Carmel: Chi ha ucciso María Marta?, la docuserie sul controverso caso argentino

Netflix I protagonisti di Carmel: Chi ha ucciso María Marta?

Carmel: Chi ha ucciso María Marta? è la nuova docuserie true crime di Netflix, che cerca di far luce su un caso di omicidio irrisolto: quello della sociologa argentina María Marta García Belsunce, che venne trovata morta nella vasca da bagno di casa sua.

Su Netflix, dopo Unsolved Mysteries e American Murder: La famiglia della porta accanto (American Murder: The Family Next Door), è in arrivo una nuova docuserie true crime: Carmel: Chi ha ucciso María Marta? (Carmel: Who Killed Maria Marta?) è il suo titolo.

Il documentario ha come obiettivo quello di esaminare le condizioni che hanno portato alla morte dell’argentina María Marta García Belsunce.

Il trailer di Carmel: Chi ha ucciso María Marta?

Il trailer di Carmel: Chi ha ucciso María Marta? mostra le immagini della docuserie true crime, che indaga sulla morte della sociologa argentina María Marta García Belsunce avvenuta in casa sua.

Ho bisogno di un'ambulanza urgente per una persona caduta nella vasca da bagno. È come annegata.

Le immagini dall’alto mostrano la casa in cui è avvenuto quello che si è rivelato essere l’omicidio della donna. Secondo le testimonianze presenti nel documentario, nessun poliziotto si recò sulla scena del crimine.

I medici se ne andarono dicendo che era stato un incidente.

Solo dopo aver esaminato attentamente corpo e testa della donna, in seguito si scoprì che erano presenti dei buchi in testa.

Abbiamo trovato cinque proiettili.

View this post on Instagram

El caso #GarcíaBelsunce tendrá su serie en #Netflix El caso García Belsunce tendrá su #serie en Netflix, un #documental que se emitirá desde el 5 de noviembre. "Carmel: ¿Quién mató a María Marta?", tras 18 años del crimen, contará con material inédito, el testimonio de sus protagonistas, y "con muchas preguntas y algunas respuestas", según adelantaron a #Télam sus creadores. "Todas las partes han hablado o han tenido la oportunidad de participar, hemos contactado al 95 por ciento de los involucrados directos en el caso", explica #VanessaRagone, prolífica productora cinematográfica, ganadora del Oscar por "El secreto de sus ojos" y 'showrunner' de la serie, que contó con el documentalista #AlejandroHartmann como director. En cuatro capítulos de 47 minutos cada uno, "#Carmel…" busca reflexionar sobre la pregunta que resonó en la prensa como pocos casos policiales de la historia argentina: ¿Quién mató a #MaríaMartaGarcíaBelsunce en su casa del barrio cerrado de Pilar el 27 de octubre de 2002?. 🔗 Lea la nota completa en www.pilardetodos.com.ar - Link en la bio

A post shared by Pilar de Todos (@pilardetodos) on

Un omicidio che divenne sempre più discusso tra l’opinione pubblica. Inizialmente, si pensò fosse coinvolto Nicolàs Pachelo, un vicino di casa.

Invece di indagare per ottenere la verità, si disposero le tessere per un finale già preimpostato.

Il marito di Maria Marta, Carlos Carrascosa, si dichiarò innocente e alla ricerca della verità sulla morte della moglie, ma restò il principale imputato del caso…

Di cosa parla il documentario: la morte di María Marta García Belsunce

La docuserie di Netflix racconta la storia della morte della sociologa argentina María Marta García Belsunce che, il 27 ottobre 2002, venne trovata priva di vita nella vasca da bagno in casa propria nel quartiere di Carmel, a Buenos Aires in Argentina.

Inizialmente, le indagini portarono a pensare che si fosse trattato di un incidente domestico ma, circa un mese e mezzo dopo, il fratello della donna chiese un’autopsia perché non credeva che questa fosse la verità e, in effetti, si scoprì che la donna era stata uccisa da ben cinque colpi alla testa. Il medico che stilò un primo rapporto non parlò di colpi di proiettile e attribuì la morte della donna a una caduta nella vasca da bagno, che la fece svenire e annegare.

Come detto prima, però, circa un mese dopo, venne ordinata un’autopsia che mise in evidenza una frattura del cranio dovuta a cinque colpi di arma da fuoco. Da questo punto in poi, ovviamente, il caso divenne un caso di omicidio.

María Marta aveva dedicato la propria vita al sociale ed era vicepresidente di Missing Children Argentina, una fondazione che l’aveva portata a indagare sulla tratta di minori nella provincia di Buenos Aires.

View this post on Instagram

Caso María Marta García Belsunce,el crimen perfecto. PARTE 2 Finalmente,la Justicia condenó al viudo Carrascosa(a pesar de que su ADN no correspondía a ninguna de las manchas de sangre encontradas en la escena del crimen),a cadena perpetua por ser autor del asesinato.Toda la familia de María Marta siempre creyó en la inocencia del viudo y apuntaron por el crimen hacia Nicolás Pachelo, quien actualmente se encuentra preso pero por otro ilícito.Como dato de interés,ronda por Youtube un informe sobre las increíbles contradicciones de la familia de Maria Marta en sus declaraciones a los medios,rayando en lo grotescas. Catorce años después del asesinato,el 20 de diciembre del 2016 la Cámara de Casación declaro la absolución de Carrascosa,aduciendo que "las pruebas indican que él no fue,que evidentemente María Marta fue atacada por alguien cuya sangre no coincide con nadie de su familia ni con Carrascosa. Guillermo Bártoli, el cuñado de María Marta, su hermanastro Juan Carlos Hurtig y su hermano Horacio todos fueron condenados por manipular y limpiar la escena del crimen,para evitar dar aviso a la policía, cosa que ellos siguen negando hasta la fecha.Todos salieron en libertad bajo fianza. Luego de años de poder sortear esa suerte,Nicolás Pachelo,quien siempre negó todas las sospechas en su contra,fue notificado que será enjuiciado en el año 2020 como acusado del crimen de la socióloga. Hasta la fecha de esta publicación,y con el único acusado del asesinato de María Marta ya totalmente absuelto del caso...el misterio del crimen perfecto y la incógnita de quién o quienes mataron a Maria Marta y porqué, siguen hoy más vigentes que nunca. Quién te parece que fue el asesino? Actuó solo o en complicidad con alguien?

A post shared by El Querellante (@el_querellante24) on

Le indagini sulla morte di María Marta García Belsunce non hanno mai portato a nulla e il principale indiziato è rimasto il marito, Carlos Carrascosa, che si è sempre dichiarato innocente: fu proprio l’uomo, di ritorno a casa, a trovare la donna priva di vita, ma il suo DNA non corrispose alle tracce trovate sulla scena del crimine.

Attraverso la partecipazione dei protagonisti del caso, Carmel: Chi ha ucciso María Marta? prova a far luce su uno dei casi di omicidio più controversi in Argentina che, ancora oggi, non è stato risolto.

La data di uscita in streaming

NetflixLa locandina di Carmel: Chi ha ucciso María Marta? con María Marta García Belsunce
Il poster di Carmel: Chi ha ucciso María Marta?

Diretta da Alejandro Hartmann e con Vanessa Ragone come produttrice esecutiva, Carmel: Chi ha ucciso María Marta? è disponibile in streaming, su Netflix, dal 5 novembre 2020.

Leggi anche

      Cerca