Netflix ha già presentato al pubblico diversi film animati di successo, tra cui Klaus (che ha colpito positivamente la critica e il pubblico, oltre ad aver conquistato una nomination agli Oscar) e La Famiglia Willoughby. Durante i prossimi mesi saranno lanciati altri lungometraggi animati, come Over the Moon (di Glen Keane e John Kahrs), Pinocchio (di Guillermo del Toro), Apollo 10 1/2: A Space Age Adventure (di Richard Linklater) e My Father’s Dragon (di Nora Twomey).

NetflixJesper si trova davanti alla porta di una casa

Si spera ovviamente che, con l’aumento della “quantità” di contenuti, la loro “qualità” non venga compromessa. Studi come Disney hanno uno stile immediatamente riconoscibile, anche se gli artisti coinvolti sono diversi e le ambientazioni variano. Netflix, invece, non ha uno stile unico ben definito e le tecniche utilizzate sono differenti (dall’animazione tradizionale alla CGI allo stop motion).

Fonte: SlashFilm

Leggi anche

      Cerca