Prima del film Marvel: il progetto mai realizzato su Shang-Chi con protagonista Brandon Lee

20th Century Fox / Marvel Brandon Lee (sinistra), Stan Lee (centro) e Shang-Chi (destra)

Il fumettista Stan Lee sperava in un film o una serie TV su Shang-Chi. E aveva già scelto l'attore a cui assegnare la parte. Eric Draven vi dice qualcosa?

Il Maestro del Kung-Fu di casa Marvel debutterà ufficialmente sul grande schermo nel 2021 con Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, secondo capitolo della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe. L'esperto di arti marziali avrà il volto dell'attore nonché stuntman Simu Liu (Kim's Convenience), che ha fatto suo un ruolo che in passato un pilastro della Casa delle Idee avrebbe voluto fosse di... Brandon Lee!

Stan Lee, il fumettista che ha messo la firma su molti supereroi che oggi siamo abituati a vedere anche sul piccolo e il grande schermo, è deceduto nel 2018 all'età di 95 anni (ne avrebbe compiuti 96 a dicembre) ma ha fortunatamente potuto assistere al trionfo in sala di Spider-Man, Iron Man, Captain America e così via. Anzi, finché possibile, l'ex presidente e direttore editoriale di Marvel Comics ha potuto prendere parte alle avventure cinematografiche dei citati eroi. I suoi cameo, dopotutto, sono perle del Marvel Cinematic Universe.

Eppure, il fumettista di New York non ha visto realizzarsi un suo desiderio, quello di ammirare Brandon Lee nei panni di Shang-Chi.

L'importanza di Bruce Lee

Gli anni '70 sono stati (anche) gli anni di Bruce Lee, protagonista di Dalla Cina con furore, I 3 dell'operazione Drago e L'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente - per citarne alcuni - e considerato il più influente artista marziale di sempre. Il suo contributo all'industria cinematografica è riconosciuto all'unanimità, avendo reso le arti marziali cinesi incredibilmente popolari.

Non sorprende dunque che proprio Bruce Lee sia stato fondamentale nel processo di creazione per Shang-Chi, l'eroe Marvel noto anche come Maestro del Kung-Fu ideato da Steve Englehart e Jim Starlin (quest'ultimo è il papà di Thanos, ndr) e ufficialmente introdotto nell'universo a fumetti nel 1973.

Un'icona del cinema dunque come fonte di ispirazione.

MarvelShang-Chi una illustrazione tratta da un albo Marvel
Dopo aver fatto capolino in Special Marvel Edtion #15, a Shang-Chi è stata dedicata la serie Master of Kung Fu, composta da 125 uscite.

Lee chiama Lee per Shang-Chi

Il Marvel Cinematic Universe è una realtà cinematografica relativamente recente, il primo capitolo - Iron Man con Robert Downey Jr. - risale infatti al 2008. Oggi i Marvel Studios e The Walt Disney Company lavorano alle Fasi 4 e 5, e quindi anche al cinecomic su Shang-Chi. Film che tuttavia Stan Lee avrebbe voluto fosse proiettato in sala molti anni fa.

Margaret Loesch, per sei anni alla guida di Marvel Productions (1984-1990), ha rivelato a Inverse che Stan Lee spinse per realizzare un film o una serie TV sul personaggio di Shang-Chi. E voleva che ad interpretare il ruolo fosse Brandon Lee, il figlio di Bruce.

Stan credeva molto in quel personaggio. Era solito proporlo come esempio di un fumetto pronto al passaggio sul piccolo o grande schermo.

Bruce Lee Enterprises, LLC / BruceLee.com / The Bruce Lee Family CompanyBrandon Lee in posa durante una servizio fotografico
Brandon Lee è morto il 31 marzo 1993 al New Hanover Regional Medical Center di Wilmington, dopo un incidente sul set de Il Corvo. Fu infatti ferito involontariamente da un colpo di pistola durante le riprese.

Stan aveva le idee molto chiare e per questo presentò Brandon e Linda Lee alla Loesch, la quale aveva poca familiarità con l'eroe Marvel in questione:

L'unico motivo per cui ricordo bene quel fumetto e quel personaggio è perché al tempo ne sapevo poco. Stan mi fece conoscere Linda, la vedova del grande Bruce Lee, e Brandon, suo figlio. Vennero ai nostri uffici Marvel.

Brandon Lee, scomparso a soli 28 anni in seguito ad un terribile incidente sul set de Il Corvo, aveva davvero convinto l'amato fumettista, che - dopo averlo visto in azione in alcuni film - lo reputava perfetto per la parte del figlio di Fu Manchu.

Tuttavia, nonostante l'entusiasmo delle parti coinvolte, il progetto non andò in porto. Il motivo? Forse uno scarso interesse dei network per via della violenza che ha sempre caratterizzato la vita di Shang-Chi.

I tempi, è evidente, sono molto cambiati.

Stan credeva fortemente che pellicole e serie TV basate su personaggi come Shang-Chi [quindi esperti di arti marziali] potessero riscuotere molto successo al tempo. Non ricordo poi cosa sia successo. Probabilmente discutemmo di questa idea con le reti, che però non si mostrarono interessate a causa dei contenuti violenti.

Avreste voluto un film su Shang-Chi con Brandon Lee? Dopo la bocciatura risalente agli '80, l'esperto di arti marziali avrà finalmente il suo cinecomic e condividerà lo stesso universo di Doctor Strange e gli altri eroi Marvel.

A causa della crisi sanitaria globale, Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings arriverà in sala il 9 luglio 2021 e non il 12 febbraio 2021 come inizialmente previsto.

Leggi anche

      Cerca