C'è davvero Ryan Gosling nella scena del supermercato di Holidate?

Netflix Una scena di Holidate

Al banco dei surgelati appare davvero Ryan Gosling nel film Holidate? La risposta alla domanda che si stanno ponendo tutti.

Il nuovo film natalizio Holidate, disponibile dal 28 ottobre su Netflix, racconta del patto di “festamicizia” tra due ragazzi: la quasi-trentenne Sloane, interpretata da Emma Roberts, e l’australiano Jackson, interpretato da Luke Bracey.

La coppia stringe un accordo che esclude qualunque complicanza sessuale o sentimentale: ognuno sarà il partner dell’altro alle feste comandate, come Natale, Pasqua, San Valentino, al solo scopo di evitare le classiche situazioni spiacevoli per un single, come la tempesta di domande dei parenti o gli sguardi di compassione degli amici.

Naturalmente le cose si evolveranno in maniera diversa da come era stato programmato e la commedia brillante tra tante gag (anche politicamente scorrette) e momenti di riflessione porterà a coronare l’amore nel classico finale.

Il dilemma che si pongono gli utenti che hanno visto Holidate, però, riguarda Ryan Gosling. Mentre Sloane e Jackson hanno un’accesa discussione al supermercato, l’australiano rinfaccia all’amica di avere paura di buttarsi in una nuova relazione, tanto che in un momento come quello direbbe di no addirittura a Gosling.

Scommetto un sacco di soldi che se Ryan Gosling attraversasse il corridoio dei surgelati e si offrisse di accompagnarti per tutta la vita, diresti comunque di no.

Sloane gli risponde a tono.

Ti sbagli di grosso. Ryan Gosling non farebbe mai la spesa da solo, è troppo figo per una cosa del genere.

A quel punto, proprio davanti ai surgelati, dietro la ragazza, si delinea il profilo di un uomo che sembra proprio l’attore, mentre apre lo sportello di vetro.

Ma è lui o non è lui?

The Independent ha indagato per chiarire il mistero.

La risposta è che non si tratta di Ryan Gosling ma di qualcuno che gli assomiglia molto: Chad Zigmund, attore e stuntman.

The Independente ha intervistato Zigmund, che ha rivelato di aver ottenuto il lavoro tramite Facebook, in quanto era alto e somigliante a Luke Bracey. 

Ryan Gosling era già presente nella sceneggiatura, in quanto attore preferito di Sloane ("Il treno Ryan Gosling va preso" è una delle battute del film), ma la scena del supermercato nasce da un’improvvisazione, che ha raccontato Zigmund.

Durante una riunione di produzione, uno degli aiuto registi ha sollevato l’idea. Hanno detto: ‘Se avessimo un sosia di Ryan Gosling sullo sfondo… sarebbe divertente e bizzarro’.

È stato Rod Burgess, primo assistente alla regia, a proporlo a Chad.

Mi ha spiegato di cosa si trattava e io ho detto di sì… sembrava divertente.

Un’idea nata a caso, da un’intuizione del momento, che sta spopolando sui social. In molti, alla prima visione di Holidate, erano convinti di aver visto Gosling in persona in quel supermercato.

NetflixUna scena di Holidate
Anche Luke Bracey assomiglia un po' a Ryan Gosling

E invece proprio il cinema ci insegna che niente è come sembra…

Leggi anche

      Cerca