Fantaghirò: le miniserie con Alessandra Martines (e gli adattamenti che forse non conosci)

Reteitalia, Canale 5 Primo piano di Alessandra Martines

Appuntamento fisso del Natale è quello con Fantaghirò, le miniserie fantasy con Alessandra Martines. Prodotte negli anni Novanta, sono rimaste impresse nella memoria collettiva e, amatissime, ogni anno vengono riproposte durante le feste natalizie.

Un Natale non è un vero Natale senza che Fantaghirò vada in onda. Dal 1991, dirette da Lamberto Bava e con Alessandra Martines, le miniserie fantasy sono rimaste nella memoria collettiva degli italiani e, soprattutto, dei bambini degli anni Novanta.

Ispirate alla fiaba Fanta-Ghirò, Persona Bella di Italo Calvino, rielaborazione di un’antica novella montalese di fine Ottocento, le miniserie di Fantaghirò sono cinque, ma il franchise non è lì che si è fermato: sono, infatti, stati prodotti in seguito anche un film intitolato La Meravigliosa Storia di Fantaghirò e un’omonima serie animata.

Ripercorriamo insieme il fantastico mondo di Fantaghirò, la sua storia e i suoi personaggi, inclusi gli adattamenti che forse non conosci.

Le miniserie

Non tutti sanno che, inizialmente, Fantaghirò avrebbe dovuto chiamarsi La Grotta della Rosa d’Oro: nella sua versione inglese ha, infatti, mantenuto il titolo di The Cave of the Golden Rose. Girata tra Slovacchia, Repubblica Ceca, Thailandia e Cuba – figurano il Castello di Bouzov, il Castello di Pernštejn e il Castello di Bojnice – la serie vede Amedeo Minghi impegnato nella cura delle musiche.

Fantaghirò ha dimostrato la sua contemporaneità, pur essendo nata nei primi anni Novanta: basti pensare che ha trattato una tematica attuale come quella dell’emancipazione femminile – quella di Fantaghirò, che arriva a travestirsi da cavaliere, pur di partecipare in prima linea alle battaglie – o quella dell’omosessualità, quando Romualdo non sa se è innamorato di un uomo o di una donna, perché di Fantaghirò ha visto solo gli occhi e pensa che sia un cavaliere.

Fantaghirò (1991)

Sceneggiatura: Francesca Melandri, Gianni Romoli 
Regia: Lamberto Bava
Durata: 200 minuti 

Andata in onda per la prima volta il 22 e il 23 dicembre del 1991 su Canale 5, con la sua prima miniserie, Fantaghirò è ambientata in un Medioevo fittizio in cui due regni sono in costante guerra da secoli. In uno di questi due regni, dopo aver dato alla luce due bambine, la Regina (Kateřina Frýbová) muore partorendo una terza bimba.

In attesa di un erede maschio e profondamente deluso dalla nascita di una terza femmina, il Re (Mario Adorf) decide di sacrificare la piccola alla Sacra Bestia nella Grotta della Rosa d'Oro; la Strega Bianca (Ángela Molina), però, interviene con un fulmine, impedendo all’uomo di compiere il gesto estremo. La bambina viene, quindi, chiamata Fantaghirò (Alessandra Martines) e, crescendo, dimostra di essere un vero maschiaccio, amante delle armi e della lettura.

Reteitalia, Canale 5Primo piano di Alessandra Martines
Alessandra Martines in Fantaghirò

Caterina (Ornella Marcucci) e Carolina (Kateřina Brozová) diventano due perfette dame, mentre Fantaghirò continua – nonostante le severe punizioni – a manifestare insofferenza alla vita che il padre ha pensato per lei. Quando le tre sorelle vengono promesse in sposa a tre principi, Fantaghirò si rifiuta e viene cacciata dal castello. Nella foresta, incontra il Cavaliere Bianco (Ángela Molina) che le insegna a combattere e conosce il giovane Romualdo (Kim Rossi Stuart), Re del regno nemico dal quale scappa. Mentre fugge, Romualdo riesce a vedere soltanto il suo sguardo: innamoratosi a prima vista, di ritorno al castello, il ragazzo chiede che si presentino tutte le donne del reame con gli occhi scoperti, sperando di ritrovare la fanciulla.

