10 attori che hanno interpretato Dracula: le versioni più memorabili

American Zoetrope/Osiris Films Gary Oldman nei panni di Dracula in Dracula di Bram Stoker

Aristocratico, affascinante, intelligente, ma anche crudele, egoista e senza pietà. Il Conte Dracula è stato interpretato tante volte sul grande schermo da attori che hanno contribuito a rendere questo personaggio un’icona dell’immaginario collettivo.

Il Conte Dracula è un personaggio dal fascino senza tempo, tanto da essere stato protagonista di innumerevoli adattamenti, sia cinematografici, sia di serie TV. Mostrato in tante diverse vesti – lugubri, ammalianti, comiche – nel corso degli anni Dracula è diventato una vera e propria icona, una figura di collegamento tra il mondo degli umani e quello dei vampiri.

Una figura talmente affascinante a cui si deve però merito a Bram Stoker: lo scrittore, infatti, nel 1897 ha dato vita al romanzo gotico Dracula. Il romanzo è ispirato alla figura storica Vlad III di Valacchia, conosciuto anche come l’Impalatore, esistito nella prima metà del ‘400.

In attesa di scoprire i prossimi progetti che vedranno ancora protagonista il celebre vampiro, tra cui il nuovo film Blumhouse, ecco alcune delle interpretazioni più interessanti del Conte Dracula.

Bela Lugosi – Dracula

Universal PicturesUn primo piano che ritrae Bela Lugosi nei panni di Dracula
Bela Lugosi in Dracula (1931)

Bela Lugosi è stato uno dei primi attori ed interpretare Dracula, diventando grazie alla sua interpretazione una vera e propria star. Sebbene avesse già interpretato il Conte in alcune rappresentazioni teatrali verso la fine degli anni ’20, fu nel 1931 che l’attore riuscì ad ottenere lo stesso ruolo, diventando protagonista di Dracula, pellicola appartenente al ciclo horror di Universal Pictures. Il film, diretto da Tod Browning, regalò a Lugosi l’opportunità di vestire i panni del Conte, dando vita ad un Dracula contraddistinto da gran eleganza, da un macabro fascino aristocratico e da uno sguardo raggelante ed ipnotico.

Christopher Lee – Dracula il vampiro

Hammer FilmsUn primo piano che ritrae Christopher Lee nei panni del Conte Dracula
Christopher Lee in Dracula il vampiro

Il 1958 è una data importante per i fan del cinema horror, soprattutto perché rappresenta l’anno di uscita di un film diventato iconico: Dracula il vampiro. Questa pellicola, diretta da Terence Fisher, è il primo capitolo della serie prodotta da Hammer Film Productions e realizzata sulla figura del Conte Dracula. Tuttavia, il successo di questo primo film e dell’intera saga lo si deve esclusivamente alle magistrali interpretazioni di Christopher Lee, rientrando (insieme a Lugosi) nell’immaginario collettivo in quanto Dracula. Nonostante il rapporto di amore ed odio con il personaggio (tanto dal rifiutarsi, soprattutto negli ultimi anni, di parlarne e di essere ricordato solo per questa interpretazione), Lee diede vita ad un Dracula dai lunghi canini aguzzi, romantico e persino sensuale, pronto a distruggere tutti i valori conservatori della società Vittoriana.

Frank Langella - Dracula

The Mirisch Corporation/Universal PicturesUn'immagine che ritrae Frank Langella nei panni di Dracula
Frank Langella in Dracula (1979)

Nel 1979, l’attore americano Frank Langella ha vestito i panni di Dracula nell’omonimo film di John Badham. Remake del film Dracula con Bela Lugosi nei panni del vampiro, in questo film il Conte è identificabile come un seduttore, pronto a mettere in crisi una società rigida, composta da relazioni umane sentimentalmente sterili.

Max Schreck – Nosferatu il vampiro

Jofa-Atelier Berlin-Johannisthal/Prana-Film GmbHUn'immagine che ritrae a figura intera Max Schreck nei panni del Conte Orlok
Max Schreck in Nosferatu il vampiro (1922)

Tra le più importanti interpretazioni vampiresche nella storia del cinema, è impossibile non citare quella di Max Schreck in Nosferatu il vampiro. Nonostante il film non veda protagonista il Conte Dracula ma, piuttosto, il Conte Orlok, è doveroso sapere come in realtà il film sia liberamente ispirato a Dracula di Bram Stoker, romanzo da cui venne tratta la storia principale e modificati i nomi per questioni di diritti legali e di autore. Film muto del 1922 diretto da Friedrich Wilhelm Murnau, la pellicola è considerata uno dei capolavori del cinema horror. Inoltre, Max Schreck ha dato origine ad un Conte fisicamente rigido, dalla movenza a scatti, quasi meccanica, dando l’idea di essere una figura molto lontana da quella umana, ai limiti del ripugnante, con uno sguardo ipnotico che, allo stesso tempo, non sembra trasmettere nessun sentimento.

