The Social Network: gli attori del film (e le loro controparti nella vita reale)

Sony Pictures Mark Zuckerberg (Jesse Eisenberg) al PC in una scena di The Social Network

In The Social Network, uno dei lavori più memorabili di David Fincher, assistiamo ad una galleria di giovani e strampalati personaggi che popolano l'Università di Harvard. Dal protagonista nerd ai gemelli facoltosi, conosciamoli uno ad uno.

Come dimenticare The Social Network? Il lungometraggio diretto nel 2010 da David Fincher (di cui presto vedremo online l'atteso e già acclamato biopic Mank), visto oggi, conserva ancora intatta quella modernità e originalità che tanto lo hanno contraddistinto all'uscita.

Basato sul libro di Ben Mezrich The Accidental Billionaires: Sex, Money, Betrayal and the Founding of Facebook e sceneggiato dall'illustre Aaron Sorkin (attualmente su Netflix col suo ultimo lavoro da regista, Il processo ai Chicago 7), il film fu candidato a ben 8 premi Oscar portando infine a casa 3 statuette (migliore sceneggiatura non originale, miglior montaggio e migliore colonna sonora).

Al centro della trama, come ricorderete, la vicenda giudiziaria che ha visto opporsi Mark Zuckerberg ed Eduardo Saverin, principali co-fondatori di Facebook. Quest'ultimo citò infatti in giudizio il collega, reo di averlo estromesso dal gruppo e ridotto la sua percentuale in seguito all'accordo con alcuni investitori californiani.

Nel film la vicenda è in parte romanzata e negli anni sono emerse diverse differenze tra finzione e realtà, ma questo non ridimensiona affatto l'intenso lavoro di Fincher. Anzi, The Social Network offre un'interessante galleria di personaggi, per di più giovanissimi, che popolano l'Università di Harvard e il regista ci mette di fronte ad uno spettro delle loro caratteristiche più comuni: eccessivi, irascibili, fragili, ambiziosi, vanitosi e competitivi. Dal protagonista nerd ai gemelli facoltosi, c'è davvero di tutto e qui sotto li scopriamo uno per uno.

Chi è Mark Zuckerberg - Jesse Eisenberg

Sony PicturesUn primo piano di Mark Zuckerberg (Jesse Eisenberg) in The Social Network

Il vero Mark Zuckerberg, oggi 36enne, è attualmente presidente e amministratore delegato di Facebook Inc. La sua fama è naturalmente associata alla piattaforma social, ma anche alle non poche controversie che, nel corso degli anni, lo hanno visto coinvolto. Il film di David Fincher esplora proprio l'ambiguità di questo personaggio (interpretato da Jesse Eisenberg, candidato all'Oscar per questo ruolo e recentemente visto in Vivarium), apparentemente tranquillo, seppur esasperandone alcune caratteristiche.

In The Social Network si contraddistingue per la scelta di un look casual, costituito principalmente dalle felpe e delle sue inseparabili ciabatte Adidas (che indossa letteralmente ovunque!), che subito tradisce il suo essere nerd. All'inizio del film lo troviamo al pub intento a conversare con la sua ragazza, Erica Albright. Estremamente diretto e solitario per scelta ("non voglio amici"), la sua parlantina è serrata (è in grado perfino di parlare di due argomenti contemporaneamente, come gli fa notare lei) e talvolta competitiva e la sua spiccata intelligenza, palese fin dal primo momento, sembrerebbe coincidere con una certa freddezza emotiva. La prima sua reazione di fronte alle parole di Erica, che gli annuncia di volerlo lasciare, è più di stupore che di dolore.

Lasciato il pub, si rifugerà nel suo dormitorio, dove scriverà al PC il suo primo post:

Erica Albright è una tr***. Sarà perché la sua famiglia ha cambiato il nome da Albrecht o perché tutte le ragazze della B.U. sono tr***?

