Tomb Raider 2 rinviato a data da destinarsi: i nuovi posticipi MGM e Paramount

MGM Alicia Vikander come Lara Croft

L'emergenza sanitaria mondiale continua a rallentare il mondo del cinema: la nuova avventura di Lara Croft salterà infatti l'uscita precedentemente fissata nelle sale.

L'emergenza sanitaria non sembra purtroppo volersi fermare, così come non si fermano i ritardi decisi dalle case di distribuzione relativamente alle nuove uscite al cinema, un settore più che mai martoriato e messo in ginocchio dalla pandemia mondiale.

MGM si unisce infatti ora al coro delle major costrette a posticipare i loro progetti, visto che anche Tomb Raider 2 è stato rinviato a data da destinarsi. Precedentemente programmato per essere rilasciato nelle sale americane il 19 marzo 2021, il sequel del film con Alicia Vikander è ora in un "limbo", visto che non si conosce neanche una data relativa all'inizio della produzione.

Se la situazione dovesse migliorare e i cinema allentare la morsa del lockdown, è comunque probabile che le riprese possano prendere il via nel 2021, con un'uscita - al momento sempre ipotetica - nel 2022.

MGMUn'immagine di Alicia Vikander come Lara Croft

Il primo Tomb Raider, uscito nel 2018, narrava le vicende della celebre Lara Croft, alla cerca di suo padre su una misteriosa isola asiatica. Il film si basava principalmente sul reboot della serie di videogiochi omonima, uscito originariamente nel 2013 per PlayStation 3, Xbox 360 e Microsoft Windows, sviluppato dalla software house Crystal Dynamics e pubblicato da Square Enix.

Il gioco ha poi visto la luce nei negozi una seconda volta in una versione riveduta e corretta ad alta definizione uscita nel 2014 - intitolata Tomb Raider: Definitive Edition - per Xbox One e PlayStation 4. Il reboot ha inoltre dato vita a ben due sequel, Rise of the Tomb Raider (2015) e Shadow of the Tomb Raider (2018). La trilogia (così come il film del 2018) ha presentato una versione decisamente più fragile e umana di Lara rispetto all'eroina tutta d'un pezzo vista nel 1996 e portata poi al cinema da Angelina Jolie nel 2001 e nel 2003.

Purtroppo, la seconda avventura di Lara non è l'unico film MGM/United Artists ad essere stato rinviato: anche il biopic su Aretha Franklin, Respect, ha visto slittare la data di uscita americana dal 15 gennaio 2021 al 13 agosto. Il film diretto da Liesl Tommy vede nel cast attori del calibro di Jennifer Hudson (Aretha Franklin), Forest Whitaker (C. L. Franklin) e Marlon Wayans (Ted White).

Le cattive notizie non finiscono qui: Paramount Animation ha deciso di spostate la data di uscita del suo film d'animazione Rumble al 14 maggio 2021, cancellando così la release fissata precedentemente al 19 gennaio 2021 (via Deadline). Il film, prodotto in collaborazione con WWE Studios, è diretto da Hamish Grieve ed era originariamente previsto durante l'estate 2020 (prima che la pandemia da coronavirus stravolgesse i piani degli addetti ai lavori).

La storia, scritta da Grieve e Matt Lieberman basata sulla graphic novel di Rob Harrel, è ambientata in un mondo in cui il monster wrestling è uno sport globale e i mostri sono considerati delle vere superstar. La storia segue le vicende di Winnie (Geraldine Viswanathan), una ragazza che cerca di seguire le orme del padre allenando una simpatica creatura (Will Arnett) e cercando di renderla un vero e proprio campione di wrestling.

Nel cast di doppiatori originali, anche Terry Crews, Becky Lynch e Roman Reigns, oltre a Tony Danza, Stephen A. Smith, Jimmy Tatro, Ben Schwartz e Michael Buffer. 

Fonte: Deadline

Leggi anche

      Cerca