Vacanze romane torna in Home Video con la prima edizione Blu-ray per collezionisti

L'aggraziata commedia romantica di William Wyler torna in un'edizione Home Video davvero speciale: Vacanze romane appaga il collezionista che cerca la definizione e gli extra propri del Blu-ray, con un costo e un ingombro contenuti.

Universal Pictures La grafica interna del menù e la confezione

Trasformò Audrey Hepburn in una star vincitrice di premio Oscar nel giro di un solo, magico anno: fu Vacanze romane a lanciare a Hollywood il mito dell'attrice e della ballerina inglese cresciuta tra gli stenti della Seconda guerra mondiale in Belgio e Paesi Bassi, praticamente sconosciuta prima del 1953. Nel 2020 però la commedia romantica ambientata in Italia di William Wyler viene ricordata e celebrata come uno dei film più incantevoli della Hollywood degli anni '50 anche per altre ragioni. Ad esempio il fatto che a scrivere la sua sceneggiatura sia stato Dalton Trumbo sotto falso nome. Allora inserito nella lista nera dei "sospetti communisti" a Hollywood, lo sceneggiatore firmò il soggetto con il nome di un amico. Beffa delle beffe, su proprio lui a vincere l'Oscar di categoria e l'amico fu costretto a ritirarlo a suo nome. 

Quella appena uscita per Universal è la prima edizione del film su supporto Blu-ray: un'anteprima italiana di pregio, che gli estimatori della vecchia Hollywood sperano apra la strada all'arrivo di tanti altri film classici per ora disponibili solo in DVD. Nella nuova edizione da collezione (che segue la precedente in DVD del 2009) Vacanze romane torna riveduto e aggiornato nei suoi extra, con qualche chicca in più anche dal punto di vista tecnico.

Siamo comunque lontani dalle eccellenze di alta gamma, con edizioni curatissime per confezione e sterminato comparto di contenuti speciali. Il passaggio all'alta defizione però è curato, il risultato finale convincente e Universal dimostra di aver lavorato bene, includendo della classica custodia dai bordi blu anche un set di sei cartoline con le immagini in bianco e nero dal film e dal set. 

Caratteristiche tecniche 

il disco si presenta con una spartana scritta Roman Holidays impressa in nero sulla superficie metalizzata dello stesso. Dall'impostazione multilingua iniziale abbiamo la conferma che copra il mercato internazionale. Già nel menù d'ingresso si nota una bella illustrazione di sfondo e una navigazione molto semplice e chiara, con caratteri grandi e di facile lettura. 

Come sempre è l'audio originale a farla da padrone: in inglese il film è presentato con traccia audio mono DTS-HD Master Audio 5.1, mentre l'italiano e le altre lingue presenti si fermano a un Mono Dolby Digital DTS 5.1, che sui televisori che non hanno impianti di diffusione esterni o integrati particolarmente sofisticati risulta nel solito sonoro molto basso.

Universal Vacanze Romane ( Blu Ray)
Universal

Vacanze Romane ( Blu Ray)

12,82 €

Da segnalare che non solo il film, ma anche tutti gli extra sono correttamente sottotitolati in italiano: dovrebbe essere scontato ma purtroppo non è sempre così. La qualità dell'immagine (presentata in formato 1:37:1) è appagante per 'occhio contemporaneo abituato a contenuti in alta definizione: come dichiarato nella retro della confezione, quest'edizione è stata realizzata attraverso una rimasterizzazione da un transfer film in qualità equivalente al 4K. 

I contenuti speciali 

La vera chicca per gli appassionati sono i contenuti speciali del disco. Sono numerosi, interessanti e tutto sommato utili a farsi un'idea precisa non solo del film , ma anche della Hollywood e dell'epoca in cui venne realizzato. Per allungare la lista degli extra sono stati introdotti anche filmati e approfondimenti chiaramente importati da altrove, come il piccolo documentario Ricordare Audrey in cui la vita dell'attrice viene raccontata dal figlio Sean e dal marito Robert Walbert. Anche il filmato Paramount negli anni Cinquanta è più un vecchio supporto promozionale dello studios che presenta le perle del catalogo di quel decennio, ma funziona egregiamente per introdurre quell'epoca hollywoodiana. 

Meritoria e da sottolineare è la presenza del mini documentario Dalton Trumbo: dalla fama alla lista nera. Universal così fornisce agli spettatori un'informazione fondamentale per capire il lato oscuro e censorio della Hollywood in cui venne scritto Vacanze romane. La correzione postuma digitale dei titoli di testa (dove non compare più lo pseudonimo, bensì il vero nome di Trumbo) rischia infatti di cancellare una pagina nera del cinema statunitense, che invece le nuove generazioni dovrebbero conoscere, anche solo perché chi ne è stato vittima avverte nel filmato che potrebbe succedere di nuovo. 

ParamountIl poster italiano di Vacanze romane
Nel poster originale si può leggere il nome di Ian McLellan Hunter, nome fittizio usato da Trumbo

Non è inclusa una traccia audio di commento al film. Ecco i titoli di tutti gli extra inclusi (di cui non viene dichiarato il minutaggio):

  • Messa  a fuoco registica: Leonard Maltin su Roman Holiday
  • Dietro i cancelli: costumi
  • Roma con una principessa
  • Audrey Hepburn: gli anni Paramount
  • Dalton Trumbo: dalla fama alla lista nera
  • Paramount negli anni Cinquanta
  • Ricordare Audrey

Sono poi inclusi anche i trailer cinematografici (gli originali e quelli dell'edizione rimasterizzata) e una ricca galleria d'immagini

Voto 7/10

L'edizione Home Video più aggiornata di Vacanze romane appaga il collezionista medio che cerca un'edizione ricca di contenuti extra ma dal costo e dall'ingombro contenuto. Non definitiva, ma completa.

Elisa Giudici

Leggi anche

      Cerca