Dopo qualche birra di troppo e su suggerimento del suo collega Billy Olson, darà il via ad una serie di sondaggi per i maschi della Harvard: due studentesse a confronto e la più attraente da votare.

Chi è Eduardo Saverin - Andrew Garfield

Sony PicturesMezza figura di Eduardo Saverin (Andrew Garfield) in una scena del film

Impreditore brasiliano (ma cresciuto in Florida) e co-fondatore di Facebook insieme a Mark Zuckerberg. I due si conobbero all'Università di Harvard e nel 2003 lanciarono una prima versione di The Facebook (questo il nome originario della piattaforma social), di cui Eduardo Luiz Saverin era il direttore finanziario.

In seguito all'accordo di Zuckerberg con Sean Parker, il suo ruolo - che prevedeva inizialmente una partecipazione del 34% - venne bruscamente ridimensionato e Saverin citò in giudizio il suo socio, con il quale troncò inoltre ogni rapporto.

Secondo Leaders League, entrambe le parti hanno risolto le loro differenze finanziarie nel 2009, con Saverin che ha firmato un accordo di non divulgazione.

In The Social Network Saverin è interpretato dall'inglese Andrew Garfield (che in seguito sarebbe diventato lo Spider-Man di Marc Webb). Il suo ruolo nella trama è cruciale: da migliore amico e socio di Zuckerberg diviene nella seconda metà del film il suo principale antagonista. Il contrasto tra i due personaggi è accentuato anche dalle rispettive caratterizzazioni: Saverin ha un look più consono, è sempre in ordine e curato, ed è certo più spensierato e socialmente più attivo.

Chi è Sean Parker - Justin Timberlake

Sony PicturesSean Parker (Justin Timberlake) ordina al ristorante in una scena del film

Imprenditore specializzato in tecnologia di rete e co-fondatore di Napster, Sean Parker - al pari di Zuckerberg - si è reso nel corso della sua carriera protagonista di diverse vicende legali.

Come emerge dal suo ritratto su Vanity Fair, prima di raggiungere la maggiore età, Parker era già stato riconosciuto colpevole di hackeraggio. Conobbe Zuckerberg e Saverin, entrambi di poco più piccoli di lui, nel 2004 cominciando a consigliarli in via amichevole e dall'alto della sua altissima preparazione in materia. Più tardi divenne presidente col 7% delle azioni di Facebook prendendo di fatto il posto di Saverin, che non mancherà di trascinare in tribunale i due. Tuttavia, Parker verrà allontanato dal gruppo in seguito ai suoi guai con la legge per possesso di stupefacenti.

Amager at English WikipediaUn mezzo primo piano del vero Sean Parker
Sean Parker

Il suo ingresso in scena avviene nella seconda metà del film e la sua ci viene inizialmente presentata quasi come una storia secondaria. Sean Parker (Justin Timberlake) si risveglia nel letto di una ragazza con cui ha passato la notte e dal suo PC scopre l'esistenza di The Facebook. In lui subito si accende l'interesse per Mark Zuckerberg e fa di tutto per incontrarlo, sebbene Saverin diffidi dell'inventore di Napster. In effetti dal suo modo di presentarsi Parker risulta alquanto eccentrico: ama stare al centro dell'attenzione, parla dei suoi trascorsi personali - perfino i più controversi - come se fossero delle gesta eroiche, è convinto di essere spiato praticamente da tutti... Saverin in aula lo definirà "paranoico e delirante". Al termine dell'incontro con Zuckerberg, Parker gli suggerirà di chiamarlo semplicemente Facebook, senza il "The" originario.

La sua storyline nel film risulta in generale coerente con le notizie reperibili su di lui, la rappresentazione che emerge dalla performance di Timberlake lo rende senza dubbio un personaggio ancora più affascinante.

