L'alienista - L'angelo delle tenebre, la spiegazione del finale e le domande senza risposta

Netflix I protagonisti de L'alienista - L'angelo delle tenebre

Una nuova, disturbante indagine porta il dottor Laszlo Kreizler, Sara Howard e John Moore a immergersi nel profondo dell'animo umano e nelle sue pulsioni più oscure. L'intreccio è complesso e il finale offre risposte, ma lascia anche zone d'ombra.

Il dottor Laszlo Kreizler è tornato. L'alienista - L'angelo delle tenebre ha debuttato su Netflix il 22 ottobre 2020 e in pochi giorni ha conquistato un posto nella top ten dei contenuti più visti.

Ma a dispetto del titolo, nella seconda stagione della serie basata sui romanzi di Caleb Carr, non è più l'enigmatico e controverso medico il protagonista della storia. Nei nuovi episodi, a guidare gli spettatori in una vicenda che ancora una volta scava nel profondo dell'animo umano è Sara Howard, l'ex segretaria di Theodore Roosevelt, ora detective privato con una propria agenzia. Ma le differenze non finiscono qui.

Diversamente dalla prima stagione, la narrazione è meno corale e il personaggio interpretato da Dakota Fanning emerge più di quanto faccia quello di Daniel Brühl nei precedenti episodi. Una scelta precisa, che dà forma a una storia dichiaratamente al femminile, che parla di emancipazione e lotta al patriarcato, di maternità e famiglia, di ribellione e conformismo, di ambizione e convenzioni sociali.

L'approccio e il focus diversi non cambiano però la sostanza. L'alienista - L'angelo delle tenebre immerge il pubblico in un altro caso pieno suspense, mistero e colpi di scena, anche se tutto sommato più lineare rispetto a quello della prima stagione. Tuttavia, ancora una volta, il finale tira le fila di un intreccio complesso e rimangono delle domande senza risposta

La trama

Un anno dopo aver risolto il caso del killer dei bambini, Sara Howard ha aperto la sua agenzia investigativa e continua a collaborare con l'alienista Laszlo Kreizler e John Moore, che da illustratore è diventato reporter del New York Times. I tre sono impegnati in una corsa contro il tempo per impedire che una giovane madre, Martha Napp, venga giustiziata, dopo essere stata giudicata colpevole della morte della figlia neonata. Ma nonostante la mancanza del corpo e la valutazione dell'alienista, che ritiene che la donna sia innocente, l'esecuzione non si ferma.

Come promesso a Martha, Laszlo continua a cercare la verità e il suo operato lo porta a scontrarsi con il dottor Markoe, il direttore del Lying-In Hospital, dove la donna ha partorito e avrebbe ucciso la sua bambina. Intanto, Sara è chiamata a indagare in via strettamente confidenziale sul rapimento della piccola Ana Linares, la figlia del Governatore Generale di Spagna. La bambina è stata portata via dalla culla e al suo posto è stata lasciata un bambola con il volto deturpato, apparentemente acquistata nei grandi magazzini Siegel Cooper.

Il macabro ritrovamento del corpo della figlia di Martha Napp proprio tra le bambole del grande magazzino induce la giovane a credere che tra i casi delle due bambine ci sia un collegamento e la porta a un edificio abbandonato in un quartiere poco raccomandabile, sotto il controllo del boss Goo Goo Knox. In seguito, la scoperta di un piccolo incidente occorso ad Ana e di un breve ricovero al Lying-In Hospital convincono Sara della necessità di investigare sulla clinica. 

L'indagine della giovane crea preoccupazione nel dottor Markoe e nel suo fedele braccio destro, Marie, la "matrona", ma per tutt'altra ragione. I due aiutano uomini facoltosi a nascondere i figli illegittimi da relazioni clandestine. Il medico fa nascere i bambini, li fa "sparire" e poi sterilizza le madri, con la complicità dell'assistente.

Tuttavia, la pista si rivela ugualmente utile, perché consente a Sara di entrare in contatto con Libby Hatch, una delle infermiere dell'ospedale. La ragazza crea una legame con la detective e l'aiuta a ottenere informazioni per l'indagine. Intanto, le analisi di Marcus e Lucius Isaacson permettono di scoprire che la figlia di Martha Napp è stata avvelenata con una sostanza che può essere reperita solo in ospedale, avvalorando l'ipotesi di un qualche coinvolgimento del Lying-In Hospital.

