Ferro, nel trailer del doc Amazon Tiziano Ferro si mette a nudo: "la verità mi ha sempre curato"

Dalla lotta contro l'obesità al percorso di accettazione della propria sessualità, il documentario Ferro racconta le rovine su cui Tiziano Ferro ha costruito la propria felicità e il successo professionale.

La verità mi ha sempre curato: si apre con la voce di Tiziano Ferro che postula questa sua verità il primo trailer di Ferro, il documentario dedicato al cantante di Latina diventato una pop star a livello internazionale. Dopo il primo teaser trailer dedicato, finalmente possiamo vedere qualche scena in più del documentario prodotto da Amazon Prime Video che racconta la storia del cantante di Sere Nere e L'amore è una cosa semplice, ripercorrendone la carriera e la vita privata. Chi conosce la storia personale di Tiziano Ferro sa che ancor prima di diventare un interprete noto a livello nazionale, la star ha dovuto affrontare capitoli drammatici della sua vita. 

Era tutta una rovina, ma evidentemente bisogna demolire prima della ricostruzione.

La frase pronuncia da Tiziano Ferro mentre scorrono le immagini del suo matrimonio e dei momenti felici con il suo partner fa riferimento alle due grandi battaglie che ha dovuto affrontare fin da giovanissimo. La prima quella contro l'obesità: il cantante ha infatti ha raccontato sin dagli esordi di come da giovane sia arrivato a pesare oltre cento chilogrammi, venendo bersagliato di scherni e nomignoli crudeli dai suoi compagni di scuola e coetanei. A quel numero catartico legato al peso massimo da lui raggiunto nel periodo più difficile - 111 - ha riservato il titolo di uno dei suoi primi EP. 

La seconda lotta, più lunga e più travagliata, è stata quella combattuta dietro le quinte, nel privato, riguardante la sua sessualità. Tiziano Ferro ha fatto coming out a livello pubblico quando ha compiuto trent'anni, sulle pagine della sua autobiografia. Questo significa che per lungo tempo ha calcato le scene evitando l'argomento e mantenendo strettamente riservato il capitolo sentimentale della sua vita. Ferro racconterà anche questa lotta di accettazione personale e pubblica, combattuta da un ragazzino adolescente e sovrappeso salvato dalla musica. Come lui stesso rivela, la prima volta che ha cantato sul palco ha sperimentato una sensazione di benessere così prorompente da aver trasformato quest'attività della sua ancora di salvezza, ancor prima della sua professione.

Un fenomeno globale

Anche se ha come pubblico privilegiato i fan del cantautore di Latina, Ferro mira a parlare a un pubblico più ampio. Si tratta di un viaggio davanti e dietro le quinte di una delle voci italiane più amate a livello internazionale, trasformata in un racconto esemplare di come rendere visibile il proprio dolore sia il primo passo per guarire. La grande popolarità del cantante rende il lancio del documentario a lui dedicato un evento internazionale: la distribuzione scelta da Amazon Prime Video a partire dal 6 novembre 2020 coinvolge ben 240 paesi, raggiungendo tutti i fan del cantante e quanti sono semplicemente curiosi di conoscerne la storia. 

Amazon Prime VideoTiziano Ferro su una panchina
Tiziano Ferro si racconta senza reticenze in un documentario Amazon

Narrato da Ferro stesso e ricco di filmati fino ad oggi inediti, ambientato tra l'Italia e gli Stati Uniti, il documentario di Amazon promette di mostrare una panoramica esaustiva della vita del cantante italiano, passando dai trionfi pubblici alle lacrime private, tra memoria e aspirazioni per il futuro. Il progetto, diretto da Beppe Tufarulo e scritto da Federico Giunta e Beppe Tufarulo, vede per produttori esecutivi Marcello Mereu e Nicole Plaidit. Tiziano Ferro è stato coinvolto attivamente nella pianificazione e realizzazione del documentario Amazon, l'ultimo di una lunga serie dedicata alle stelle del pop mondiale

Leggi anche

      Cerca