Trickster, tutto quello che devi sapere sulla prima serie TV nativa

CBC Television Un primo piano di Joel Oulette in una scena della serie TV Trickster

Riuscite a immaginare una sorta di Stranger Things ambientato nella comunità degli Haisla, la First Nation della Columbia Britannica? Trickster è l'"Indigenous Gothic" diverso da qualsiasi serie abbiate mai visto prima.

Nella serialità televisiva americana esiste un problema di rappresentazione delle minoranze, specie quando si parla di "native american".

Eppure, le serie TV possono giocare un ruolo centrale nel racconto e nella comprensione della vita quotidiana di un mondo, quello dei nativi, distorta a lungo dalla narrazione "bianca".

Trickster riesce bene in questa operazione. Prodotta da Streel Films e Sienna Films per CBC Television, la serie canadese è un "Indigenous gothic" come raramente se ne sono visti sul piccolo schermo.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sullo show che accende i riflettori sulla misconosciuta Haisla Nation.

Chi è il trickster

Cominciamo dal titolo. Il trickster è una figura mitologica presente in tutte le culture. Letteralmente è l'imbroglione, l'agente del caos, il mistificatore e truffatore autore e oggetto egli stesso di tricks, di "tiri mancini".

Ambiguo e liminale, ingannevole e primordiale, il trickster racchiude quella che Lewis Hyde definisce "l'amoralità sacra" nel suo saggio Trickster Makes the World. Il trickster si muove di continuo sul confine tra giusto e sbagliato, vita e morte, sacro e profano, giovane e vecchio.

Trickster si ravvisano in celebri personaggi o divinità quali Loki nella mitologia germanica, Pulcinella nella commedia dell'arte, Ifrīt nelle tradizioni arabo-islamiche, il re delle scimmie Sun Wukong della letteratura cinese, la volpe a nove code Kitsune nel folklore giapponese o Anansi nei miti del continente africano.

Nel caso delle culture Haisla e Heiltsuk dell'attuale Canada, il trickster si chiama Wee'git ed è un mutaforma che può diventare un corvo. Il suo ruolo più importante è quello di insegnare il rispetto delle regole, infrangendole.

La trama

Trickster è una coming-of-age story che fa di un ragazzo sui generis il proprio protagonista.

La serie, infatti, pur mettendo in scena i classici elementi tipici del racconto adolescenziale, li cala all'interno di un'ambientazione insolita, come la comunità Haisla della British Columbia, e in un universo fatto di spiriti, magia antica e riti di passaggio che utilizza generi come il fantasy, l'horror e il thriller come fonti di potenti metafore.

A Kitimat, paesino della Columbia Britannica sospeso fra tradizione e modernità, spiritismo e materialismo, Jared è un teenger che lotta ogni giorno per tenere a galla la sua famiglia disfunzionale.

I genitori hanno divorziato. La madre, Maggie, è tanto dolce quanto iperprotettiva e sboccata, è "devota" ad alcol e droghe e "sente" delle strane voci nella testa. Il padre, Phil, è un uomo immaturo e mai cresciuto, rimasto senza lavoro e con una dipendenza da antidolorifici che combatte tra birre, spinelli e festini rock'n'roll.

Jared deve mandare avanti la baracca da solo e dopo scuola fa un doppio lavoro: consegna hamburger, panini e ali di pollo nel McDrive di un fast food e al tempo stesso in una capanna nel bosco cucina ecstasy che spaccia dal box della tavola calda.

All'improvviso tutto cambia quando Jared inizia a vedere strane apparizioni: un corvo parlante, il proprio doppelgänger, mostri ruba-pelle. All'inizio, pensa che sia soltanto l'erba a giocargli questi brutti scherzi.

Ma non è così: questi eventi soprannaturali sono reali e coincidono con l'arrivo in città di Wade, un vecchio e inseparabile amico di Maggie e Phil.

A quel punto Jared comincia a capire che il suo passato e le persone che più ama nascondono segreti più complessi di quanto sembri.

Il cast

La fusione tra racconto di formazione, teen drama e thriller soprannaturale ha indotto molti spettatori a definire Trickster come una sorta di "Stranger Things nativo".

