Come sono diventati amici i protagonisti di Stranger Things?

Netflix Dustin, Will, Lucas e Mike in classe insieme in una scena della prima stagione

Un fumetto rivela come i giovani protagonisti di Stranger Things sono diventati amici, prima di incontrare il Demogorgone nelle loro avventure su Netflix.

Stranger Things è la serie Netflix ambientata negli anni ottanta nella città fittizia di Hawkin ed è incentrata sulla misteriosa sparizione di un bambino, Will e sulla comparsa di una bambina dai capelli rasati dotata di poteri psichici, Eleven, fuggita da un laboratorio segreto, l’Hawkins National Laboratory.

NetflixLucas, Dustin, Mike e Will, tutti in bici di fronte a un cielo rosso in un'immagine promozionale di Stranfe

All'inizio della prima stagione dell'iconica serie, assistiamo a una serata a base di Dungeons & Dragons tra amici, in cui a giocare sono quattro bambini: Mike, Lucas, Dustin e Will. Mentre tutti i ragazzi, alla fine del gioco, tornano a casa salvi, non si hanno più tracce di Will; inizia così una storia incredibile, che nel 2019 con la sua terza stagione è arrivata 64 milioni di spettatori.

Durante il progredire della serie, vediamo il gruppetto di quattro ragazzi arricchirsi di nuovi amici e protagonisti, il cui legame vediamo stringersi di puntata in puntata. Ma come sono diventati inseparabili Mike, Lucas, Dustin e Will, amici già dalla puntata 1x01?

NetflixWill, Mike, Dustin e Lucas in una scena della prima stagione di Stranger Things
Will, Mike, Dustin e Lucas

A rivelarlo è il fumetto spin-off della popolarissima serie, Stranger Things and Dungeons and Dragons #1, che mostra gli albori di questa amicizia. Pubblicato dalla Dark Horse Comics e da IDW Publishing, sarà disponibile da novembre 2020. A lavorare sulle tavole ci sono Diego Galindo (come artista), Michele Assarasakom (come colorist), e Nate Piekos (come letterist). Il titolo è stato annunciato durante il DND Live 2020.

Nel primo numero, sembra chiaro che sia stato il celebre gioco di ruolo fantasy creato da Gary Gygax e Dave Arneson, a fare avvicinare l'affiatato quartetto. Il fumetto inizia infatti con Mike, Lucas e Will che vengono tormentati da due bulli, gli odiosi Troy e James, che abbiamo già incontrato nella prima stagione. Durante una fuga particolarmente rocambolesca, Mike e Lucas si rifiugiano dentro una vecchia e polverosa libreria. Lì, il proprietario si sta rilassando creando una riproduzione in miniatura della Battaglia di Waterloo; i due inizialmente trovano il tutto molto interessante, ma non passa molto tempo prima che Lucas inciampi in una miniatura da Dungeons & Dragons. Vedendo che la miniatura interessa i ragazzi molto di più delle riproduzioni storiche, il librario li introduce allo straordinario e fantasioso mondo di D&D.

NetflixLucas, Mike, Will e Dustin in posa in un'immagine promozionale di Stranger Things

Eccitati all'idea di impersonare e costruire i propri eroi anziché semplicemente ascoltare le loro storie, Mike e Lucas vanno immediatamente a casa di Will per tentare di convincerlo a giocare con loro. C'è un solo problema: devono trovare i soldi per comprare il gioco base. Decidono quindi di mettere in vendita dei vecchi libri, ma non hanno molta fortuna. I tre ragazzi incappano infatti in Troy e James che provano a mettersi in mezzo, e malgrado i ragazzi riescano a fuggire, i libri finiscono nel fango, diventando impossibili da vendere. Il loro piano è rovinato e i tre sembrano non potere mettere in alcun modo le mani sull'agognato gioco. Il proprietario della libreria, però, decide con un atto di benevolenza di regalare loro il Beginners Set.

Il trio inizia ad organizzare le proprie prime avventure, incontrando le classiche difficoltà dei nuovi giocatori di D&D. Col tempo, però, iniziano a prenderci la mano, riuscendo a sconfiggere insieme uno dei mostri del gioco. D&D li prende moltissimo e qualcosa nella vita dei ragazzi inizia a cambiare. Si intuisce che Mike, Lucas e Will guardano al mondo intorno a loro con occhi diversi rispetto a prima. I problemi tipici della loro età, che prima sembravano montagne insormontabili (come i bulli, per fare un esempio), diventano "traducibili", più facile da affrontare e da capire.

Ma il regalo più grande che il gioco porta al trio è meno immediato e più prezioso. Mentre i ragazzi parlano e si confrontano su D&D a scuola, incontrano Dustin. Intrigato dai principi matematici che è possibile mettere in campo ne gioco, Dustin dimostra la sua passione e il suo talento per i numeri e si guadagna l'amicizia di tutti e tre i ragazzi. Mike lo invita immediatamente a giocare; da quel momento in poi, il trio si trasforma in quartetto. Il gioco li ha uniti, ma tutti loro capisono che il loro lavorare (e togliersi dai guai) in gruppo a renderli forti.

NetflixImmagine promozionale di Stranger Things and Dungeons and Dragons, in cui i ragazzi impersonano i propri personaggi D&D

Mike inizia a fare da Dungeon Master, e crea il fantastico mondo di Eldertree, una foresta magica assediata da degli spiriti maligni e da orrendi mostri feroci. I guardiani della foresta sono Will il Saggio, uno stregone; Lucas il Leone, un ranger coraggioso; e Dustin, un guerriero nano.

I loro nemici, nel gioco, sono i famosi mostri di D&D, come i Giganti di Fuoco, e i ragazzi insieme riescono in qualche modo sempre a sconfiggerli; inizia ad ad essere a poco a poco più facile affrontare i mostri della vita reale, e i bulli come Troy (che assomiglia in modo inequivocabile ad un barbaro del loro gioco).

Le avventure sono divertenti ma sanciscono il legame dei quattro, che insieme costruiscono il fortino che diventerà uno dei luoghi-simbolo della prima stagione: Fort Byers, un luogo in cui dedicarsi a fumetti, giochi, scienza.

Stranger Things and Dungeons and Dragons è in vendita da novembre 2020.

Leggi anche

      Cerca