Tornata al castello, Fantaghirò e le sue sorelle scoprono di essere state promesse in sposa a degli uomini orrendi. Ancora una volta, quindi, per essersi comportata in modo maleducato, la ragazza viene mandata in punizione, ma questa volta nelle cucine dove conosce un’oca parlante, che la accompagnerà nella sua avventura…

Nel frattempo, stremata da povertà e carestia, la popolazione non riesce più a sopportare la guerra; per questa ragione, Romualdo chiede al padre di Fantaghirò un duello, che porti a un unico re per i due regni.

Reteitalia, Canale 5Alessandra Martines come cavaliere in Fantaghirò
Fantaghirò nei panni del Conte Valdoca

Temendo di essere troppo anziano per sconfiggere Romualdo, il Re chiede consiglio alla Strega Bianca, che gli suggerisce che a vincere il duello sarà una delle sue figlie. Fantaghirò, che ha ascoltato la conversazione, decide di travestirsi da cavaliere, tagliare i suoi lunghi capelli e diventare il Conte Valdoca, accompagnata dalle sue sorelle.

Durante il duello, Romualdo scopre gli occhi di Fantaghirò e rivede in lei la ragazza di cui si è innamorato, mentre le sorelle di quest’ultima si innamorano degli amici di Romualdo, cavalieri del regno nemico, Cataldo (Stefano Davanzati) e Ivaldo (Tomáš Valík).

Alla fine, Romualdo si proclama sconfitto e, d’accordo con il padre di Fantaghirò, permette la celebrazione dei matrimoni di Caterina, Carolina, Ivaldo e Cataldo. La miniserie si conclude, poi, con Romualdo che scopre finalmente la vera identità di Fantaghirò, suggellando il loro amore con un bacio…

Fantaghirò 2 (1992)

Sceneggiatura: Gianni Romoli 
Regia: Lamberto Bava
Durata: 200 minuti 

Trasmessa il 20 e il 22 dicembre del 1992, Fantaghirò 2 è andata in onda su Canale 5 in due parti da 100 minuti ciascuna. Anche in questo capitolo della storia, al centro della trama c’è l’amore tra Fantaghirò e Romualdo.

In procinto di sposarsi, la coppia deve affrontare un nemico che vuole la distruzione del loro amore: la Strega Nera (Brigitte Nielsen). Quest’ultima rapisce il padre di Fantaghirò, causando lo slittamento del matrimonio tra Fantaghirò e Romualdo. L’esercito si mette in marcia per salvare il Re ma, assumendo le sembianze di Fantaghirò, la Strega Nera bacia Romualdo che sviene.

Nel frattempo, Fantaghirò decide di raggiungere Romualdo, ma capisce che lui e il suo esercito sono stati imprigionati. Alla fine, la ragazza si trova a dover duellare contro Romualdo che, soggiogato dalla magia nera, non riconosce la sua promessa sposa. Proprio durante il duello, Saetta (Lenka Kubálková) e Fulmine (Jakub Zdenek), i servitori della Strega Nera, si ribellano a lei, aiutando Fantaghirò a salvare Romualdo, il Re e il resto dell’esercito.

La Strega Nera ha, però, cancellato la memoria di Romualdo, che non ricorda più nulla. Disperata, Fantaghirò cerca di ricreare il loro primo incontro, così che il ragazzo possa recuperare i suoi ricordi. Alla fine della seconda miniserie, finalmente, i due amanti si ricongiungono.