Klaus Kinski – Nosferatu, il principe della notte

Werner Herzog Filmproduktion/GaumontUn'immagine che ritrae Dracula intento a nutrirsi della sua preda
Klaus Kinski in Nosferatu, il principe della notte (1979)

In Nosferatu, il principe della notte, Klaus Kinski riprende il personaggio di Max Schreck diventato un’icona grazie a Nosferatu il vampiro. In questo caso, quello di Kinski non più il Conte Orlok, ma è il vero Conte Dracula. Remake del film di Murnau, quello di Werner Herzog riprende le vicende del film originale e dà ai personaggi i nomi del romanzo di Stoker. La particolarità di questo film, però, risiede proprio nell’interpretazione di Kinski che riuscì a donare al suo personaggio un alone di fascino e mistero.

 

Gary Oldman – Dracula di Bram Stoker

American Zoetrope/Osiris FilmsUn'immagine che ritrae Gary Oldman nei panni del Conte Dracula
Gary Oldman in Dracula di Bram Stoker (1992)

Tra le tante interpretazioni di Dracula che si sono susseguite nel corso degli anni, una delle più recenti ed incisive è sicuramente quella di Gary Oldman. L’attore inglese, infatti, ha interpretato il Conte del celebre Dracula di Bram Stoker, diretto da Francis Ford Coppola. Rispetto ai film precedenti che avevano visto protagonista il famoso vampiro, in questo egli non è più una creatura mostruosa e fortemente macabra. Eppure, in Dracula di Bram Stoker, il colpo da maestro è stato quello di scegliere proprio Gary Oldman per interpretare il Principe Vlad Ţepeş in tutte le sue trasformazioni (pipistrello antropomorfo compreso) regalando un personaggio fine, elegante e profondamente ammaliante, ma anche decisamente terrorizzante, vero e proprio maestro di una paura raggelante.

Leslie Nielsen – Dracula morto e contento

Gaumont/Castle Rock Entertainment/Brooksfilms Un'immagine che ritrae Leslie Nielsen nei panni del Conte Dracula
Leslie Nielsen in Dracula morto e contento (1995)

Ancora una volta, il Conte Dracula è protagonista di un film, anche se comico e satirico. Leslie Nielsen, diventato un attore comico di successo a partire dai primi anni ’80, è stato protagonista di Dracula morto e contento, il film di Mel Brooks che verte sulla parodia di Dracula di Bram Stoker. È proprio Nielsen che regge tutto il film: sempre brillante nei tempi comici, l’attore è perfetto nei panni di un Dracula che si fatica a prendere sul serio, pronto a raggiungere i suoi tenebrosi obiettivi ma molto sbadato e, per certi versi, anche sfortunato.

Luke Evans – Dracula Untold

Universal PicturesUn'immagine che ritrae Luke Evans nei panni di Vlad III di Valacchia
Luke Evans in Dracula Untold (2014)

In Dracula Untold, Luke Evans porta sul grande schermo Vlad III di Valacchia, ovvero l’uomo prima di diventare il celebre Conte Dracula. In questo film del 2014 diretto da Gary Shore, Evans mostra, appunto, un uomo che si è visto costretto a stringere un patto con il male per proteggere i suoi cari, diventando poi il più temibile vampiro mai raccontato. Un film che racconta le origini di Dracula, l’acquisizione dei suoi poteri vampireschi e il viaggio emotivo di un uomo che è dovuto scendere a compromessi per difendere il suo popolo e la sua famiglia.

Adam Sandler – Hotel Transylvania

Columbia Pictures/Sony Pictures Animation Un'immagine che ritrae alcuni dei personaggi di Hotel Transylvania, con Dracula al centro
Dracula (doppiato da Adam Sandler) in Hotel Trasylvania (2012)

Nel 2012 è stato realizzato un film d’animazione totalmente originale ed innovativo: Hotel Transylvania. In questo film, il protagonista è proprio Dracula: il Conte viene mostrato come un padre molto apprensivo nei confronti di sua figlia Mavis, generoso con i suoi colleghi mostri (tanto da costruire un albergo, lontano dagli umani e dedicato solo a loro) e rancoroso nei confronti degli umani che in passato gli hanno fatto del male. Il Conte, doppiato in lingua originale da Adam Sandler (mentre il lingua italiana è stato doppiato da Claudio Bisio) dimostra di essere anche in grado di tornare sui suoi passi, usando i suoi poteri per amore della figlia.

Jonathan Rhys Meyers - Dracula

Flame Ventures/Playground Entertainment/Universal Television/Carnival Film & TelevisionUn'immagine che ritrae Jonathan Rhys Meyers nei panni di Dracula
Jonathan Rhys Meyers in Dracula (2013)

Nel corso degli anni, Dracula non è stato protagonista solo di film, ma anche di serie TV. Una di questa è Dracula: ispirata liberamente al celebre romanzo di Bram Stoker, la serie televisiva ha dato l’opportunità a Jonathan Rhys Meyers di dare vita ad un Dracula diverso da come lo si conosce abitualmente. Ambientata nella Londra del XIX secolo, la serie vede Dracula intento a distruggere l’Ordine del Drago che, secoli prima, aveva ucciso la moglie di Vlad III e che ha tramutato quest’ultimo in un mostro. Ciò che, però, risulta essere molto originale è la rappresentazione di un Dracula mosso da quella parte umana che ancora risiede in lui, tanto da arrivare ad unirsi a Van Helsing per combattere, insieme, l'Ordine.

E voi, quale interpretazione di Dracula preferite?

Leggi anche

      Cerca