Il paragone è legittimo ma al tempo stesso fuorviante, e a fare la differenza sono prima di tutto il cast e il team creativo della serie, composto da attori, regista e sceneggiatori tutti nativi.

Jared è interpretato da Joel Oulette, 17enne alla sua prima esperienza da protagonista.

Nato e cresciuto a Medicine Hat, in Alberta, Joel è apparso in piccoli ruoli nel cast di Alpha - Un'amicizia forte come la vita di Albert Hughes e di Monkey Beach, mystery di Loretta Todd con Adam Beach.

Crystle Lightning è Maggie, la mamma di Jared, il suo "jelly bean". Nativa della Enoch Cree Nation in Alberta, l'attrice ha iniziato a recitare giovanissima ed è apparsa in serie di successo come Southland, Outlander e Yellowstone.

Lightning è anche un'apprezzata DJ e musicista: fa parte del supergruppo hip-hop LightningCloud con MC RedCloud.

Nel corso degli episodi della prima stagione, Maggie torna nel bosco dalla madre, l'anziana Sophia. Ad interpretarla è Georgina Lightning: Georgina e Crystle sono madre e figlia anche nella vita reale.

L'attrice fa parte della Samson Cree Nation ed è cresciuta nella comunità Samson di Edmonton. Militante e appassionata attivista, Lightning è stata la prima donna nativa a dirigere e interpretare un film, il thriller soprannaturale Segreti dal passato con Adam Beach, Tantoo Cardinal e Bradley Cooper.

CBC rivela che Trickster è un vero e proprio "affare di famiglia": oltre a Georgina e Crystle Lightning, la controfigura di Joel Oulette è il fratello Grayson e la madre dei due, Laurie, interpreta la signora Robinson, la madre di Crashpad.

Crashpad è il migliore amico di Jared. Appassionato di videogame, è interpretato da Nathan Alexis, altro nativo di Edmonton già visto in Tin Star accanto a Tim Roth e nel film Rhymes for Young Ghouls.

Kalani Queypo è Wade, il Wee'git del titolo. Originario delle Hawaii, l'attore è il fondatore della National American Indian Committee della Screen Actors Guild, ora SAG-AFTRA.

Le sue apparizioni più celebri sono nelle serie Fear the Walking Dead (è Klah Jackson) e Jamestown (è il nativo Chacrow) e nel film The New World di Terrence Malick.

Un personaggio importante di Trickster è Sarah, la nuova vicina di Jared e Maggie che passa da una famiglia affidataria all'altra alla ricerca dei suoi veri genitori.

Sarah è un'attivista (oltre che ribelle anti-conformista e fashionista) che fa irrompere la cruda realtà nella serie: la ragazza guida la lotta della locale comunità contro la costruzione dell'oleodotto che minaccia la loro acqua. Gli echi della protesta di Standing Rock nel Nord Dakota sono evidenti.

Ad interpretare l'adolescente è Anna Lambe, attrice Inuk canadese di Iqaluit, Nunavut. Lambe è nota per aver interpretato il film The Grizzlies, biopic sportivo basato sulla vera storia di un gruppo di studenti Inuit di un piccolo paese dell'Artico che fondano una squadra di lacrosse.

Il cast di Trickster è completato da Craig Lauzon (Phil, il padre di Jared), Joel Thomas Hynes (Richie, il fidanzato "white trash" di Maggie) e Gail Maurice, ovvero la temibile "antica" Georgina.

Il team creativo

Trickster si basa sul romanzo Son of a Trickster di Eden Robinson, scrittrice delle First Nations Haisla e Heiltsuk.

Robinson ha scritto tre romanzi prima di Trickster: Traplines (1996), Monkey Beach (2000) e Blood Sports (2006).

Son of a Trickster è la prima parte di una trilogia, proseguita nel 2018 con Trickster Drift e che si completerà nel 2021 con il terzo e ultimo capitolo.

La trilogia di Trickster I tre libri della trilogia
La trilogia di Trickster

I tre libri della trilogia

$19,77

In un'intervista concessa a CBC, la scrittrice spiega che Trickster vuole esplorare una famiglia fortemente disfunzionale e l'identità meticcia dell'America.