Fantaghirò 3 (1993)

Sceneggiatura: Gianni Romoli 
Regia: Lamberto Bava
Durata: 200 minuti 

Andata in onda il 20 e il 22 dicembre del 1993, Fantaghirò 3 vede l’introduzione nel cast del personaggio di Tarabas, interpretato da Nicholas Rogers. Tarabas è il più potente dei maghi, quello che – secondo una profezia – è destinato a essere sconfitto dall’innocenza del figlio di un Re.

Tarabas ordina, quindi, che tutti i principi con meno di dieci anni vengano rapiti. Nel tentativo di portare via i figli di Caterina (Barbora Kodetovà) e di Carolina (Kateřina Brozová), l’esercito viene respinto da Romualdo che viene, però, trasformato in una statua di pietra. Per rompere l’incantesimo, occorre il potere di un bacio di Tarabas.

Con l’aiuto di Fulmine e Saetta, Fantaghirò resuscita la Strega Nera dalla quale vuole imparare la magia nera. Così, la ragazza riesce a liberare i bambini fatti prigionieri, mentre Tarabas si innamora di lei, perdendo la sua malvagità. Fantaghirò chiede a Tarabas di baciarla, perché serve il suo bacio per riportare in vita Romualdo: lui acconsente, ma lei dovrà sposarlo. Dopo aver accettato e prima del fatidico bacio, però, Tarabas è costretto a incatenarsi perché, a causa di una maledizione, quando bacia qualcuno, si trasforma in un mostro e potrebbe uccidere Fantaghirò.

La spirale magica generata dal bacio viene affidata da Fantaghirò alla Strega Nera, ma quest'ultima tradisce la promessa fatta - di salvare Romualdo - e il potere del bacio svanisce. Un secondo bacio non avrebbe lo stesso effetto ma, baciando la piccola Smeralda (Elena D'Ippolito) sulla fronte, Tarabas riesce a generare una seconda spirale magica che salva la vita a Romualdo.

A questo punto, la profezia si avvera: Tarabas scioglie la promessa e lascia libera Fantaghirò, mettendo fine al Regno del Male e rinunciando ad essere malvagio.

Fantaghirò 4 (1994)

Sceneggiatura: Gianni Romoli 
Regia: Lamberto Bava
Durata: 200 minuti 

Fantaghirò 4 è andata in onda, per la prima volta, su Canale 5 il 19 e il 22 dicembre 1994. La trama di questo capitolo di Fantaghirò vede tre cavalieri neri spargere distruzione per il mondo, tramite una nube nera. Il castello di Fantaghirò e quello del Principe Parsel (Gaia Bulferi Bulferetti) spariscono e i due si trovano a dover affrontare i tre cavalieri, che danno loro un indizio su chi sia il loro creatore.

Fantaghirò e Parsel si dirigono verso Oriente, dove nel frattempo Tarabas è imprigionato dal Re Tohor (Marc de Jonge), che crede la nube nera sia opera dello stregone. Tarabas viene, quindi, salvato da Fantaghirò e Angelica (Agathe de La Fontaine), figlia di Re Tohor, si innamora di lui. Giunti in una sorta di giardino paradisiaco, ad accogliere Fantaghirò e Tarabas, c’è Fiodor (Riccardo Serventi Longhi), uomo deforme che lavora per Darken (Horst Buchholz), colui che ha causato tutto ciò e che si scopre essere nel corpo di Parsel.

Lo scopo di Darken è quello di far tornare malvagio Tarabas – suo figlio - che accetta il piano del padre pur di far tornare in vita Fantaghirò, uccisa poco prima dallo stregone. Fantaghirò, Parsel e Fiodor – che, in realtà, è Romualdo – riescono a salvare i castelli rubati. Dopo una serie di vicissitudini, Darken viene finalmente ucciso, Tarabas decide di provare ad amare Angelica e Fantaghirò riesce a riportare Romualdo al suo aspetto originario.

