The Good Doctor: cosa sappiamo della stagione 4

Il Dottor Shaun Murphy a breve tornerà ad indossare il camice e ad auscultare cuori...in piena pandemia.

Si tenta di tornare alla normalità nel mondo delle serie TV e dopo i rallentamenti nelle produzioni, causati dalla pandemia di Covid-19, iniziamo a vedere nuove stagioni all'orizzonte.

È il caso di The Good Doctor, il medical drama creato da David Shore, che tornerà - almeno negli USA - con la quarta stagione il prossimo 2 novembre.

La serie, che in Italia va in onda in prima visione su Rai Due, segue l'evolversi - professionale ed emotivo - del giovane chirurgo Shaun Murphy, affetto da una forma di autismo. Brillante e intuitivo nel suo lavoro, ma carente in fatto di empatia, Shaun (interpretato da Freddie Highmore) affronta ogni giorno complessi casi clinici e dure prove sociali con pazienti, colleghi e amici.

In onda su ABC, i casi medici e l'evoluzione caratteriale del dottor Shaun Murphy torneranno dunque ad appassionare gli amanti del genere per il quarto anno di fila. Il trailer ufficiale rilasciato dall'emittente che vedete in testa all'articolo, mostra i diversi aspetti che saranno trattati negli episodi della quarta stagione.

A prima vista intuiamo subito che seguiremo l'evolversi della storia d'amore tra Shaun e Lea, interpretata da Paige Spara, scopriremo il nuovo assetto ospedaliero e assisteremo a tanti casi medici complessi e interessanti. Ma prima di analizzare e capire ciò che vedremo nella quarta stagione di The Good Doctor è meglio fare un passo indietro e ricordarci dove eravamo rimasti.

The Good Doctor 3: come ci siamo lasciati

Il finale della terza stagione della serie, andato in onda il 30 marzo negli Stati Uniti e in Italia soltanto lo scorso 16 settembre a causa dello stop lavorativo per i doppiatori, ci ha tenuti incollati allo schermo colti da un turbinio di emozioni.

Dopo un fortissimo terremoto abbiamo osservato i singoli personaggi della serie affrontarne le conseguenze. Shaun, che si era addentrato in una zona pericolante del locale per andare in soccorso di Lea, ha invece salvato in extremis una donna altrimenti condannata a morte certa, approfittandone anche per analizzare la sua situazione sentimentale. 

La scena al cardiopalma dell'acqua che incombeva mentre il protagonista tagliava la gamba della paziente, ci ha permesso di tirare un sospiro di sollievo - e anche un hurrà per Shaun - quando, a emergenza finita Lea ha dichiarato il suo amore per l'amico ritrovato, dimostrandolo con un bacio appassionato.

ABCShaun e Lea prima nelle scene finali della terza stagione

Il dottor Park, che ha il volto di Will Yun Lee, ha invece assistito - come medico e come padre - agli ultimi momenti di vita di un giovane adolescente incastrato sotto una trave. L'evento fortemente traumatico ha portato il chirurgo ex poliziotto a decidere di lasciare l'ospedale St. Bonaventure per stare più vicino alla famiglia.

L'emergenza causata dall'evento ha portato una convalescente dottoressa Morgan ad operare in condizioni estreme, causando gravi traumi alle proprie mani e mettendo a rischio così il proprio futuro da chirurgo.

Ma la conseguenza forse più traumatica per gli stessi spettatori è stata sicuramente la morte del dottor Neil Melendez, interpretato dall'affascinante Nicholas Gonzalez, gettando nello sconforto la dottoressa Claire Brown (Antonia Thomas).

In uno straziante addio i due si sono dichiarati un amore che i fan forse speravano sin dalla prima stagione (o almeno io ci speravo parecchio), lasciando quel senso di smarrimento e amarezza per il raggiungimento della felicità un attimo prima di perderla.

La quarta stagione e il trailer ufficiale

Se come me ancora non vi siete ripresi dalla dipartita di Neil Melendez e dal mancato happy ending, sappiate che Claire sta vivendo lo stesso momento. Nel trailer si vede infatti una triste dottoressa Brown profondamente cambiata e provata dalla morte del suo amato e mentore Neil. Come elaborerà il lutto il giovane chirurgo? Si concentrerà sulla carriera o si farà del male come è successo dopo la morte della madre?

Il nostro umore però è addolcito dal lieto fine che invece hanno avuto Shaun e Lea, quindi nella quarta stagione seguiremo l'evolversi della nuova coppia. Ma perché i due piccioncini si danno il buongiorno attraverso uno schermo? Semplice, perché David Shore ha deciso di far vivere la pandemia anche ai protagonisti di The Good Doctor.

Come vedremo nella nuova stagione di Grey's Anatomy, anche nello show del creatore di Dr. House troveremo la delicata e profondamente attuale tematica del Covid-19. Essendo The Good Doctor un medical drama, era impensabile che non raccontasse l'aspetto medico di questa sciagura mondiale.

Ma perché in molte scene del trailer i protagonisti sono senza mascherina? Perché il Coronavirus sarà al centro della storia soltanto nei primi due episodi della stagione.

A spiegare questa particolare scelta di copione ci ha pensato lo stesso David Shore durante il panel virtuale del Comic-Con di New York:

Da un lato, dovevamo affrontare l'argomento. Volevamo rendere omaggio ai lavoratori in prima linea. Ma abbiamo convissuto con questa realtà per così tanto. Penso che abbiamo la responsabilità, come persone che fanno intrattenimento, di regalare un po' di evasione.

Non ruberà dunque troppo tempo alla nostra serie il virus che ha già portato via così tanto al mondo intero.

Per concludere, nel trailer vediamo un'altra grande novità, anzi sei. Si tratta dei nuovi personaggi che entreranno nel cast della quarta stagione. Le new entry - a partire dal terzo episodio - interpreteranno gli specializzandi del primo anno che si contenderanno uno o più posti da strutturato al St. Bonaventure.

Tra i volti nuovi riconosciamo - o almeno gli americani riconoscono - Noah Galvin (protagonista della sit-com inedita in Italia The Real O'Neals) nei panni del dottor Asher Wolke, un ex ebreo ortodosso deciso ad abbandonare la propria religione per diventare un medico.

Gli specializzandi - che hanno tra gli altri i volti di Summer Brown, Bria Samoné Henderson e Brian Marc - verranno seguiti dal dottor Shaun Murphy, che non mancherà di mettere in imbarazzo i suoi interlocutori con domande inappropriate come chiedere proprio al dottor Wolke se abbia un fidanzato.

C'è tanta carne al fuoco dunque nella quarta stagione di The Good Doctor e Shaun avrà ancora tanta strada da fare, come medico e come uomo, che sarà possibile seguire sui canali ABC a partire dal 2 novembre.

Leggi anche

      Cerca