Thomas Brodie-Sangster: da Love Actually a La Regina degli Scacchi, i suoi film e serie da non perdere

L'abbiamo conosciuto bambino e l'abbiamo visto crescere, fra cinema e TV, con una costante: il talento. Ecco i ruoli più memorabili di Thomas Brodie-Sangster, da Love Actually a Il trono di spade.

Londinese d.o.c., nato il 16 maggio del 1990 e cresciuto davanti ai nostri occhi, fra cinema e TV.

Thomas Brodie-Sangster ha iniziato a recitare quando aveva solo 10 anni, debuttando con due film per il piccolo schermo per poi debuttare con la sua prima serie, Stig of the Dump.

Ma il successo internazionale arriva con il ruolo del piccolo e adorabile Sam, il figlio di Liam Neeson nel cult Love Actually - L'amore davvero.

Da quel momento in poi la sua carriera inizia a decollare, portandolo a Il trono di spade, la saga cinematografica di Maze Runner e infine La regina degli scacchi, grandissimo successo di Netflix che ce lo mostra per la prima volta in una versione adulta, pronto a lasciarsi alle spalle la sua storia da bambino prodigio.

Scopriamo insieme i ruoli più memorabili di questo giovane ma già bravissimo attore, figlio d'arte di Mark Sangster, che ha firmato il montaggio di molti film e serie TV britanniche, e dell'attrice e musicista Tasha Bertram, che nel 2006 ha fondato insieme al figlio la casa di produzione Brodie Films.

Thomas, che lavora molto anche come doppiatore (per esempio nell'ultima avventura animata dei Thunderbirds), ha una sorella: Ava Sangster.

Il padre Mark è un lontano parente di Hugh Grant, uno dei protagonisti di Love Actually.

Ecco le sue interpretazioni assolutamente da non perdere.

Love Actually

Il film che gli ha regalato fama internazionale: Thomas era il figlio di Liam Neeson, uno dei protagonisti del film. Sam - questo il nome del ragazzino - orfano di madre, prende la prima cotta per una compagna di scuola, figlia di una celebre cantante, e il padre lo aiuta a entrare nella band musicale che accompagnerà la ragazzina al concerto di Natale per la scuola.

Una piccola storia d'amore in un film che racconta amori da grandi.

Naturalmente, grazie alla sua incredibile tenerezza, Sam colpirà dritta al cuore di Joanna (Olivia Olson).

A 12 anni compiuti, Thomas sembrava ancora più piccolo rispetto alla sua età, fattore decisivo - insieme alla sua bravura e all'intensità del suo sguardo - alle selezioni del casting in un film affollato di star, dai già citati Hugh Grant e Liam Neeson a Emma Thompson, Alan Rickman, Bill Nighy, Colin Firth...

Il trono di spade

Nell'amatissima serie tratta dai romanzi di George R.R. Martin, Thomas ha interpretato un personaggio chiave per il destino di Bran Stark (Isaac Hempstead Wright): Jojen Reed.

Thomas Brodie-Sangster debutta nei panni di Jojen nel secondo episodio della terza stagione. Figlio di Howland Reed, il Lord di Torre delle Acque Grigie, da bambino Jojen era stato in punto di morte e poco prima di salvarsi aveva avuto un incontro ravvicinato con un corvo a tre occhi, che gli aveva fatto un dono: sogni profetici che gli permettono di vedere oltre al presente.

Per questo, insieme alla sorella Meera (Ellie Kendrick), intraprende un viaggio che lo porterà a incontrare Bran e a svelargli il suo destino.

Thomas compare in 10 episodi di Game of Thrones, fino al finale della quarta stagione.

Da vedere, sia perché è una serie che vanta milioni di fan in tutto il mondo, sia per il ruolo di Thomas Brodie-Sangster.

Maze Runner: la trilogia

Nei panni di Newt, è uno dei personaggi principali della saga cinematografica tratta dai romanzi di James Dashner e costruiti attorno alla figura del protagonista - che, ironia, si chiama come lui nella realtà - Thomas, interpretato da Dylan O'Brien.

Nei tre film Maze Runner - Il labirinto (2014), Maze Runner - La fuga (2015) e Maze Runner: La rivelazione (2018), Newt affianca il protagonista prima nella fuga dal Labirinto, luogo ricco di insidie in cui alcuni ragazzi si risvegliano senza sapere dove si trovino, e poi nella lotta contro coloro che si spacciano per amici ma, in realtà, stanno conducendo un esperimento mentre il mondo è afflitto da un morbo terribile chiamato l'Eruzione. Newt è uno dei personaggi a cui il pubblico si affeziona da subito, per la sua lealtà e il suo coraggio, senza dimenticare la determinazione e l'altruismo.

La regina degli scacchi (2020)

La straordinaria serie di Netflix, tratta dall'omonimo romanzo, che racconta la storia di Beth Harmon (Anya Taylor-Joy) ci regala il primo vero ruolo adulto di Thomas Brodie-Sangster.

Il ragazzo interpreta infatti Benny Watts, il campione di scacchi americano in carica, un ragazzo che si distingue da tutti gli altri giocatori e che colpisce Beth per la propria genialità.

