Prima e dopo Stranger Things: le altre serie TV (e i film) con Millie Bobby Brown

Tutti pazzi per Millie Bobby Brown: la star di Stranger Things è tra le attrici più richieste del momento, e da sempre si è distinta per i suoi ruoli tra grandi blockbuster e piccole serie soprannaturali.

Netflix Millie Bobby Brown in Stranger Things

Oggi è conosciuta in tutto il mondo grazie al ruolo di Eleven nella pluripremiata serie TV di Netflix, Stranger Things. Ma Millie Bobby Brown, giovanissima attrice inglese tra le persone più influenti al mondo secondo Time, è decisamente una che sa il fatto suo e ha già all'attivo un bel po' di lavori. C'è chi è sicuro che, continuando su questa strada, la Brown abbia tutte le potenzialità per finire nell'olimpo delle star più amate di Hollywood.

La sua popolarità è sicuramente dovuto alla serie in cui interpreta il ruolo di una ragazzina con il dono della telecinesi, ma non è quello di Eleven il suo debutto, né sarà il suo ultimo ruolo. Con il successo di Enola Holmes, d'altronde, Millie Bobby Brown ha dimostrato di poter attirare l'attenzione del pubblico e della critica, diventando una firma che assicura la notorietà del progetto. 

Sedici anni, una nomination agli Emmy Awards e una serie di intriganti ruoli nel suo portfolio. Il suo account Instagram conta più di 38 milioni di follower ed è la più giovane ambasciatrice dell'UNICEF.

Ripercorriamo il passato, il presente e il futuro dell'attrice di Stranger Things, attraverso i suoi film e le sue serie TV.

Millie Bobby Brown in Once Upon a Time in Wonderland

ABCMillie Bobby Brown è Alice
Millie Bobby Brown in Once Upon a Time in Wonderland

Il debutto di Millie Bobby Brown è avvenuto in TV nello spin-off di Once Upon a Time, dal titolo Once Upon a Time in Wonderland, noto in Italia come C'era una volta nel paese delle meraviglie.

La serie vede protagonista la famosa Alice del paese delle meraviglie, alle prese con streghe, personaggi delle fiabe e tanti intrighi. A soli 9 anni Millie interpreta in due episodi (tra cui il pilota della serie) il ruolo di Alice da bambina, facendosi immediatamente notare dal pubblico. Lo spin-off, dopo una sola stagione di tredici episodi, è stato cancellato. Ma per Millie Bobby Brown resterà sempre il suo debutto non solo in TV, ma anche nel mondo del fantasy. Un genere da cui non si è mai davvero allontanata.

Millie Bobby Brown in Intruders

BBCMillie Bobby Brown è Madison
Millie Bobby Brown in Intruders

Il ruolo che ha cominciato a far parlare di Millie Bobby Brown poco prima di Stranger Things è senza dubbio quello di Madison O'Donnell in Intruders. Per la piccola attrice inglese si tratta della prima parte da protagonista, al fianco di James Frain e Mira Sorvino, in un mistery e paranormal drama inglese, co-prodotto da BBC e BBC America. La serie ruota attorno ad un detective che scopre l'esistenza di una società segreta nota come Qui Reverti. I suoi membri trovano l'immortalità occupando i corpi di altre persone dopo la morte. Nella serie, la piccolissima Millie interpreta uno dei corpi occupati da un omicida immortale. La sua performance le è valsa il plauso della critica.

Purtroppo, anche Intruders è stata cancellata dopo una sola stagione. Chissà come sarebbero andate le cose per la Brown se la serie fosse andata avanti. Avrebbe riscosso lo stesso successo che ha oggi? Vista l'attenzione della critica per la sua incredibile interpretazione, probabilmente sì. 

Millie Bobby Brown, guest star tra crime e medical drama

CBSMillie Bobby Brown è Rachel
Millie Bobby Brown in NCIS - Unità anticrimine

Alla ricerca del ruolo perfetto, tra il 2014 e il 2015 Millie Bobby Brown si dedica a ruoli di guest star in episodi di serie come NCIS - Unità anticrimine, Modern Family e Grey's Anatomy.

