Kingdom: arriva un episodio speciale della serie zombie coreana Netflix

Netflix Un primo piano di Gianna Jun nella serie Kingdom

Chi è la misteriosa mercante che spaccia la "pianta della resurrezione" e provoca la pandemia zombie? Ad introdurre questo nuovo personaggio, interpretato da Gianna Jun, ci pensa Kingdom: Ashin of the North: ecco le prime immagini.

Ricordate il finale della seconda stagione di Kingdom, la serie di Netflix di zombie e spade ambientata nel medioevo della Corea del Sud?

Nel sesto e ultimo episodio, il pericoloso verme parassita della "pianta della resurrezione" si fa strada nel cervello del giovane re e il Principe ereditario Lee Chang e la fedele infermiera Seo-bi rintracciano finalmente la misteriosa mercante che si cela dietro la pandemia zombesca.

Ma chi è quella donna bellissima dallo sguardo impenetrabile?

A questa domanda darà risposta (si spera) l'attesissimo Kingdom: Ashin of the North, episodio speciale di Kingdom che Netflix ha lanciato postando il primo teaser ufficiale.

Ashin of the North è presentato come un "sidequel" della seconda stagione, ovvero una ramificazione parallela della storia principale. L'episodio ricostruirà la backstory della trafficante che Lee Chang e Seo-bi incontrano nel loro viaggio verso nord per scoprire le origini dell'infezione che ha devastato intere aree del paese e trasformato i defunti in famelici morti viventi.

La mercante è proprio la Ashin del titolo e ad interpretarla è Gianna Jun, la popolare attrice sudcoreana consacrata dai film My Sassy Girl di Kwak Jae-yong e Assassination di Choi Dong-hoon e dalle serie My Love from the Star e Legend of the Blue Sea.

Anche se per il momento non sono circolate molte informazioni sulla trama, nella nota stampa di Netflix si legge che "Ashin svelerà il mistero che si cela dietro la sua identità".

Il "sidequel" descriverà nel dettaglio "ciò che è accaduto in passato ad Ashin nella regione settentrionale" del regno (il periodo di Kingdom è quello della dinastia Joseon, i cinque secoli che vanno dal 1392 al 1897) e come il destino della donna sia intrecciato a quello di Min Chi Rok, il capo della Real Commenda e abile arciere introdotto nella seconda stagione e interpretato da Park Byung-eun.

Kim Seong-hun, il regista dei sei episodi della prima stagione e del survival drama Tunnel, ha diretto Ashin of the North. La sceneggiatura è ancora una volta di Kim Eun-hee, l'autrice del webcomic The Kingdom of the Gods che ha adattato per quella che è diventata la prima serie coreana originale Netflix. La produzione è affidata a Baram Pictures, BA Entertainment e Studio Dragon.

La formula, almeno stando ai pochissimi secondi del teaser a disposizione, non cambia: un intreccio avvincente e spaventoso che mescola fantasy, horror e thriller e che declina questi elementi all'interno di una cornice storica ben definita, caratterizzata da un'accurata e costosa (il budget della prima stagione ha toccato quasi quota 2 milioni di dollari) ricostruzione degli ambienti e dei costumi.

L'arrivo di Kingdom: Ashin of the North è previsto nel 2021.

Siete pronti a scoprire quali sono le origini della "pianta della resurrezione" e i segreti che si celano dietro gli infetti?

Leggi anche

      Cerca