Beth non riesce infatti a batterlo, la prima volta che si scontra con lui alla scacchiera, e i due finiranno per intrecciare una relazione personale molto profonda.

Benny si muove fuori dagli schemi: non ha l'aspetto del classico ragazzo da circolo degli scacchi, ha una mente geniale e una conoscenza sconfinata di tutte le teorie sugli scacchi. Si tratta dell'unica vera star degli scacchi negli Stati Uniti, vive a New York in un appartamento molto frugale, nell'interrato di un edificio, e si preoccupa solo della sostanza, non dell'apparenza.

Godless (2017)

Una strepitosa miniserie western ambientata nel Far West del 1880. La storia è la ricerca di vendetta da parte di Frank Griffin (Jeff Daniels, che dimostra ancora una volta di non avere limiti di genere: è credibile in qualsiasi ruolo) nei confronti del figlio adottivo, Roy Goode (Jack O'Connell). Roy, dopo aver tradito Frank, si rifugia in una cittadina in cui a comandare sono solo donne. Gli uomini di La Belle, questo il nome della città, sono quasi tutti morti in un tragico incidente minerario, che ha ucciso oltre 80 minatori, lasciando vedove le loro mogli e orfane le loro figlie.

Thomas Brodie-Sangster interpreta Whitey Winn, uno dei pochi uomini rimasti in città: è lo sceriffo locale, determinato ad aiutare le abitanti a salvare la città (e naturalmente Roy) dalla furia vendicativa di Frank.

Godless, trasmessa in streaming da Netflix con grande successo in tutto il mondo, ha vinto 3 Emmy Awards, di cui uno a Jeff Daniels per la sua interpretazione di Frank Griffin.

Il segreto di Thomas (2003)

La storia di Adolf Hitler s'intreccia con la carriera di Thomas Brodie-Sangster in due occasioni. La prima è Il giovane Hitler, in cui Thomas interpreta il futuro Führer all'età di 10 anni. E la seconda è questa, Il segreto di Thomas (Entrusted in lingua originale), in cui il suo personaggio si intreccia ancora - quasi profeticamente - con il mondo degli scacchi.

Thomas è infatti un bambino d grande intelligenza ed è già un abilissimo giocatore di scacchi nonostante la giovane età. Nella Francia del 1942, in piena Seconda Guerra Mondiale, i nazisti lo rapiscono per far uscire allo scoperto la madre Maria (Giovanna Mezzogiorno), a capo di un'organizzazione segreta che aiuta gli ebrei francesi a sfuggire ai nazisti.

Dietro il rapimento di Thomas c'è il professor Lammle (il grande Klaus Maria Brandauer), determinato a sfruttare i suoi contatti con la Gestapo per impossessarsi del patrimonio famigliare di Thomas.

Una storia intensa, commovente e altamente drammatica che ci ricorda come la crudeltà nazista non si fermasse mai, di fronte a niente e a nessuno.

Nel cast anche Stephen Moyer, Claire Keim e Giorgio Pasotti, per la regia di Giacomo Battiato.

Nanny McPhee - Tata Matilda (2005)

La celebre commedia ambientata nell'Inghilterra di fine '800 ci presenta il due volte Premio Oscar Emma Thompson nei panni di Tata Matilda, l'ultima speranza per il vedovo Mr. Brown (Colin Firth) di impartire un po' di educazione ai suoi sette scatenati figli.

Thomas Brodie-Sangster interpreta Simon, uno dei figli del signor Brown, in una reinterpretazione del grande classico Mary Poppins, tratto dai fortunati libri per ragazzi di Christianna Brand.

Emma Thompson firma anche la sceneggiatura, regalandoci il perfetto mix di dramma, commedia e sentimento che ci aspettiamo di fronte a un film come questo.

La Thompson, che vinse un Oscar per la sua interpretazione in Casa Howard, venne premiata con l'ambita statuetta anche per la sceneggiatura di Ragione e sentimento, il film in cui recita con la regia di Ang Lee, tratto da un grande classico letterario di Jane Austen.

Uscito due anni dopo Love Actually, il film ci presenta Thomas un po' più grande, nei panni del fratello maggiore di sette figli, con un'interpretazione come di consueto impeccabile.

Death of a Superhero (2011)

Fra i molti altri titoli interpretati da Thomas Brodie-Sangster ho scelto di chiudere la selezione con questo film davvero riuscito, in cui il giovane attore interpreta Donald, un quindicenne gravemente malato - ha una grave e rara forma di leucemia, senza prospettive di guarigione - che è perennemente arrabbiato con il mondo intero.

Comprensibilmente scontroso per il proprio destino, Donald sfoga la propria rabbia disegnando e raccontando le storie di un oscuro supereroe, che combatte un mostro armato di siringhe - chiaramente raffigurante i medici e la malattia. Nessuno psicanalista riesce a farsi largo nel mondo fantastico e arrabbiato di Donald, fino a quando il dottor King (Andy Serkis) riesce a fare breccia nella sua anima e a fargli ritrovare la voglia di lottare.

Commovente e drammatico, il film ci regala una delle più intense interpretazioni del giovane attore, che non potrà lasciare nessuno indifferente.

Assolutamente da vedere per i suoi fan.

Leggi anche

      Cerca