Ma Rainey's Black Bottom: il trailer ufficiale e info

Musica, rabbia e talento sono gli ingredienti agrodolci del dramma interpretato da Viola Davis e Chadwick Boseman.

Avevamo gia visto qualche scatto di Ma Rainey's Black Bottom, il lungometraggio prodotto da Denzel Washington, ma il trailer ufficiale rilasciato da Netflix toglie ogni dubbio... sarà un film intenso sotto molti punti di vista.

Nei due minuti e trenta di girato si percepisce l'anima della pellicola fatta di potenza, rivalsa, speranza e rassegnazione shakerate insieme e tanto blues. 

Viola Davis - protagonista del film - impersona la condizione afroamericana degli anni '20 a Chicago, periodo in cui uomini e donne di colore si relazionano in modo impari con i bianchi, segnati da un passato fatto di schiavitù e prevaricazione, che vedono nella musica l'unico strumento di rivalsa.

NetflixParte del cast di Ma Rainey's Black Bottom

Ma Rainey's Black Bottom verrà distribuito sulla piattaforma streaming il 18 dicembre e sarà anche l'ultimo lungometraggio in cui apparirà il compianto Chadwick Boseman - il "re di Wakanda" prematuramente scomparso lo scorso 28 agosto.

Ma per capire bene cosa rappresenta Ma Rainey's Black Bottom bisogna fare un passo indietro lungo quasi 40 anni.

Il dramma Ma Rainey's Black Bottom

La pellicola infatti è una trasposizione cinematografica di quella che fu un'opera teatrale del commediografo Premio Pulitzer August Wilson.

Ma Rainey's Black Bottom si colloca nel Ciclo di Pittsburgh, serie di opere teatrali scritte da Wilson, che rappresenta la condizione degli afroamericani in ogni decade del secolo scorso, ed è l'unica opera a non essere ambientata nella "città dei ponti".

Scritta nel 1984, Ma Rainey's Black Bottom narra la vera storia di Ma Rainey, cantante afroamericana, della sua band talentuosa e del difficile rapporto con i manager bianchi nella Chicago del 1924. 

"La madre del blues" ormai nella fase discendente della sua carriera, continua a comportarsi da diva con i suoi musicisti - bravi ma in contrasto tra loro - e i discografici bianchi - ricchi ma senza orecchio musicale.

Arroganza, voglia di rivincita su di un passato non troppo lontano, talento acerbo e consumato in contrapposizione e l'anima del blues, ruotano attorno a quella fatidica fase di registrazione che cambiò le vite di tutti.

Ma Rainey's Black Bottom sul piccolo schermo

Dopo il successo di Barriere - altra trasposizione al cinema di un'opera del drammaturgo di Pittsbugh - Denzel Washington decise di portare sul piccolo schermo un'altra testimonianza della storia afroamericana del XX secolo, scegliendo Ma Rainey's Black Bottom.

Dietro la macchina da presa troviamo George C. Wolfe (Come un Uragano) mentre il cast è costellato di nomi importanti.

Viola Davis, che grazie a Barriere vinse l'Oscar come Miglior Attrice non Protagonista, viene scelta per il ruolo principale nella nuova pellicola e ad affiancarla troviamo Chadwick Boseman.

Il compianto attore veste i panni del talentuoso e ambizioso cornettista Levee, mentre la Davis è la "Madre del Blues" in declino Ma Rainey.

NetflixViola Davis e Chadwick Boseman in una scena del film

Provata nel corpo e nello spirito, la diva nera del blues continua a dettare legge in un mondo di bianchi, i quali - almeno nella musica - devono sottostare al volere dei neri. Dal canto suo Levee - interpretato da un Boseman visibilmente dimagrito nella sua ultima pellicola prima della sua dipartita- è ancora agli inizi della carriera e cerca di farsi spazio per esprimere il suo potenziale.

A completare il fantastico cast del film troviamo Glynn Turman nel ruolo di Toledo, Colman Domingo a vestire i panni di Cutler e Michael Potts che interpreta Slow Drag.

L'uscita di Ma Rainey's Black Bottom senza Chadwick Boseman

Sarebbe superfluo affermare che la pellicola prodotta da Denzel Washington ha assunto un significato particolare a causa della morte del giovane co-protagonista Boseman. 

Ma Rainey's Black Bottom sarà infatti l'ultimo lungometraggio in cui apparirà il bravo attore reso celebre dall'Universo Marvel con il ruolo di Black Panther. 

Come riportato da Deadline, l'uscita del trailer, di alcune scene estese e i commenti a caldo degli addetti ai lavori erano previsti per il 31 agosto, ma vista la prematura scomparsa di Chadwick si è deciso di posticipare il tutto.

Viola Davis, che ha interpretato la madre di Boseman nel film biografico di James Brown Get On Up, ha voluto ricordarlo con grande affetto con poche e semplici parole:

Chadwick era un artista. È proprio questo che era… lo amava, lo pretendeva in ogni modo. Per essere così giovane, era incredibile da guardare.

La pellicola che vedremo su Netflix non è l'unica opera di Wilson a prendere vita sulla piattaforma streaming, Washington ha infatti deciso di produrre gli altri 8 adattamenti cinematografici per concludere il Ciclo di Pittsburgh e raccontare la storia afroamericana come mai prima d'ora.

Nel trailer rilasciato dal colosso dell'intrattenimento vediamo il talento degli attori scelti da Denzel Washington e l'intensità della storia sapientemente narrata da Ruben Santiago Hudson e diretta da George C. Wolfe.

Non resta che aspettare il 18 dicembre per vedere un drammatico sogno vissuto con trasporto e rabbia sulle calde e sporche note del blues di Chicago.

Leggi anche

      Cerca