Wolverine - L'immortale: la scena dopo i titoli di coda e cosa anticipa

20th Century Fox Wolverine

Tra tutte le scene dei titoli di coda dei film sugli X-Men quella del secondo film di Wolverine ha un significato particolare.

Le scene mostrate nei titoli di coda dei film Marvel sono sempre state oggetto di discussione tra i fan. Spesso la loro connessione con film futuri dello stesso universo è stata fondamentale. Ma altre volte quelle stesse scene si sono rivelate superflue per la trama e quindi hanno assunto un mero scopo promozionale.

In questo articolo parlerò della scena dopo i titoli di coda del film Wolverine - L'immortale, cercando di mettere in luce i collegamenti con gli altri film dell'universo mutante ed eventuali incongruenze.

Il film diretto da James Mangold fa infatti parte della saga cinematografica degli X-Men in qualità di spin-off dedicato al personaggio di Wolverine. Quest'ultimo, oltre che nei film degli X-Men, è stato protagonista di una trilogia composta da X-Men le origini: Wolverine del 2009, Wolverine - L'immortale del 2013 e Logan - The Wolverine del 2017.

In qualità di spin-off, le storie di Wolverine in questi tre lungometraggi sono sempre state distanti a livello narrativo con quelle dei suoi colleghi X-Men. Fa proprio eccezione la scena dei titoli di coda di Wolverine - L'immortale, che si collega in maniera stretta al film X-Men: Giorni di un futuro passato.

In X-Men: Giorni di un futuro passato infatti gli X-Men vivono in un futuro dove i mutanti sono braccati da delle macchine, chiamate Sentinelle. Queste ultime sono state costruite con l'unico scopo di neutralizzare e uccidere chiunque abbia un potere. La presenza delle Sentinelle - efficienti al massimo nel loro scopo - porterà senza dubbio all'estinzione dei mutanti.

Per rimediare a ciò, gli X-Men devono viaggiare indietro nel tempo fino agli anni '70 ed evitare che il Governo degli Stati Uniti autorizzi l'uso delle Sentinelle. A tale scopo è utile la figura di Wolverine, poiché è l'unico la cui coscienza può essere trasportata così lontano nel tempo - non senza fatica - dalla mutante Kitty Pride.

Prima di vedere la scena dei titoli di coda di Wolverine - L'immortale, è quindi importante segnare le date in cui si svolgono i due eventi collegati tra loro.

L'anno in cui la coscienza di Logan viene mandata nel suo corpo più giovane fino al 1972 in X-Men: Giorni di un futuro passato è il 2023, ovvero 8 anni dopo i fatti mostrati nella scena post-credit del film Wolverine - L'immortale.

Due anni dopo che l'avventura di Logan in Giappone è terminata, il mutante si vede all'interno di un aeroporto degli Stati Uniti. In questo luogo viene raggiunto dagli anziani Charles Xavier aka Professor X ed Erik Lehnsherr aka Magneto, che gli dicono di aver bisogno di lui.

Nel caso specifico, Magneto - che mostra di avere di nuovo i suoi poteri dopo che li ha persi nel film X-Men: Conflitto finale - dice a Wolverine:

Ci sono forze oscure Wolverine. Degli umani stanno costruendo un'arma che può provocare la fine della nostra razza. Voglio il tuo aiuto.

Le parole di Magneto sono da collegare a una pubblicità che Logan vede sugli schermi dell'aeroporto. Lo spot parla delle evoluzioni tecnologiche di Trask Industries, una società è all'opera per costruire le Sentinelle al fine di proteggere gli umani dalla "minaccia mutante".

20th Century FoxUn monitor che mostra il logo di Trask Industries
Lo schermo nel quale Logan vede la pubblicità delle Trask Industries

A seguito delle parole di Magneto interviene Xavier, che si rivede sulla sua classica sedia a rotelle. La presenza di Professor X stupisce Wolverine (e i fan), poiché il mutante telepate era stato ucciso nel 2006 da Jean Grey nel film X-Men: Conflitto finale.

Quando infatti, nella scena post-credit, Logan chiede a Xavier come sia possibile che lui sia vivo, quest'ultimo risponde dicendo:

Te l'ho detto tanto tempo fa, ricordi? Non sei l'unico ad avere un dono.

Com'è possibile che Magneto e Xavier conoscono i piani di Trask già nel 2015? Come può essere Xavier vivo e a cosa si riferisce la sua frase? Perché Magneto ha di nuovo i suoi poteri?

Il collegamento a X-Men: Giorni di un futuro passato

Dalla scena post-credit appare ovvio che Magneto e Xavier si sono uniti per uno scopo comune: evitare l'estinzione dei mutanti.

Da ciò che si vede, pare che i due amici/nemici sappiano già nel 2015 cosa si deve fare per salvare la situazione e cambiare il futuro. Questo però contrasta con quello che si deve in X-Men: Giorni di un futuro passato. Infatti, nel film ambientato nel 2023 l'idea di viaggiare indietro nel tempo pare emergere nel momento in cui i due gruppi di mutanti sopravvissuti si incontrano nel tempio/rifugio.

Inoltre, altra incongruenza, sul luogo c'è anche Wolverine, ed è proprio lui a proporsi per il viaggio nel tempo.

Un'altra domanda che nasce spontanea è: se Xavier e Magneto sapevano delle Sentinelle già nel 2015 perché hanno aspettato ben 8 anni prima di attuare il loro piano?

È anche importante dire che le versioni di Magneto e Xavier che si vedono nel film di James Mangold sono quelle appartenenti a quel presente e non provengono dal futuro. Infatti Kitty Pride non può inviare così indietro nel tempo - dal 2023 al 2015 - due soggetti contemporaneamente.

È plausibile ritenere la scena dopo i titoli di copda di Wolverine - L'immortale sia stata realizzata al solo scopo promozionale e che il film successivo di Bryan Singer non ne abbia tenuto conto. Per aumentare l'attesa dei fan, si è quindi girata una sequenza nella quale si forniscono gli elementi essenziali per il prossimo film:

  1. La minaccia Trask Industries
  2. L'alleanza tra mutanti
  3. La nuova avventura di Wolverine
  4. Xavier vivo

Xavier è vivo

Un altro aspetto interessante di questa scena post-credit è quello di scoprire che Charles Xavier è vivo. A rivelare il "come mai" è proprio la frase di Xavier rivolta a Logan a proposito dell'esistenza di altri mutanti con un dono.

Il riferimento è ovviamente a Kitty Pride, mutante in grado di trasportare la coscienza di una persona in un altro corpo. Ecco quindi svelato il come Xavier è tornato in vita: Kitty ha trasferito la coscienza di Xavier. A conferma di ciò, nella scena dopo i titoli di coda di X-Men: Conflitto finale si intuisce che la coscienza di Xavier è ancora viva.

La persona che si vede nel letto è stata diagnosticata come "senza coscienza" in una delle prime sequenze di X-Men: Conflitto finale.

Poi, all'inizio di X-Men: Giorni di un futuro passato, quando Xavier e Pride si vedono per la prima volta si scambiano un cenno di intesa sottolineato da una inquadratura in primo piano. Ciò è segno che Kitty si aspettava di vedere Xavier vivo.

20th Century FoxKitty Pride guarda Xavier
In X-Men: Giorni di un futuro passato Kitty Pride e Charles Xavier si scambiano gli sguardi

Leggi anche

      Cerca