Kim Rossi Stuart rifiutò di partecipare alla quarta miniserie per cui, per le sue scene, vennero utilizzati degli spezzoni dai Fantaghirò precedenti.

Fantaghirò 5 (1996)

Sceneggiatura: Gianni Romoli 
Regia: Lamberto Bava
Durata: 177 minuti

L’ultima miniserie di Lamberto Bava, Fantaghirò 5, è andata onda il 23 e 25 dicembre del 1996. In un mondo parallelo, frutta e ortaggi iniziano a ribellarsi agli uomini, rapendo gli abitanti per darli al capitano di un vascello: Senza Nome (Remo Girone).

I sopravvissuti si rifugiano nel nascondiglio di Asteria (Michaela May), una fattucchiera che – tramite una radice magica e con l’aiuto dei bambini scappati dal massacro – riesce a chiamare in soccorso un’eroina coraggiosa e forte che possa salvarli: Fantaghirò. Quest'ultima si rivela essere esattamente ciò di cui i bambini hanno bisogno, ma Fantaghirò desidera tornare nel suo mondo e Asteria, di nascosto, elimina i sentimenti della ragazza nei confronti del suo mondo originario.

Nel frattempo, Fantaghirò conosce Aries (Luca Venantini), un cavaliere che si rivela essere un aiuto prezioso per la battaglia e che si innamora della ragazza. Sconfitto il nemico, Fantaghirò capisce di essersi innamorata del ragazzo, ma quest’ultimo chiede ad Asteria di restituire i vecchi ricordi alla donna per capire di chi sia realmente innamorata: la fine vede Fantaghirò accettare il suo destino in un mondo che non le appartiene e scegliere Aries…

La quinta miniserie non ha avuto il successo sperato: ai fan non è andato a genio quello che è stato vissuto come un vero e proprio tradimento di Fantaghirò nei confronti di Romualdo e la saga non ha più avuto alcun seguito.

I sequel mai realizzati

Per la saga di Fantaghirò erano previsti più episodi: l’idea era, infatti, quella di creare almeno altri due capitoli, in cui l’eroina fantasy avrebbe dovuto viaggiare tra dimensioni parallele per, poi, fare ritorno a casa.

Fantaghirò 6

Dopo il finale aperto di Fantaghirò 5 – che non è da considerarsi la conclusione della serie – era prevista Fantaghirò 6, che non vide mai la luce a causa del calo di ascolti.

Reteitalia, Canale 5Alessandra Martines e Brigitte Nielsen in Fantaghirò
Fantaghirò e la Strega Nera

Nel sesto capitolo della saga, l’eroina avrebbe deciso di lasciare il Regno dell’Altrove per tornare a casa ma, durante il viaggio, sarebbe finita in altri mondi da aiutare, vivendo un’avventura anche in una città moderna.

Fantaghirò 7

Fantaghirò 7 era stata pensata per essere il capitolo conclusivo della storia. In questa ultima parte della fiaba, la Regina sarebbe finita in una realtà alternativa simile alla sua ma, in realtà, profondamente diversa: qui, avrebbe, infatti, trovato se stessa e Romualdo in versione malvagia.

Reteitalia, Canale 5Una scena di Fantaghirò
Una scena di Fantaghirò

L’ultima battaglia avrebbe, dunque, visto Fantaghirò combattere contro il suo lato oscuro.

Il Ritorno di Fantaghirò

Il Ritorno di Fantaghirò è un progetto che venne accantonato nel 2007, dopo che Lamberto Bava e Gianni Romoli lo avevano presentato a Mediaset per concludere la storia lasciata in sospeso con Fantaghirò 5, che non era affatto piaciuta ai fan.

Reteitalia, Canale 5Primo piano di Nicholas Rogers e Alessandra Martines in Fantaghirò
Nicholas Rogers e Alessandra Martines in Fantaghirò

Per la realizzazione di questo sequel, avevano dato il consenso per la propria partecipazione Alessandra Martines, Brigitte Nielsen e Nicholas Rogers, i quali erano disposti a riprendere i propri ruoli. Sfortunatamente, a causa dei costi troppo alti e delle difficoltà produttive, il progetto non è andato in porto.