Gli spiriti e le creature della nostra cultura sono presenti nei racconti tradizionali, ma molti giovani guardano Riverdale e Game of Thrones, quindi non li immaginano nell'epoca moderna. Ho immaginato cosa avrebbero fatto se fossero in giro oggi per capire se avessero avuto lo stesso appeal sui giovani che non sono cresciuti con queste storie.

Robinson ha lavorato ai copioni di Trickster con la coppia di creatori e showrunner, Tony Elliott e Michelle Latimer.

Elliott è stato story editor e sceneggiatore di Orphan e Black 12 Monkeys, mentre Latimer è anche la regista della serie.

Nata e cresciuta a Thunder Bay, in Ontario, e di origini Métis/Algonquin, Michelle ha debuttato da attrice (è stata la teenager goth Trish Simpkin nella soap opera Paradise Falls) prima di passare dietro la macchina da presa.

Ha diretto il documentario Alias (premiato all'Hot Docs Film Festival 2013) e la docu-serie in otto episodi Rise.

Il suo recente Inconvenient Indian, adattamento dell'omonimo libro di Thomas King ed esplorazione degli effetti della colonizzazione culturale sulle popolazioni indigene del Nord America, ha vinto il People's Choice Documentary Award e l'Amplify Voices Award come miglior film canadese al Toronto Film Festival 2020.

Gli effetti speciali di Trickster sono di Rocket Science VFX, studio canadese guidato da Tom Turnbull ed Anthony Paterson e che ha curato visual effects e trucchi prostetici.

Streel Films e Sienna Films hanno inoltre chiesto alla giovane poetessa Musqueam Christie Lee di scrivere e recitare dei versi per spiegare al pubblico chi è il Wee'git e quali sono i compiti del trickster nella cultura Haisla.

Il poema, intitolato Raven Weaves Light, è stato poi animato da Bee Video Productions.

Latimer ha coinvolto come collaboratrici nella produzione il maggior numero possibile di talenti nativi, come le registe Asia Youngman, Helen Haig-Brown e Madison Thomas.

Le musiche

Le colonne sonore sono diventate un elemento imprescindibile della nuova serialità televisiva. Nel caso di Trickster, parte del merito nella riuscita dello show è stata della capacità di mettere insieme delle musiche che, anche da sole, siano in grado di essere facilmente identificabili.

Lo score di Trickster è sinistro e incalzante e accompagna Jared sin dalle prime scene. Gli autori di quest'autentica esperienza sensoriale sono il compositore Todor Kobakov e il supervisore musicale Jody Colero.

Kobakov e Colero hanno spiegato a CBC di aver scelto brani che accompagnano i protagonisti tra i due mondi in cui vivono, quello moderno e materiale e quello antico e spirituale.

La fortuna è stata che entrambi sono appassionati di elettronica: a quel punto Kobakov ha deciso di combinare la musica microtonale alla tradizione nativa e ai sintetizzatori, ispirato dal lavoro di Morton Subotnick.

Su questo tessuto, Colero ha collaborato con il sound designer Brennan Mercer e incluso nello show canzoni di artisti indigeni di ieri e di oggi, da Buffy Sainte-Marie e Jeremy Dutcher a Snotty Nose Rez Kids, A Tribe Called Red, Tanya Tagaq e Milk & Bone.

Le musiche, ulteriore elemento che contribuisce a rendere Trickster una serie davvero imperdibile, sono state raccolte in queste playlist su Spotify.

Si tratta di 6 playlist, una per episodio:

L'uscita

Presentata in anteprima al Festival di Toronto 2020, Trickster è andata in onda in Canada su CBC Television dal 7 ottobre all'11 novembre.

I diritti della prima stagione, composta da sei episodi, sono stati acquisiti da Abacus Media Rights, che ha già venduto la serie in Australia, Brasile, Russia e Gran Bretagna.

Negli Stati Uniti, Trickster andrà in onda su The CW a partire dal 12 gennaio 2021.

Pronti per un viaggio alla scoperta della vera America?

Trickster è una serie che assomiglia solo a se stessa, e qui sta la sua forza. Non è un caso se CBC l'abbia già rinnovata per una seconda stagione.

Leggi anche

      Cerca