Chi sono Cameron e Tyler Winklevoss - Armie Hammer

Sony PicturesMezza figura di un doppio Armie Hammer nei panni dei gemelli Winklevoss

Imprenditori e campioni di canottaggio, nel 2004 i gemelli Cameron e Tyler Winklevoss hanno ideato uno strumento di comunicazione in rete riservato ai soli studenti dell'Università di Harvard. Il progetto intitolava HarvardConnection e per realizzarlo i due si rivolsero proprio a Zuckerberg, che però rifiutò di aiutarli.

Quando i Winklevoss scoprirono che tutti i loro colleghi erano ormai iscritti a The Facebook - che si prendeva sempre più piede nelle più importanti università americane - citarono Zuckerberg per furto di proprietà intellettuale chiedendo un risarcimento di 600milioni di dollari. Alla fine del processo i Winklevoss ne ottennero solo 65 e oggi sono diventati miliardari grazie al bitcoin.

In The Social Network i Winklevoss sono entrambi interpretati da Armie Hammer (che qualche anno dopo diventerà popolarissimo grazie ad una serie di titoli di successo). Belli, sportivi, sbruffoni e ambiziosi, le loro personalità sono evidenti sin dalla loro prima comparsa sullo schermo, che a luogo durante una regata in cui si lamentano della poca competizione. Quando vengono a sapere delle incredibili doti di Zuckerberg rimangono stupiti ed esclamano: "Lui è il nostro uomo!"

Sempre curati nell'aspetto, ostentano toni suadenti e buone maniere anche nei momenti più critici. L'immagine che danno di sé sicuramente li preoccupa molto. Per questo uno dei due temporeggia prima di decidere di sfruttare le proprie conoscenze per procedere legalmente contro Zuckerberg. Dopo l'ennesima umiliazione, si lascerà persuadere e dirà: "Sventriamo quel nerd!". Addio bon ton!

Chi è Dustin Moskovitz - Joseph Mazzello

Sony PicturesUn primo piano di Dustin Moskovitz, interpretato da Joseph Mazzello

Co-fondatore di Facebook (di cui detiene una quota del 6%) insieme a Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin, Chris Hughes e informalmente a Andrew McCollum (suoi compagni di stanza nel dormitorio di Harvard), è stato segnalato dalla rivista Forbes tra i 12 più giovani miliardari under 40.

Nel 2004 Dustin Moskovitz si trasferì a Palo Alto con Zuckerberg presso l'appartamento di Sean Parker per lavorare attivamente a Facebook, che nel frattempo si accingeva a diventare un'impresa a tutti gli effetti.

In The Social Network Moskovitz ha il volto di Joseph Mazzello ed è presente fin dalla prima scena ambientata nel dormitorio di Harvard. È lì quando Zuckerberg e Saverin si rendono conto di aver appena creato una rete web che connette gli studenti dell'università. Più avanti nella trama sarà proprio lui a suggerire, seppur involontariamente, a Zuckerberg di aggiungere lo stato civile sui profili del social media.

Chi è Chris Hughes - Patrick Mapel

Sony PicturesEduardo Saverin, Dustin Moskovitz, Mark Zuckerberg e Chris Hughes (Patrick Mapel) in una scena

Sebbene nel film sia un personaggio relegato sullo sfondo, il suo contributo alla creazione del social network non è senza importanza.

Tra i co-fondatori di Facebook, Chris Hughes si è laureato nel 2006 all'Università di Harvard e due anni dopo sarebbe diventato consulente del sito dedicato alla campagna presidenziale di Barack Obama. Il suo coinvolgimento nei social network non si ferma a Facebook: nel 2010 ha infatti fondato Jumo, un sito dedicato alle cause umanitarie.

NecatPace.orgUn primo piano di Chris Hughes ad una conferenza in Ecuador

In The Social Network Hughes, che appare fin dalla sequenza in cui Zuckerberg crea il prototipo per il futuro Facebook, è interpretato da Patrick Mapel. Seppur visibile in poche scene, la sua presenza sullo schermo aggiunge un tocco di ulteriore realismo alla vicenda narrata.