Il film

È stato realizzato anche un film di Fantaghirò, che è stato trasmesso il 27 e il 29 dicembre 1995 e che è stato creato utilizzando il materiale delle prime tre miniserie.

La Meravigliosa Storia di Fantaghirò (1995)

Sceneggiatura: Francesca Melandri, Gianni Romoli 
Regia: Lamberto Bava
Durata: 200 minuti

La Meravigliosa Storia di Fantaghirò è stato realizzato con il montaggio di scene di Fantaghirò, Fantaghirò 2 e Fantaghirò 3 raccontando, dunque, la storia di una guerra che consuma due regni confinanti e a cui, per mettervi fine, Romualdo e Fantaghirò – sotto la falsa identità del Conte Valdoca - devono sfidarsi a duello, ma finiscono per innamorarsi.

La serie animata

Sapete che esiste anche una serie animata su Fantaghirò? Creata nel 1999 e composta da 26 episodi, è ispirata alla miniserie. La sigla del cartone è cantata da Cristina D’Avena.

Fantaghirò

Nei suoi 26 episodi, Fantaghirò racconta la storia delle miniserie attraverso gli stessi personaggi che abbiamo conosciuto nella produzione di Lamberto Bava. Fantaghirò è la terzogenita del Re Hadrian e detentrice del cosiddetto “cuore custode dei buoni sentimenti dell'umanità”.

Anche nel cartone, la Principessa è innamorata di Romualdo e ci sono sia la Strega Bianca che la Strega Nera, i cui piani vengono spesso mandati a monte. Troviamo anche, tra gli altri, Mamma Oca e la Roccia.

Fantaghirò: Alla Ricerca del Kuorum

Fantaghirò: Alla Ricerca del Kuorum è, invece, un film animato, della durata di 75 minuti, formato dal montaggio di alcune scene tratte dalla serie animata.

La fiaba

Fanta-Ghirò, Persona Bella è la fiaba italiana, a cui si è ispirato Lamberto Bava per Fantaghirò. È stata pubblicata nel 1880 da Gherardo Nerucci all’interno delle Sessanta Novelle Popolari Montalesi, ma questa storia è stata riscritta anche da Italo Calvino e inclusa tra le Fiabe Italiane.

Fanta-Ghirò, Persona Bella

Reteitalia, Canale 5Alessandra Martines in Fantaghirò 2
Una scena di Fantaghirò 2 con Alessandra Martines

La trama della fiaba racconta la storia di un Re, che ha tre figlie (Carolina, Assuntina e Fanta-Ghirò) e nessun erede maschio. Quando riceve la dichiarazione di guerra da un Paese vicino, il sovrano sa che non può riuscire ad andare in battaglia con il suo esercito data l’età.

Dopo aver tentato di mandare in battaglia – senza successo - le prime due figlie, il Re decide di provare con Fanta-Ghirò, che arriva al duello e che conosce Romualdo. Innamoratosi degli occhi di Fanta-Ghirò e con il forte sospetto che si tratti di una donna, il ragazzo cerca di averne conferma.

Dopo aver capito che si tratta di una fanciulla, Romualdo decide di recarsi dal Re per chiederla in sposa e domandare anche la pace tra i due regni: il padre accetta e Romualdo e Fanta-Ghirò si sposano.

Fantaghirò - Stagioni 1-5 Musrti Cofanetto DVD di Fantaghirò - Stagioni 1-5
Fantaghirò - Stagioni 1-5
Musrti

Cofanetto DVD di Fantaghirò - Stagioni 1-5

39,99 €

Le cinque stagioni di Fantaghirò sono disponibili in cofanetto DVD.

Leggi anche

      Cerca