Ma quando la señora Linares supera lo stato di shock dovuto al rapimento della figlia e riacquista i ricordi, i pezzi del puzzle vanno insieme in una maniera inaspettata. A portare via la bambina di Martha Napp e Ana e a uccidere la prima è stata Libby Hatch.

L'infermiera riesce a scappare e si nasconde nell'appartamento della "matrona", assassinandola e allestendo una macabra messinscena. Poi fugge ancora, prima di essere scoperta e catturata. Ma grazie alla testimonianza di una delle ragazze che lavoravano con lei all'ospedale, Sara e gli altri vengono a sapere che è la donna di Goo Goo Knox e la sua vera identità. In realtà, Libby si chiama Elspeth Hunter e alle spalle ha una tragica storia familiare. Il padre si è suicidato quando era bambina e lei è finita in manicomio, dove ha avuto una figlia, Clara, che le è stata portata via.

NetflixJohn Moore e Sara Howard ne L'alienista - L'angelo delle tenebre
John Moore e Sara Howard assistono all'esecuzione di Martha Napp ne L'alienista - L'angelo delle tenebre

La scoperta porta Sara sulle tracce di Libby nel territorio controllato da Goo Goo Knox. E dopo un drammatico confronto, con l'aiuto di John, la giovane detective riesce a recuperare la piccola Ana. Ma non a fermare la sua avversaria, che rapisce un altro bambino, il figlio di una famiglia molto in vista, i Vanderbilt.

Dopo avere cercato senza riuscirci di catturare Libby usando Clara come esca, la polizia arresta finalmente la ragazza, che viene ingannata da Sara per rivelare dove si trovi la sua ultima vittima. Per Libby sembra finita, ma Goo Goo Knox e i suoi uomini la liberano, compiendo un massacro al distretto di polizia, mentre la maggior parte degli agenti è impegnata a recuperare il piccolo Vanderbilt. Libby e il boss portano via Clara, nascosta all'istituto del dottor Kreizler, e colpiscono a morte Marcus.

I tre si rifugiano nella casa di infanzia di Libby, ma Sara, Laszlo e John hanno capito le intenzioni della ragazza e raggiungono la coppia e la bambina. Dopo essere stati salvati da Lucius, che uccide Goo Goo Knox, Sara convince Libby in un drammatico confronto a lasciare andare Clara e ad arrendersi.

La spiegazione del finale

Come già la prima stagione de L'alienista, anche la seconda semina indizi e tesse sottotrame che funzionano come una cortina fumogena negli occhi degli spettatori. Ma ne L'angelo delle tenebre, il colpevole e il suo volto sono rivelati a metà della narrazione. Tuttavia, senza togliere tensione alla storia, anzi trascinando lo spettatore in un intreccio sempre più complicato.

Il misterioso rapitore e assassino di neonati è Libby Hatch, all'apparenza un'infermiera del Lying-In Hospital, in realtà una donna con legami con il mondo della criminalità e compagna del boss Goo Goo Knox. Ma non solo. Libby Hatch non esiste. Il vero nome della giovane è Elspeth Hunter ed è proprio nelle origini della ragazza che si trova il bandolo della matassa delle sue azioni e del complesso caso.

NetflixIl dottor Laszlo Kreisler e Sara Howard
Il dottor Kreisler e Sara Howard ne L'alienista: L'angelo delle tenebre

Libby/Elspeth proviene da quella che un tempo era una famiglia molto agiata. La madre, Mallory Hunter, non l'ha mai amata e probabilmente l'ha avuta solo per non disattendere le aspettative sociali. Invece, la bambina aveva un legame molto stretto con il padre. Ma l'uomo si è suicidato, finendo con il rompere il fragile equilibrio familiare. Libby è stata internata in manicomio e ne è uscita con una figlia.

La madre, che dopo la morte del marito aveva ritrovato la sua libertà, non aveva intenzione di prendersi cura di Libby/Elspeth, mai davvero voluta, e tantomeno della nipote. Per questa ragione, si è ferita al volto e ha accusato la figlia di avere cercato di ucciderla. A causa della falsa storia di Mallory Hunter, Libby/Elspeth è stata ritenuta incapace di crescere Clara, la bambina le è stata tolta e lei è stata di nuovo ricoverata in manicomio.