Chi è Divya Narendra - Max Minghella

Sony PicturesUn primo piano di Max Minghella nel ruolo di Divya Narendra

Socio di Cameron e Tyler Winklevoss nella creazione di HarvardConnection (poi ribattezzato ConnectU), Divya Narendra è CEO e co-fondatore insieme ad Aalap Mahadevia (anch'egli ex studente di Harvard) di SumZero, una comunità online per investitori professionali.

Secondo The Daily Free Press, fu proprio Narendra a contattare via mail Zuckerberg affinché li aiutasse nello sviluppo di HarvardConnection e a stipulare con lui un accordo orale.

Nel film di Fincher questo personaggio è interpretato da Max Minghella ed è lui a comunicare ai Winklevoss il trend del momento: il crash della rete della Kirkland House (una delle 12 residenze per studenti presenti ad Harvard, dove effettivamente alloggiava Zuckerberg). In seguito sarà sempre lui che dirà ai Winklevoss: "Mark Zuckerberg ci ha fregato il sito!". Curiosamente, nonostante Narendra abbia origini indiane, ad interpretarlo è un attore britannico con origini italo-cinesi.

Chi è Erica Albright - Rooney Mara

Sony PicturesUn magnetico primo piano di Erica Albright (Rooney Mara) in una scena di The Social Network

Dietro l'identità di questo personaggio si celerebbe Jessica Alona, una ragazza che con Mark Zuckerberg frequentava l'università di Harvard e che ha poi aperto un proprio sito web.

Secondo quanto riporta Slash Film, sebbene molti sostengano che i due fossero all'epoca una coppia, non sembrerebbe mai confermato il fidanzamento.

Nel film la Alona diventa Erica Albright (uno dei pochi personaggi a cui Sorkin ha cambiato il nome) ed è praticamente lei il motore dell'azione. Quest'ultima è interpretata da Rooney Mara (prima che diventasse popolare grazie al ruolo di Lisbeth Salander in Millennium - Uomini che odiano le donne) e ci appare da subito come una ragazza equilibrata, solare e perfettamente in grado di seguire la non semplice parlata di Zuckerberg e le sue complesse argomentazioni. Tuttavia, è anche decisa a lasciarlo a causa del suo carattere spesso insensibile. Un secondo casuale incontro confermerà la distanza tra i due.

Chi è Christy Lee - Brenda Song

Sony PicturesChristy Lee (Brenda Song) ed Eduardo Saverin (Garfield) chiusi in un bagno

Non ci sono tracce di un personaggio reale con questo nome, ma vale la pena di soffermarsi su Christy Lee, la folle ragazza di Eduardo Saverin.

Nel film ha il volto di Brenda Song e la vediamo per la prima volta mentre abborda il suo futuro partner, che proprio in quel momento si rende conto di quanto siano diventati popolari lui e Zuckerberg. È in particolare una battuta della ragazza a diventare emblematica in tal senso: "Ci facebookiamo". Christy entra in maniera prepotente nella vita di Saverin, seducendolo al primo appuntamento, e in seguito organizzerà l'incontro con Sean Parker. Nella seconda metà del film però emergerà la sua vera personalità di ragazza psicotica e gelosa alla follia. Tra lei e Saverin finirà letteralmente tutto in fiamme!

The Social Network è uscito nelle sale italiane il 12 novembre 2010 con Sony Pictures. Per chi volesse rivederlo, attualmente il film è disponibile su Netflix o a noleggio/vendita sulle varie piattaforme di streaming.

-

Credit immagini

Sean Parker by Amager at English Wikipedia is licensed by CC BY-SA 2.0.

Chris Hughes by NecatPace.org is marked with a CC BY-NC-ND 2.0 license.

Leggi anche

      Cerca