Nel sesto episodio della dodicesima stagione di NCIS, l'attrice interpreta Rachel Barnes, una ragazzina in apparenza dolce e innocente che nasconde però una personalità insensibile e sociopatica.

Nel diciassettesimo episodio della sesta stagione di Modern Family, invece, per la prima volta vediamo Millie Bobby Brown alle prese con la comedy. La sua parte è praticamente un cameo, nel ruolo della piccola Lizzie, a cui viene rubata la bicicletta dal personaggio di Manny Delgado.

Infine, l'attrice si cimenta anche in un episodio dell'undicesima stagione di Grey's Anatomy, nei panni di Ruby, la figlia di una vittima di un terremoto.

ABCMillie Bobby Brown è Ruby
Millie Bobby Brown in Grey's Anatomy

Millie Bobby Brown in Godzilla: King of the Monsters

Warner Bros. PicturesMillie Bobby Brown è Madison Russell
Millie Bobby Brown in Godzilla: King of Monsters

Non solo serialità per l'attrice più giovane e premiata del momento. Sull'onda del successo di Stranger Things, Millie Bobby Brown accetta il ruolo in un mega blockbuster attesissimo: il sequel di Godzilla.

Uscito nel 2014, Godzilla: King of Monsters vede l'ormai attrice adolescente nei panni di Madison Russell, figlia della paleobiologa Emma Russell (Vera Farmiga) che affronta il risveglio di Godzilla con incredibile sangue freddo. Il personaggio della Brown è una ragazzina sveglia e curiosa, già predisposta come i suoi genitori agli studi scientifici e piena di risorse.

Il film ha incassato circa 385,9 milioni di dollari in tutto il mondo, convincendo la produzione a dare il via ad un nuovo capitolo della saga, Godzilla vs. Kong, dove è previsto il ritorno di Millie Bobby Brown nei panni di Madison.

Millie Bobby Brown in Enola Holmes

NetflixMillie Bobby Brown è Enola Holmes
Millie Bobby Brown in Enola Holmes

Inarrestabile e pronta a tutto: Millie Bobby Brown è riuscita a rendere già iconico un altro personaggio che non sia Eleven in Stranger Things. Sin dal suo annuncio il progetto cinematografico su Enola Holmes, giovane sorella di Sherlock, ha fatto parlare di sé. Nel ruolo di un'adolescente intraprendente e brillante quanto (se non di più) suo fratello Sherlock, la Brown è ancora assoluta protagonista di quello che già sembra un nuovo franchise per ragazzi.

Tratto dai romanzi di Nancy Springer, il film racconta la storia narra le avventure dell'irrequieta Enola e il suo tentativo di ritrovare la madre scomparsa (Helena Bonham Carter). Dal suo rilascio sulla piattaforma di Netflix è diventato uno dei prodotti originali più visti dell'anno.

I progetti futuri di Millie Bobby Brown

Nei prossimi anni sentiremo parlare ancora di Millie Bobby Brown. Mentre l'attrice cresce e passa la sua adolescenza sotto i riflettori e davanti alla macchina da presa, dovremo aspettarci ruoli sempre più maturi. Oltre a Godzilla vs. Kong, previsto per il 2021 a causa del Covid-19, troveremo l'attrice in The Girls I've Been, thriller psicologico tratto dal romanzo di Tess Sharpe. Nel film, Millie Bobby Brown indosserà i panni di Nora O’Malley, figlia di un'artista della truffa che dovrà affrontare una banda pericolosa che la tiene in ostaggio in una banca.

E ancora, messi da parte i panni dell'eroina fantasy, vedremo l'attrice anche nel progetto The Thing About Jellyfish della regista Wanuri Kahiu, un dramma che racconta il viaggio di Suzy Swanson alla ricerca della verità sulla scomparsa della sua migliore amica.

Se non ne avete ancora abbastanza di Millie Bobby Brown siete fortunati. L'astro nascente di Stranger Things è decisa a restare nel radar di Hollywood ancora per molto tempo.

Leggi anche

      Cerca