Da quel momento, la salute mentale della giovane ha iniziato a deteriorarsi, fino a portarla a rapire i figli di altre donne per colmare il vuoto lasciato dalla sua. Ma poiché nessuno è Clara, ogni volta Libby/Elspeth finisce per stancarsi dei bambini e liberarsi di loro attraverso un rituale che è uno specchio dei suoi traumi e dei suoi disturbi. La giovane ingerisce del veleno e allatta i piccoli fino a causarne la morte. Poi veste i bambini e ne dipinge i volti in modo che sembrino vivi, scatta loro una foto e prepara una "scatola dei ricordi". 

Nel suo "santuario", oltre a memorabilia di Clara e della figlia di Martha Napp, Sara e John trovano anche quelli di altri bambini, che dimostrano che Libby/Elspeth agisce da tempo e ha fatto (purtroppo) altre vittime. Non è chiaro come la ragazza scelga i neonati, ma sembra avere una predilezione per i figli di famiglie benestanti, che in qualche modo creano un collegamento con la sua infanzia felice e sempre rimpianta.

E infatti, quando Libby/Elspeth riesce finalmente a riprendere con sé Clara, cerca rifugio con la bambina e Goo Goo Knox nella casa dove viveva da piccola, la stessa rappresentata nel quadro appeso nell'appartamento della madre e copiato da John Moore.

Le domande senza risposta

Le azioni di Libby/Elspeth trovano in gran parte una spiegazione nelle teorie del dottor Laszlo Kreisler e nelle ipotesi e nelle indagini di Sara. Ma nell'intreccio de L'alienista - L'angelo delle tenebre rimangono dei punti oscuri. 

Uno è senza dubbio la sorte dei bambini fatti nascere dal dottor Markoe. Dove finiscono i figli illegittimi avuti da uomini ricchi e potenti all'interno di relazioni che darebbero scandalo? Sono vivi o il medico li uccide per non lasciare tracce? Una vicina della "matrona" dice a Sara che "ogni tanto" la donna porta a casa dei bambini, "ma è da tempo che non capita più". In che modo è coinvolta nella vicenda la fedele assistente del dottor Markoe e che ruolo ha nella scomparsa dei neonati?

Anche il suo omicidio per mano di Libby/Elspeth rimane poco chiaro. Un'ipotesi è che la ragazza la uccida perché vede in lei madre, non solo per il comportamento freddo e svalutante che la donna ha con le infermiere e le ragazze che lavorano al Lying-In Hospital, ma anche per il fatto che porta via i figli alle donne affidate alle sue cure, gettandole nella disperazione. Proprio come è accaduto a Libby/Elspeth. 

E a proposito di queste ultime, che fine fa Helen Sumner, l'amante dell'influente Richard Osgood? Dopo che la donna si presenta alla festa di fidanzamento di John Moore e Violet, il dottore Markoe la convince ad allontanarsi con lui, dicendole che Osgood gli ha chiesto di prendersi cura di lei. 

NetflixL'alienista - L'angelo delle tenebre: poster
Il poster de L'alienista - L'angelo delle tenebre

Al di fuori dell'intreccio del caso, rimangono molte questioni in sospeso riguardo alla sorte dei protagonisti. Violet è davvero incinta e il padre è davvero John? La storia tra l'uomo e Sara è finita ancora prima di iniziare? E John, fresco di promozione, resterà al New York Times o alla fine cederà alle pressioni del potente futuro suocero e andrà a lavorare al New York Journal?

Non è molto chiara neppure la sorte dell'istituto del dottor Kreizler, il quale, a sua volta, è stato sospeso dall'esercizio dell'attività di alienista. Di certo, sembra che l'uomo abbia ritrovato l'amore nella professoressa Karen Stratton. Ma come andrà a finire, è tutto da vedere. 

E poi c'è Lucius, che ha perso tragicamente Marcus: continuerà a essere un detective? La sua storia con Bitsy andrà avanti? Senza contare il colpo di scena finale, con quella "Kitty Byrnes" che ha tutta l'aria di essere la figlia dell'ex comandante della polizia, Thomas Byrnes, che entra a fare parte della squadra investigativa di Sara.

Insomma, le domande senza risposta non mancano. E chissà, magari le risposte arriveranno in una nuova stagione...

Leggi anche

      Cerca